Business Visa

Analizziamo nel dettaglio le tipologie di Business Visa dedicate agli imprenditori e agli investitori. L’ufficio per l’immigrazione australiana ha pensato di ideare alcune tipologie di visto pensate per coloro che vogliono investire il proprio denaro in attività esistenti o di nuova attuazione che portino beneficio e innovazione all’economia australiana. Questa tipologia di visti è chiamata Business Visa. Per capirci, voi portate denaro e incrementate l’economia australiana e loro vi danno la possibilità di ottenere un visto temporaneo o permanente.

Business Visits

Il primo visto della categoria Business è quello chiamato Business Visits ovvero un visto che vi consente di viaggiare in Australia per motivi strettamente legati al vostro business. Di questa categoria di visti fanno parte:

  • Electronic Travel Authority (ETA)

Un visto elettronico, valido per 12 mesi, che vi consentirà di entrare e uscire dall’Australia quante volte saranno necessarie e rimanere ogni volta per un periodo massimo di 3 mesi. I familiari non sono inclusi ma possono richiedere loro stessi un proprio ETA per viaggiare con voi. 

Facciamo chiarezza sull’ETA

Ciao Ennio, allora ecco qualche info aggiuntiva: L’ETA è a tutti gli effetti un visto esclusivamente turistico che non permette di lavorare. L’ufficio immigrazione australiano lo mette nelle opzioni per i Business Visa Visits ovvero quei visti che ti permettono di entrare in Australia per compiere sopralluoghi o presenziare a riunioni o conferenze che ti servono per i tuoi affari. Ma non ti è assolutamente concesso lavorare nè percepire alcun tipo di stipendio sul territorio australiano con questo visto. Per quanto riguarda la richiesta e il prezzo: i cittadini dei seguenti paesi, Brunei – Darussalam, Canada, Hong Kong, Japan, Malaysia, Singapore, Corea del Sud e Stati Uniti, possono richiederlo online con una spesa di 20 euro. I cittadini di passaporto italiano sono elegibili per questo visto ma devono farne richiesta presso un’agenzia di viaggio, una compagnia aerea o presso l’ufficio immigrazione australiano più vicino. Per l’Italia l’ufficio di riferimento è quello di Berlino di cui trovi tutte le info a questo indirizzo. Considera che i cittadini italiani possono molto più facilmente richiedere l’E-visitor online e gratuitamente. Anche questo visto ti permette di restare in Australia per periodi massimi di 3 mesi ciascuno per una durata totale di 12 mesi.

I vari tipi di visto

  • E-Visitor

Il classico visto elettronico gratuito che si utilizza anche a scopo turistico che vi permette di rimanere in Australia per 3 mesi. I familiari non possono essere inclusi in questo visto ma dovranno muoversi autonomamente.

  • Visitor Visa

È prevista la richiesta di questo visto qualora abbiate bisogno di più tempo per restare in Australia per poter preparare il campo per i vostri affari. L’ufficio immigrazione valuterà la vostra richiesta e, qualora venga data risposta positiva, vi invierà oltre all’approvazione del visto tutte le specifiche condizioni. Ogni visto infatti avrà condizioni diverse a seconda della situazione specifica e delle esigenze del richiedente. La tariffa per questo visto è di 115 dollari non rimborsabili

  • Temporary Work Visa

Anche questo visto, le cui condizioni possono variare a seconda della richiesta vi permetterà di stare in Australia, anche per più di 3 mesi, per le motivazioni che avete segnalato nella richiesta di visto. Potete includere anche i vostri familiari e la tariffa per la richiesta è 145 AUD

Business Innovation and Investment

Se avete già preparato il vostro Business Plan per investire, comprare o aprire un’attività in territorio australiano dovete invece muovervi per ottenere questo visto: Business Innovation and Investment che può essere Provisional (temporaneo) o Permanent (permanente). Per entrambi i visti bisognerà percorrere la strada della Skill Select: chiedere quindi prima una Expression of Interest che, se valutata positivamente, vi varrà un invito da parte del governo australiano di partecipare allo Skill Test.

Il primo passo è quello di richiedere un visto temporaneo. Per farlo dovrete avere meno di 55 anni (tranne rare eccezioni) e dimostrare di possedere propri business di alto valore economico e di poter portare innovazione e giovamento all’economia australiana. Il visto temporaneo dura 4 anni e vi permetterà di fare richiesta per il visto permanente.

E’ chiaro che questo tipo di visti sono pensati per investitori e imprenditori che dispongono di grandi somme e movimenti di denaro in importanti rami economici. Vista la complessità della regolamentazione e dei requisiti qualora foste interessati ad un approccio di questo tipo il consiglio è quello di consultare un migration agent che saprà indicarvi la strada migliore da percorrere.

Un’altra strada è quella di trovare una sponsorizzazione da parte di uno stato che è disposto a concedere dei visti per incoraggiare gli investimenti e le attività imprenditoriali di un determinato settore sul proprio territorio.

In questa pagina del sito ufficiale del governo, troverete tutte le informazioni (in inglese).

Post del forum consigliati

Recommended Posts
Showing 6 comments
  • Ennio De Michelis

    Ciao Antonino, complimenti per l’articolo, ho una domanda da fare se possibile : se richiedo l’ETA, che non ho capito quanto costa, posso lavorare per tre mesi in Australia?

    • Antonino Loggia

      Ciao Ennio, grazie. Ti ho risposto in alto per chiarire i tuoi stessi dubbi anche agli altri lettori di Portale Australia

  • Piero

    Ciao Antonio, (grazie per quello che fai) e scusa se ne aprofitto…. Dalle informazioni che ho preso, per ottenere una businss visa occorra avere un patrimonio reale di almeno 800 mila dollari; Viene rilasciata una provisional di 2 anni, ed inizialmente si può partire anche un piccolo investimento per una attività di 50/100 mila dollari, ma entro lo scadere dei 24 mesi, tutti gli 800 mila dovranno essere trasferiti in australia, ed in questo caso la visa si prolunga di altri due anni, dopodichè si ottiene la permanent (anche per moglie e figlia). Quello che non mi è chiaro è se occorrano altre certificazioni relative alla attività svolta in Italia o in questo caso a loro interessa che tu abbia i denari da investire la e basta… Ti sarei grato se avessi qualche info anche a riguardo. Cari saluti.

  • Olimpia Schettini

    antonino come fare per avere uno sponsor e restare in australia

  • umberto

    Ciao,
    premesso che sono un commercialista italiano e nel mio lavoro di stranieri che arrivano in Italia che senza neppure conoscere una sola parola di italiano diventano legali rappresentati di una srl e avviano un attività commerciale con anche molti dipendenti ne ho visti a decine in questi ultimi 10 anni. Se ho capito bene leggendo il tuo articolo in Australia non è possibile ottenere un permesso di lungo soggiorno semplicemente perché si è comprato un bar o un ristorante? Giusto?
    Secondo la tua esperienza è possibile trasferirsi in Australia, comprare della terra da coltivare, e avviare un’azienda agricola? Oppure no?
    Grazie

pingbacks / trackbacks
  • […] Se hai un lavoro, uno sponsor e la vita australiana ti piace perchè non prendere la residenza permanente? Questo ti permetterebbe di lavorare, studiare, chiedere un prestito e persino comprare casa. La residenza permanente in Australia si ottiene dopo due anni di lavoro sponsorizzato e con il visto business. […]

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

aumentare-autostimalasciare-il-lavoro