Come andare in Australia: guida passo dopo passo

ebook-trasferisi-australia

Ultimo aggiornamento : 17 gennaio 2017

Benvenuto su Portale Australia! Mi chiamo Antonino Loggia (qui la mia storia), e sin da quando ero bambino sognavo di andare in Australia.

Questo è uno degli approfondimenti più importanti dell’intero sito, una guida passo passo a come andare in Australia [e anche se vuoi venirci per un solo anno, guarda qui quante cose puoi fare]

In questa pagina sono raccolte in maniera sequenziale tutte le guide che dovresti leggere per acquisire una preparazione di base sulla grande esperienza che andrai ad affrontare, perché, fidati, non sarà una passeggiata. Ma se segui i miei consigli, riassunto dei miei ultimi anni di lavoro ed esperienze, apprenderai tutto il necessario step by step per l’organizzazione di un piano australiano di successo.

Mi rendo conto che Portale Australia è molto articolato, per questo trovi un RIASSUNTO del sito con tutte le guide e risorse da consultare prima d partire.

Ho impiegato tempo e passione per scrivere, rielaborare, perfezionare tutto quello che stai per leggere del tutto gratuitamente. Sarebbe quindi veramente fantastico se avessi voglia di condividere questa grande guida sulla “Terra dei canguri” e aiutare a tua volta chi si prepara a “cambiare vita“.

Sogni l’Australia? Metti un +1 a questo articolo, ti porterà fortuna

[plusone]

 


Indice de “Come andare in Australia: guida passo dopo passo

  1. Informazioni Generali 
  2. Quali documenti mi servono per andare in Australia 
  3. Cosa mi porto in Australia
  4. Quale città scegliere
  5. Dove vado a dormire in Australia 
  6. Cosa fare i primi giorni in Australia 
  7. Come restare in contatto con l’Italia 
  8. Come trovo lavoro in Australia 
  9. Libri sull’Australia.
  10. Fare le farm in Australia.


 

1. INFORMAZIONI GENERALI

QUANDO PARTIRE PER L’AUSTRALIA

quando-partire-australiaPrima ancora di chiederti quando partire per l’Australia, scarica la checklist sulle cose da fare prima di partire.

Sempre più persone decidono di visitare l’Australia, chi per fare un bellissimo viaggio, chi per vivere una temporanea esperienza all’estero e magari migliorare il proprio inglese, chi, infine, per cambiare vita e provare a stabilirsi per sempre.

APPROFONDIMENTI

Affrontare questo percorso è un po’ come costruire una casa, che prende forma mattoncino dopo mattoncino. Ma da dove cominciare? Spesso le cose da sapere e da sapere sono così tante, che non si sa proprio da dove iniziare; basti pensare che su Portale Australia si trovano quasi mille guide.  Per aiutarti in quest’impresa, ho preparato questa guida, ricca e aggiornata a tal punto da essere utilizzata come indispensabile punto di riferimento, se stai programmando una partenza verso la  “Terra dei canguri”.

QUANTI SOLDI MI SERVONO PER ANDARE IN AUSTRALIA

Te ne parlo in maniera approfondita piú avanti in questa guida, per ora ti basta sapere che il visto (in inglese “visa”) è ciò che ti consente di poter raggiungere e soggiornare in Australia. Ne esistono vari tipi e il loro costo varia in base alla tipologia; ci sono, infatti, visti pensati per giovani che hanno intenzione di prendersi un “anno sabbatico” in Australia, come il Working Holiday Visa (o WHV) , e visti pensati per turisti di tutte le età. Non mancano le possibilità per chi ha intenzione di venire in Australia per studiare, lo Student Visa, o per chi nel Paese dei canguri vorrebbe investire, avviando attività ed imprese, Business Visa.

  • IL BIGLIETTO AEREO

Il costo di biglietto aereo medio per l’Australia si aggira tra i 900 e i 1200 euro circa, con ovviamente le dovute eccezioni. Molto dipende dal periodo in cui hai intenzione di andare in Australia e dalle offerte disponibili in un determinato momento. Sempre validi sono i soliti consigli, come prenotare con largo anticipo o cercare di essere quanto più flessibili possibile, adattandoti a scali e a orari di ogni tipo.

Il mio consiglio in merito è di non disdegnare a priori le care vecchie agenzie di viaggio, a favore dei siti internet specializzati. E’ vero, infatti, che questi ultimi talvolta offrono offerte davvero vantaggiose, ma le agenzie molto spesso sono in grado di offrire pacchetti molto interessanti, non costringendoti ad una marea di scali e a lunghissime attese.

  • QUANTO COSTA VIVERE IN AUSTRALIA

Il costo della vita in Australia è alto, anche se proporzionato agli stipendi. Succede però che i primi tempi, quando ancora non si ha un lavoro, si debba riuscire a “sopravvivere matematicamente”, ovvero non devi finire i soldi, pena il ritorno anticipato in Italia.

Ho chiesto ai lettori di Portale Australia in quanto tempo hanno trovato lavoro in Australia e, come puoi vedere da questo sondaggio, la media è di tre settimane circa, anche se ci sono dati preoccupanti di ragazzi che non hanno ancora trovato lavoro dopo due mesi; è per questo che ti consiglio di prevedere una permanenza senza lavoro di almeno tre mesi.

trovare-lavoro-australia

APPROFONDIMENTI 


 

2. QUALI DOCUMENTI MI SERVONO PER ANDARE IN AUSTRALIA

documenti-australiaIL PASSAPORTO

Il passaporto, insieme al visto, è uno dei documenti essenziali per poter entrare in Australia, sia che tu sia studente, turista o lavoratore. Senza passaporto nessuna frontiera ti lascerà passare. Il passaporto attuale, quello cioè che viene rilasciato dalla questura negli ultimi tempi, è il cosiddetto passaporto elettronico, corredato di microchip con la firma digitale del possessore.

La durata del passaporto è indicata nella prima pagina dello stesso, e fino alla data riportata hai la certezza della sua validità, anche se in alcuni casi è richiesto un passaporto in corso di validità per almeno i prossimi sei mesi.

Il passaporto costa 116 euro: 73,50 euro per il contributo amministrativo per il rilascio e 42,50 euro del costo del libretto. Per il rilascio del passaporto servono due fototessere, di cui una legalizzata, due fotocopie fronte/retro del documento di identità e la domanda apposita, scaricabile da internet.

APPROFONDIMENTI 

IL VISTO

Ricordando che è un requisito indispensabile per poter varcare la frontiera australiana. Al giorno d’oggi le pratiche per la sua richiesta sono molto più snelle rispetto agli anni precedenti, perché per la maggior parte dei visti può essere richiesta online, senza molte documentazioni da presentare. Ovviamente il discorso è diverso per quei visti un po’ più particolari, che permettono di risiedere in Australia, lavorando, come nel caso dello Skilled Indipendent Visa. In questo caso infatti, sono richiesti requisiti particolari e sarà necessario sostenere esami che certifichino anche un’adeguata conoscenza della lingua inglese. Ti riscrivo qui sotto l’elenco dei visti più popolari

Il tanto nominato Working Holiday Visa è il visto più richiesto dai giovani di tutto il mondo, perché permette di soggiornare in Australia per un intero anno, lavorando e/o studiando. Questo genere di visto è persino rinnovabile per un secondo anno, lavorando per 88 giorni nelle zone regionali, aree del Paese indicate dal Governo. L’ottenimento del Working Holiday Visa era possibile anche lavorando come WOOFer, un lavoro volontario nelle fattorie, in cambio di vitto e alloggio, senza però essere pagato, purtroppo dal 31 agosto 2015 non è più possibile (se vuoi sapere perchè).

APPROFONDIMENTI WHV

Nella categoria di visto turistico sono compresi l’E-Visitor, l’ETA, il e il Visitor Visa, Quest’ultimo ha un costo di 115 dollari australiani e dura tre mesi. Il rinnovo di questo visto è possibile dietro pagamento di 260 AUD ed esso deve essere richiesto almeno 2 o 3 settimane prima della scadenza del visto in possesso. Nel caso in cui la richiesta venisse rigettata non è previsto alcun rimborso.

Lo Student Visa è, invece, pensato per tutti coloro che intendono recarsi in Australia per motivi di studio. Molto spesso questo visto è  anche utilizzato da tutti coloro che hanno superato la soglia dei trentun’anni e non possono quindi, più fare richiesta per il Working Holiday Visa. Questo genere di visto, sebbene permetta di lavorare solo 20 ore a settimana e presenti diverse restrizioni, viene scelto per il fatto che è al tempo stesso la soluzione meno cara e più semplice da ottenere, dopo il Working Holiday Visa. In questo caso il costo si aggira intorno ai 535 dollari australiani e la sua validità varia da un minimo di 12 settimane a un massimo proporzionale alla durata del corso di studi richiesto

APPROFONDIMENTI STUDENT VISA

Infine, per coloro che intendono investire in Australia, avviando un’attività, c’é l’entrepreneur visa e i Business Visa, che si dividono in Business Visits e in Business Innovation and Investment. I primi, Business Visits, si dividono a sua volta in E-visitor, Visitor Visa e Temporary Work Visa – quest’ultimo ha un costo di circa 145 dollari australiani e permette di stare in Australia anche per più di tre mesi, a differenza dei primi due. Il Business Innovation and Investment, invece,  può essere temporaneo o permanent, ma per entrambi occorre superare uno Skill Test; il visto temporaneo può essere richiesto da coloro che hanno meno di 55 anni e ha una durata di 4 anni.

APPROFONDIMENTI IMPORTANTI SUI VISA

Queste sono le prime informazioni generiche per quanto riguarda i visti che ti permettono di soggiornare in Australia ma, per notizie più dettagliate e sicure, il mio consiglio è di visitare sempre il sito ufficiale del Governo Australiano, perché costi e regolamentazioni possono subire variazioni cicliche, adeguatamente aggiornate sul sito governativo.

LA PATENTE INTERNAZIONALE

Con la mano sul cuore: fidati di Antonio Loggia e vai a fare questa cavolo di patente internazionale [ndrse Rachele Gobbi vede che ho scritto cavolo mi uccide!] non è annoverata nella categoria dei documenti necessari per poter mettere piede nella Terra di sotto, ma è importante possederla, per potersi muovere liberamente tra la vastità dei territori del Paese. Una delle caratteristiche principali dell’Australia è proprio la sua notevole estensione territoriale, che obbliga a percorrere moltissimi chilometri anche in aree desolate, e molto spesso i trasporti pubblici, come il treno o i pullman, sono molto costosi e soprattutto, prevedono viaggi interminabili.

Possedere la patente internazionale potrebbe quindi rivelarsi un notevole vantaggio, perché la comodità di potersi spostare con la propria automobile, a noleggio o di proprietà, è impareggiabile. Per poterla richiedere basterà andare alla Motorizzazione Civile più vicina a te, dopo aver effettuato due versamenti da 9  e 16 euro intestati entrambi al Dipartimento Trasporti Terrestri e presentando una marca da bollo da 16 euro, due fotografie, di cui una autenticata, con sfondo bianco e capo scoperto, e una copia fronte retro della tua patente di guida italiana, potrai ottenere la tua patente di guida internazionale.

APPROFONDIMENTI 

ALTRI DOCUMENTI

Altri documenti utili per il tuo soggiorno in Australia, qualora avessi intenzione di sostare  a lungo, anche per un anno con il Working Holiday Visa, potrebbero essere la Medicare, una tessera che garantisce un servizio di assistenza sanitaria gratuita, o quasi, prevista da accordi intergovernativi tra Italia e Australia.

Infine un’altra cosa da non dimenticare è l’iscrizione al Centrelink. Registrandoti a quest’agenzia governativa, potrai usufruire di moltissimi servizi utili alla comunità, messi a disposizione dal governo australiano.

L’RSA e la White Card sono altri documenti utili, ma non essenziali. Ti serviranno qualora fossi intenzionati a lavorare in determinati settori regolati da precise norme del governo australiano. Ma, di queste ne parleremo più avanti.

APPROFONDIMENTI 


 

3. COSA PORTARE IN AUSTRALIA

cosa-portare-australiaPREPARARE LA VALIGIA IN MODO INTELLIGENTE

L’imperativo che dovrai sempre tenere a mente, partendo alla volta dell’Australia, è “viaggiare leggeri”, ecco perché  ti consiglio uno zaino leggero come l’Osprey Atmos [qui disponibilitá e prezzo] o altri zaini da trekking leggeri ma allo stesso tempo robusti e comodi.

Fare un lungo viaggio, non sapendo con certezza quanti spostamenti saranno necessari, e tanto meno conoscendo le distanze che dovrai percorrere, richiede un bagaglio leggero e maneggevole, facile da trasportare. In particolare, se ti stai muovendo alla volta dell’Australia, come la stragrande maggioranza dei giovani, alla ricerca di un impiego e la tua casa sarà per almeno i primi tempi una camera condivisa in un ostello, conviene che tu sia comodo e ben organizzato, portando con te giusto lo stretto necessario.

Segui il buon senso ed evita di mettere in valigia cibo che non è  permesso trasportare, armi giocattolo o posate. Sarebbe opportuno scrivere una lista di cose da non dimenticare di mettere in valigia.

APPROFONDIMENTI 


4. CITTÁ AUSTRALIANE: QUALE SCEGLIERE

citta-australiane

La domanda che tutti ci siamo fatti : “che città scelgo?”, ne ho ampiamente parlato nell’approfondimento sulle migliori città australiane in cui vivere e se vuoi approfondire ancora ti lascio qui sotto proprio le guide complete, città per città.

SYDNEY

La capitale del Nuovo Galles del Sud ed è  la città più antica dell’Australia. Essa è anche la città più popolosa del Paese.

APPROFONDIMENTI 

MELBOURNE 

Dopo Sydney, Melbourne è la seconda città più popolosa dell’Australia. Essa è conosciuta come la capitale culturale dell’Australia, e non di rado viene ricordata con l’appellativo di Città Giardino, e dopo Edimburgo, è stata la seconda città al mondo ad essere stata nominata capitale letteraria dall’UNESCO.

APPROFONDIMENTI 

PERTH

La capitale dell’Australia Occidentale e il suo territorio per migliaia di anni è stato sotto il controllo della tribù Nyoongar. Perth ha un odore fantastico, mo ricorda molto il sud Italia, ne ho parlato nel blog ” il mio primo giorno a Perth

APPROFONDIMENTI 

BRISBANE

Brisbane, la capitale dello stato del Queensland, è un luogo meraviglioso ricco di spiagge dal clima tropicale ed è il paradiso di molti appassionati di surf. E’ la terza città più popolosa dell’Australia e si contende con Perth, il ruolo di terza città più importante del continente australiano, dopo Sydney e Melbourne. Si trova vicinissimo al punto più orientale dell’Australia, Cape Byron.

APPROFONDIMENTI 

ADELAIDE

La città di Adelaide prende il suo nome della regina Adelaide, moglie del re inglese Guglielmo IV, ed è la capitale, nonché la città più popolata, del South Australia. Definita come “una delle città meglio progettate al mondo”, Adelaide è stata la prima colonia libera di tutta l’Australia.

APPROFONDIMENTI 

DARWIN

Capoluogo del Territorio del Nord, è ancora oggi abitata da discendenti degli Aborigeni.

APPROFONDIMENTI 

CANBERRA

Capitale dell’Australia, è la maggiore città dell’entroterra australiano.

APPROFONDIMENTI 

CAIRNS

APPROFONDIMENTI 

HOBART

APPROFONDIMENTI 


 

5. DOVE DORMIRE IN AUSTRALIA

dove-dormire-australia

Maa tu davvero vuoi vivere in Australia? Non rispondere prima di aver letto l’approfondimento Vivere in Australia: sì o no? A te la scelta!

CAMERA IN CONDIVISIONE IN AUSTRALIA

L’ostello per i primi tempi va bene, ma una camera senza dubbio è la soluzione migliore nel lungo termine, ne parlo molto, molto meglio ne

APPROFONDIMENTI 

GLI OSTELLI AUSTRALIANI

Uno dei primi problemi da risolvere, una volta arrivato in Australia, è trovare una sistemazione per dormire. Ci sono moltissime soluzioni, per tutte le tasche e le necessità. In Australia troverai alberghi moderni e con tutti i comfort nelle grandi città, ma anche ostelli confortevoli e puliti che non costano molto.

Il costo della vita in Australia è  relativamente alto, anche se è equiparato al potere di acquisto degli australiani; se, come me quando sono partito dall’Italia, hai in mano solo un Working Holiday Visa, ti suggerisco di prendere in considerazione gli ostelli, soprattutto nei primi tempo. Alcuni non hanno granché da invidiare ad alberghi di due o tre stelle. Se vuoi scoprirne qualcosa in più a proposito di ostelli, ti basterà digitare la parola ostelli nel motore di ricerca di Portale Australia, per leggere qualche recensione utile oppure visitare la guida completa

APPROFONDIMENTI 


 

6. COSA FARE I PRIMI GIORNI IN AUSTRALIA

australia-cosa-fareCOME COMUNICARE CON L’ITALIA DALL’AUSTRALIA

Poco prima di partire saranno tantissimi i dubbi che ti assaliranno e numerose le domande che ti balzeranno in mente. Ti farai problemi, che scoprirai essere inutili o meglio, ingigantiti dall’ansia del cambiamento. Ti chiederai quale compagnia telefonica scegliere o dove poter richiedere il Tax File Number. Anch’io avevo la mente affollata da tutti questi interrogativi, ma poi, vivendo in prima persona i primi giorni e le prime settimane qui in Australia, ho visto come tutto abbia seguito il suo corso tranquillamente, senza troppi problemi. Per rispondere ad alcuni tuoi interrogativi e rendere più semplice l’inizio della tua esperienza, ho pensato di creare questa apposita sezione sui primi giorni in Australia.

SCHEDA TELEFONICA

Quale SIM scegliere? Quali sono le offerte migliori, quali sono le compagnie in grado di offrire maggiore copertura e servizi adeguati? Non posso rispondere nello specifico a queste domande, perché tutto dipende dalle tue esigenze e da ciò che cerchi. Ci sono moltissime schede telefoniche, anche internazionali, che mettono a disposizione una serie di chiamate e messaggi, o anche connessione ad internet, pagando una quota mensile modesta. In alcuni casi sono previsti anche un tot di minuti per poter chiamare in Italia. Oltre a questo tipo di schede, ci sono le tradizionali compagnie telefoniche, alcune uguali a quelle italiane, e, in casi estremi, puoi usare sempre internet e applicazioni e software come Skype, Facetime e Whatsapp per restare in contatto con amici e parenti in Italia. Ricorda che è frequente trovare wifi di pubblico accesso nelle aree pubbliche o sui trasporti e nei bar.

APPROFONDIMENTI 

MEDICARE

Con il termine “Medicare” si indica l’assistenza sanitaria australiana. Devi sapere, infatti, che esiste un accordo tra Italia e Australia, che regola il diritto all’assistenza sanitaria per italiani sul suolo australiano. La durata legale di questa assistenza è pari a sei mesi. Basterà recarti in uno dei tanti uffici Medicare sparsi per l’Australia, con il tuo passaporto e la tessere sanitaria italiana, in corso di validità, meglio se valida per i successivi sei mesi. Ci sono alcune spese, però, che non vengono coperte dal sistema sanitario di base, come, per esempio, il trasporto in ambulanza, ma per queste particolari esigenze avrai a disposizione moltissime assicurazioni che potranno coprire spese improvvise e inaspettate.

APPROFONDIMENTI 

CONTO CORRENTE

Aprire un conto corrente australiano è molto importante una volta arrivati, perché tutte le indennità governative e i salari verranno accreditati su di esso. Al di là degli aspetti burocratici, ci sono molti motivi pratici che dovrebbero spingerti immediatamente ad aprire un conto corrente, ovvero, il fatto che sebbene pagare direttamente con carta di credito non preveda quasi mai, costi aggiuntivi, prelevare contanti agli sportelli automatici ne prevede molti.

Aprire un conto corrente  è piuttosto semplice e, in alcuni casi, è possibile farne richiesta di attivazione già dall’Italia. I costi di gestione di questi conti corrente sono molto bassi, a volte essi sono persino gratuiti, ma solo leggendo come aprire un conto corrente in Australia, scoprirai i tanti vantaggi offerti dal possesso di un conto corrente australiano.

APPROFONDIMENTI 

TAX FILE NUMBER

Il tax File Number, o semplicemente TFN, è una sorta di codice fiscale che permette la regolazione di servizi, quali anche il pagamento delle tasse e il lavoro. Senza TFN si sarebbe costretti a pagare la fascia più alta di contributi. Riguardo il Tax File Number circolano informazioni contrastanti che hanno generato una generale confusione.

APPROFONDIMENTI 

RSA

Come già anticipato, l’RSA potrebbe essere una documentazione molto utile per chi intende lavorare nell’ambito della ristorazione, o meglio nei pub e nei bar dove vengono serviti superalcolici. Con l’acronimo RSA si intende il Responsible Service of Alcohol e si indica una certificazione che permette di servire alcolici e superalcolici nei locali pubblici. Quest’attestato si ottiene dopo un breve, ma intenso corso organizzato presso enti riconosciuti, e può capitare che la sua validità possa variare da stato a stato. Per quest’ultimo motivo, sarebbe opportuno scegliere di seguire i corsi per l’ottenimento della certificazione nello stato in cui si deciderà di stabilirsi.

WHITE CARD

 La White Card è un’altra importante certificazione per coloro che in Australia hanno intenzione di lavorare nell’ambito dell’edilizia. Anche in questo caso il certificato viene rilasciato dopo un breve corso, nel quale poter apprendere le norme che regolamentano le attività di costruzione e la loro sicurezza. Così come l’RSA, anche la White Card è molto richiesta in diverse occasioni. A questo punto, potrebbe essere molto utile leggere lavorare in Australia: informazioni generali.

APPROFONDIMENTI 


 

7. COME RESTARE IN CONTATTO CON L’ITALIA

Restare in contatto con tutte le persone che hai lasciato in Italia è oggigiorno molto semplice grazie a internet: dai dispositivi mobili ai portatili, sono numerosi i software e le applicazioni che permettono di essere sempre raggiungibili e di rintracciare in ogni momento chi vive in Italia o  in qualunque altra parte del mondo. Tutto ciò che ti serve è un dispositivo e una connessione ad internet.

CONNESSIONE INTERNET

In Australia, come sempre più spesso all’estero, è frequente trovare connessioni wifi aperte nei locali o in altri luoghi pubblici, dall’aeroporto ai mezzi pubblici. Si tratta di un’offerta molto utile, che consente di essere costantemente connessi.

Qualora tu non riesca a trovare una connessione wifi free a te comoda, non mancano le promozioni offerte dalla miriade di compagnie telefoniche che offrono chiamate internazionali e nazionali a prezzi ragionevoli. In alcuni casi ci sono anche alcune schede internazionali, che oltre ai minuti gratis e ad altri servizi verso l’estero, mettono a disposizione anche alcuni giga di internet. Per fare la scelta migliore, converrebbe valutare le proprie necessità, fare una piccola ricerca online e verificare le promozioni del momento più adatte alle tue esigenze, entrando nei negozi specializzati..

APPLICAZIONI DI TELEFONIA E MESSAGGISTICA

Le applicazioni e i programmi di telefonia e messaggistica che sfruttano internet e la modalità Voip sono davvero così numerosi e vantaggiosi, che chiamare in Italia, dall’altra parte del mondo, non ha più prezzo ormai.  Anche altre applicazioni per gli smartphone si stanno diffondendo come Facetime, Viber o WeChat. Nel caso di Viber la sensazione sarà proprio quella di telefonare a casa come da dietro l’angolo.

APPROFONDIMENTI 


 

8. COME TROVARE LAVORO IN AUSTRALIA

L’IMPORTANZA DI UNA PROFESSIONE

Una delle maggiori preoccupazioni che avrai non appena atterrato in Australia, sarà la ricerca di un impiego. Il mio consiglio è partire preparato, consapevole per ottimizzare al meglio la tua ricerca di lavoro. Per questi motivi ti consiglio:

APPROFONDIMENTI 

RESUME – IL CV AUSTRALIANO

APPROFONDIMENTI 

LETTERA DI PRESENTAZIONE AUSTRALIANA

APPROFONDIMENTI 

IL COLLOQUIO DI LAVORO IN AUSTRALIA

APPROFONDIMENTI 


 

9. LIBRI SULL’AUSTRALIA

Se vuoi restare sempre aggiornato, non perderti il nuovo progetto del laboratorio di Portale Australia!

Stanno uscendo i quaderni che ti aiutano a realizzare un piano australiano di successo

APPROFONDIMENTI 

.


10. FARE LE FARM IN AUSTRALIA

L’Australia copre un’area immensa, per la maggior parte deserta, ma che comprende anche una parte coltivabile, dove trovano posto migliaia di fattorie (farm) che, vista la tipologia multipla di climi, coprono quasi ogni genere di coltivazione e allevamento, due settori molto importanti per l’economa australiana.

DISCLAIMER  #STACOSATELADEVODIRE

Quello che sto per dirti non é  legge, ma  frutto della mia esperienza personale nell’aver assistito, insieme al mio team circa 9.000 ragazzi in questi ultimi anni. Mi auguro che questo mio pensiero possa stimolarti ad approfondire il discorso delle farm e del lavoro nelle aree regionali.

APPROFONDIMENTI 
Recommended Posts
Showing 11 comments
  • Annamaria Sartori

    Salve buongiorno? Siamo tre ragazzi che sono arrivati ieri a Sydney e volevamo passare dal vostro ufficio ma oltre agli orari non riusciamo a trovare l’indirizzo preciso di Portale Australia…grazie in anticipo e buona giornata!

  • Ricercatore 0003

    Ciao Antonio volevo aggiornarti sulla tassa per il Passaporto.

    E’ aumentata a 73,5 Euro

  • Alex DeLarge

    Ottima guida si vede che è stata fatta con passione… Ma anche uno che non ha un mestiere definito può tentare questa impresa?

  • Peppe Saitta

    Salve ragazzi, domandina facile
    Come prenoto un volo per l’Australia per un anno?
    O con ritorno aperto.
    Perché nn trovo compagnie che mi facciano prendere un ticket di ritorno dopo marzo.

    • Antonino Loggia

      Ciao Peppe, hai provato a chiedere in agenzia di viaggi? Considera che se vieni con WHV puoi fare solo A oppure se vuoi A/R puoi chiedere per il ritorno “Aperto” ovvero da spostare con una mora.

      • Peppe Saitta

        Oh that’s great, per cui il Whv ti permette di prendere un biglietto solo andata, ma questo nn creerebbe problemi alla dogana?!
        Cioè ovviamente se me lo dici ti credo, però perdonami se vogli essere sicuro di ciò. Quindi al momento che il tuo Whv termina di validità cosa succede?

  • Alessia

    Ciao Antonino,
    Io il 18 aprile dovrei partire per Manly non molto distante da Sydney, il visto WHV su che sito posso farlo e che data devo mettere quando richiedo il visto 18 aprile se parto in quella data?
    Per partire mi serve solo il passaporto e il WHV?
    Poi volevo chiederti quanto bisogna avere come minimo da parte prima di partire per l’Australia?

  • Francesco

    Ciao sono Franco vorrei venire in Australia ma ho 35 anni volevo sapere tutte le patenti che ho le posso usare come patenti valide cosa posso fare e cosa devo fare per entrare in Australia grazie un felice anno nuovo

  • Francesco

    Preferirei andare Adelaide come potete aiutarmi e consigliare per le cose da fare per non arrivare impreparato grazie per l aiuto
    Io sono di Reggio Calabria

  • Massimiliano

    Buongiorno, ho il passaporto maltese… posso trasferirmi in Australia per viverci e lavorare?
    Malta fa parte del Commonwealth come l’Australia… questo mi può agevolare?

  • Michele

    ciao a tutti, praticamente io ho appena adesso acquistato il visto WORKING HOLIDAY ma cio che non capisco è se prima devo attendere una risposta dal governo oppure devo prima inserire vari documenti (certificato di nascita, conto corrente, servizio militare, fototessere, passaporto) e poi loro faranno le loro verifiche e poi saprò se posso andarci o meno? grazie 🙂 se qualcuno ha anche altri consigli sulla vita/lavoro/alloggi a sydney sono ben disposto ad accettare tutto, vi posso anche lasciare un recapito telefonico cosi per spiegarmi meglio, grazie

Rispondi a Alessia Annulla risposta

Start typing and press Enter to search

strade-australiasydney-melbourne-viaggio