Darwin

Darwin

Capitale del Northern TerritoryDarwin è il punto di riferimento per tutta l’area settentrionale del territorio australiano. 

Indice della guida su Darwin

  • Darwin: una breve introduzione
  • Il cuore di Darwin
  • Storia di Darwin
  • Il clima di Darwin
  • Trasporti
  • Vivere a Darwin
  • Dove andare
  • Cosa vedere a Darwin
  • Dieci cose da vedere a Darwin
  • I dintorni di Darwin
  • Cosa fare a Darwin

 

Darwin: una breve introduzione

Quando visiterai Darwin, ti troverai di fronte ad una città apparentemente giovane ed estremamente moderna; la sua storia, però, è ben più complessa e antica.

La città venne fondata nel lontano 1869 e le fu dato il nome di “Palmerstone”, in onore del Primo ministro britannico.

Nel 1911, il suo nome fu cambiato in “Darwin”, per rendere omaggio al grande naturalista Charles Darwin; una curiosità: lo sapevi che, sebbene la città si chiami Darwin, il celebre naturalista non la visitò mai?

Riconosciuto come “l’avamposto più a nord dell’Australia”, Darwin possiede un’atmosfera tropicale e vacanziera.

La città mostra i tratti di una città coloniale, sebbene sia stata ricostruita da zero in seguito alle devastazioni causate dal ciclone Tracy più di 40 anni fa; anche il bombardamento della città nel corso della Seconda Guerra Mondiale l’ha lasciata mutilata.

I padri fondatori della città di Darwin hanno disposto il centro della città su una penisola che si estende lungo uno dei più bei porti dell’Australia settentrionale.

Il loro nome sopravvive nelle ampie strade del centro città, dove non mancano nemmeno strette stradine, antica eredità delle città australiane più anteriori.

Il popolo “Larrakia” è il legittimo possessore di origine aborigena della terra sulla quale è sorta Darwin.

Si tratta di una bellissima città verde con grandi parchi e giardini di alberi di palme, foreste tropicali e frangipane; Darwin è bagnata su tre lati dalle acque del Timor Sea.

La popolazione comprende più di 50 gruppi etnici; questa diversità è dovuta al crogiolo di nazionalità mescolatesi durante la sua fondazione.

Europei, cinesi e aborigeni lavorarono fianco a fianco per costruire la splendida Darwin; gli arrivi più recenti includono i migranti dalla Grecia, da Timor, dall’Indonesia e dall’Africa.

Mentre sono tantissime le tracce dell’antico passato e della storia di Darwin, altrettanti sono i segni tangibili che ne fanno una città moderna.

Grazie alle bellezze naturali che circondano il porto, le spiagge e i suoi parchi tropicali, Darwin mostra anche il suo volto più green.

 

Il cuore di Darwin

Il centro città è aperto e vibrante con strade ampie e parchi verdi e lussureggianti.

Nel cuore di Darwin sono presenti negozi caratteristici che vendono manufatti artistici di origine aborigena, gallerie d’arte, negozi di souvenir, boutique d’abbigliamento e caffè.

La città dispone proprio di tutto l’essenziale per soddisfare il visitatore quanto il cittadino.

Palazzi alti e moderni hanno tuttavia rimpiazzato gli edifici in stile coloniale del passato, rimane però inalterata l’atmosfera sobria e rilassante che questo angolo di paradiso sa donare.

 

Smith Street

Lo Smith Street Mall è il cuore commerciale del distretto economico (CBD) della città.

Il Raintree Park, con i suoi angoli ombreggiati e freschi, sorge sul suo lato settentrionale; si tratta di uno dei posti preferiti dalla popolazione locale durante la pausa pranzo.

Nel centro commerciale, da maggio fino a fine agosto, trovano rifugio i musicisti di strada; non è infatti raro imbattersi in talentuosi artisti giramondo.

Nella piazza adiacente c’è un’infinità di negozi che vende oggetti d’arte aborigena, gioielli, monili di produzione locale e abiti tropicali.

Non mancano nemmeno i piccoli caffè o alcuni deliziosi ristoranti dove pranzare avvolti dal fascino della città.

Alcuni shops vendono prodotti autentici del Northern Territory, come le perle del Mare del Sud o prodotti realizzati in pelle di coccodrillo.

Nella parte più meridionale, si può ammirare lo Star Arcade, quello che una volta era lo Star Theatre all’aria aperta; al giorno d’oggi ospita una ricca collezione di boutique e caffè.

La Smith Street continua verso sud, oltre il Brown’s Mart Theatre, costruito nel 1883 e casa del Brown’s Mart Arts Ltd.

Oltre questo edificio si trova il Darwin City Council Chambers. Qui si trova l’antico fico baniano piantato alla fine del 19° secolo e chiamato dai residenti “Tree of Knowledge.

Nelle vicinanze si trova la Christ Church Cathedral; la cattedrale è stata edificata nel 1902 e ristrutturata ben due volte in seguito ai bombardamenti giapponesi e il tifone Tracy

Per raggiungere invece, il Darwin Waterfront, ovvero il lungomare, è possibile percorrere un ponte pedonale che si trova alla fine di Smith Street.

 

 Mitchell Street

La parte occidentale di Mitchell Street è famosa per la sua zona ricca di ristoranti all’ultimo grido e di locali per il divertimento.

Con i numerosi ostelli, i suoi pub, le aree per trascorrere piacevoli serate all’aperto, i cinema e il Darwin Entertainment Centre, questa zona è una delle zone più vive della città.

Se sei nei paraggi, non perdere l’opportunità di nuotare con i coccodrilli al Crocosaurus Cove.

 

 Cavenagh Street

A est di Smith Street c’è Cavenagh Street; qui troverai palazzi commerciali, i dipartimenti governativi e un paio di gallerie artistiche e cafè.

In questa strada nacque la prima Chinatown di Darwin, piena di capanne diroccate e occasionali fumerie d’oppio sin dall’Ottocento.

Un segno del proprio passato dall’impronta asiatica si trova nelle vicinanze di Litchfield Street, dove un moderno Tempio Cinese si staglia imponente al fianco del vecchio tempio, che venne costruito nel lontano 1887.

Il Northern Territory Chinese Museum, lì vicino, ripercorre tutto il passato della popolazione di origine cinesi a Darwin

 

The Esplanade

Diversi alloggi delimitano l’Esplanade, affacciandosi verso il porto di Darwin.

Lungo tutto il porto, infatti, si trova un memoriale in ricordo delle centinaia di australiani e americani, caduti vittima dei bombardamenti aerei della  Seconda Guerra Mondiale; il memoriale comprende anche il Cenotaph.

Il bellissimo Bicentennial Park si snoda lungo tutta la lunghezza dell’Esplanade; il percorso ciclo-pedonale si estende dal Doctors Gully nel nord, fino al Darwin Waterfront.

A metà strada, c’è un sentiero che prosegue fino a Lameroo Beac e verso sud conduce al Deckchair Cinema; il cinema all’aperto ha luogo ogni sera nel periodo tra aprile e novembre.

All’angolo con Knuckey Street, c’è l’Old Admiralty House, costruita nel 1937; sopravvissuta alla devastazione del ciclone Tracy, è attualmente parte del Char Restaurant.

Nelle vicinanze c’è il Lyons Cottage; quello che una volta era la British Australian Telegraph (BAT) House for the Overland Telegraph, ora custodisce l’Aborigenal Bush Traders, che promuove escursioni turistiche per vivere appieno l’esperienza indigena, non tralasciando le sue arti e gli artefatti originali.

 

 Storia di Darwin

Se Darwin può vantare oggi alcune inestimabili bellezze paesaggistiche e architettoniche, non può vantare allo stesso modo una storia molto felice; la città, infatti, durante la Seconda Guerra Mondiale nel 1942, fu bombardata dalla flotta giapponese.

Si tratta del primo assalto diretto contro l’Australia che fino a quel momento era riuscita a rimanersi fuori dal conflitto mondiale.

Molti abitanti (quasi 300) persero la vita e la città venne distrutta.

Non si fece in tempo a ricostruirla, che una seconda tragedia segnò il destino della città: sto parlando del ciclone Tracy.

Il ciclone Tracy si abbatté sull’interno Northern Territory nel 1974.

I suoi abitanti furono costretti a ricostruire interamente la città per la seconda volta; da allora ad oggi conserva inalterate la sua struttura urbanistica ed il suo splendido aspetto.

Oggi la città conta all’incirca 130.000 abitanti, se si considera anche l’area immediatamente limitrofa al centro cittadino.

È un centro di medie dimensioni rispetto alle grandi città australiane, ma ha un’identità ben distinta e un’economia piuttosto fiorente.

 

Il Clima di Darwin

Darwin ha una temperatura costante di circa 30°C.

La maggior parte delle persone visitano la città durante il periodo secco, che va da maggio alla fine di settembre; in questo periodo è possibile ammirare cieli blu e notti bellissime.

Il periodo crescente (da ottobre a dicembre) è famoso per il caldo, per l’atmosfera soffocante e per gli imponenti temporali che si abbattono sulla zona.

Durante la stagione umida, (fino alla fine di aprile), i monsoni asiatici  si abbattono su Darwin; i monsoni portano fortissime piogge che possono durare per giorni e forti venti.

Nel mezzo della stagione dei monsoni, le strade della città e le campagne circostanti possono essere allagate dalle acque, si tratta di solito di brevi periodi di inondazioni.

In questo periodo le temperature fredde e la pioggia potrebbero causare gravi disagi a chi decide di visitare la città; tuttavia è anche il momento dell’anno in cui le campagne circostanti sono più verdi e rigogliose, quando gli alberi locali fioriscono e attirano migliaia di uccelli.

 

°C Max °C Min mm di pioggia Giorni di pioggia
GENNAIO 32 25 393 15
FEBBRAIO 32 25 329 15
MARZO 32 24 258 13
APRILE 33 24 102 13
MAGGIO 32 22 14 1
GIUGNO 31 20 3 0
LUGLIO 30 19 1 0
AGOSTO 31 20 1 0
SETTEMBRE 33 23 12 1
OTTOBRE 34 25 52 3
NOVEMBRE 34 25 124 8
DICEMBRE 33 25 241 11

 

Trasporti

Vista la sua posizione sulla costa settentrionale del paese, Darwin è sempre stata un importante snodo di collegamento con il mondo orientale.

Ad oggi rimane forte la presenza della comunità orientale, tra cui spicca senza dubbio quella cinese e indonesiana.

Prima della costruzione di Darwin questi territori erano occupati quasi completamente da antiche tribù aborigene; sebbene il numero sia diminuito la loro presenza è ancora molto forte.

È proprio in questi territori, e in quelli dell’entroterra nei pressi di Alice Springs, che si registrano, infatti, i più grandi insediamenti aborigeni del continente.

Il metodo migliore per spostarsi a Darwin e nei punti d’interesse limitrofi è il mezzo proprio.

Per visitare la città è fortemente consigliato spostarsi a piedi.

 

Vivere a Darwin

Darwin è una città davvero semplice da girare: le strade della città sono organizzate secondo un reticolato, le attrazioni principali sono tutte vicine tra loro e si possono visitare quasi tutte a piedi, passeggiando e, infine, c’è poco traffico, condizione che rende ancora più gradevole fare il turista.

Un servizio di trasporto pubblico regolare serve la maggior parte dei quartieri; assieme a Darwin viene servita anche la città satellite di Palmerston, il capolinea per la città è su Harry Chan Avenue.

I taxi sono disponibili all’estremità del centro commerciale, ma possono anche essere presi dalla strada.

Il Tour-Tub è un pullman aperto che serve alcuni dei punti principali della città .

La rete di piste ciclabili di Darwin si estende dal cuore della città fino ai quartieri più esterni; le biciclette possono essere noleggiate in diverse rimesse degli ostelli.

La maggior parte degli ostelli si trovano su Mitchell Street.

 

Dove andare

Il centro della vita di Darwin è il lungomare, inteso come fulcro vitale dell’impianto turistico della città.

Anche il porto è un altro punto nevralgico della sua economia, vista la grande importanza del settore portuale e commerciale.

Spostandosi appena fuori dal centro, vi sono le grandi fattorie; con le loro produzioni danno un contributo importante non solo all’economia della zona, ma a quella dell’intera nazione.

 

Il Lungomare di Darwin

Completamente ristrutturato di recente, il lungomare di Darwin con il suo porto e i suoi pontili possiede una storia antica e affascinante.

I pontili Stokes Hill e Fort Hill risalgono a un secolo fa, quando le navi arrivavano a Darwin per caricare o scaricare i cargo dei Tropici; al giorno d’oggi i pontili vengono usati per permettere l’attracco alle navi di lusso e alle navi da crociera.

Ricca di caffè, ristoranti tradizionali e boutique si presenta la zona del lungomare; negli anni è diventata un’area residenziale raffinata e popolare, complice la sua posizione vicino alla città.

Intorno al nuovo centro congressi la piscina ad onde e la laguna costituiscono un gradevole modo per passare il tempo facendo lunghe nuotate.

 

I tunnel per lo stoccaggio del petrolio durante la Seconda Guerra Mondiale

Sotto una serie di scalini davanti al Survivors Lookout fino al Darwin Waterfront sono collocate delle gallerie per lo stoccaggio; furono costruite dopo che i serbatoi oltre il livello della strada furono bombardati nel corso dei primi raid aerei su Darwin.

Uno dei tunnel è aperto al pubblico ed è stato arricchito da diversi pannelli storici

 

Indo Pacific Marine

Scopri cosa vive nascosto tra le acque del porto di Darwin, dai letali pesce sasso al bellissimo corallo.

L’Indo Pacific Marine ha trasferito un ecosistema vivente dall’acqua in una esibizione sulla terra.

Ci sono diverse creature originarie dei mari australiani, tra cui la pericolosa medusa a scatola.

 

Stokes Hill Wharf

Quello che una volta era il più importante porto dell’Australia settentrionale, Stokes Hill Wharf è ora un luogo affollatissimo da turisti e abitanti del luogo; qui si viene per rilassarsi lungo il porto e assaporare in tranquillità deliziosi fish and chips.

Inoltre, è anche un ottimo posto per pescare o osservare i grandi temporali che si accumulano durante la stagione umida.

Alcune delle crociere di Darwin partono proprio da questo pontile.

 

Cosa vedere a Darwin

Come ormai sai, Darwin oltre ad essere il simbolo del Territorio del Nord, è anche una città giovane, ricca di storia e fascino.

Qui di seguito ti illustro le sue attrazioni principali e i più importanti punti di interesse.

 

Da non perdere

La prima tappa della tua visita alla città di Darwin non potrà che essere il Museum & Art Gallery of the North Territory.

Questo bellissimo museo raccoglie:

  • una splendida collezione di arte aborigena
  • alcune toccanti testimonianze di ciò che il ciclone Tracy ha significato per la storia di questa città

Imperdibili sono anche le gallerie costruite durante la Seconda Guerra mondiale e utilizzate per lo stoccaggio del petrolio.

Oggi ospitano alcune foto che ritraggono il periodo di guerra, che tanto ha significato nella storia di Darwin.

La città ospita al suo interno anche alcuni interessanti edifici storici tra cui il Lyons Cottage; qui si ripercorre la storia fotografica di Darwin o la Fannie Bay Goal.

L’antica prigione della città oggi ospita un interessante museo.

Da non perdere è nemmeno il tempio cinese con annesso museo, tributo alla cultura orientale e buddhista.

Un altro edificio di rilievo cittadino è il palazzo dove risiede il Parlamento: la Parliament House. L’edificio ospita anche la sede centrale della biblioteca.

Per riscoprire un po’ di quella natura incontaminata che esisteva prima dell’insediamento umano puoi visitare il Kakadu National Park; il parco è stato dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.

Darwin è anche il terminale di due importanti infrastrutture di collegamento australiane:

  • la Stuart Highway: una grande austostrada che collega Darwin e Adelaide passando per il Red Centre del continente
  • la linea ferroviaria percorsa dal famosissimo treno Ghan. La tratta che percorre un suggestivo percorso dai paesaggi del nord a quelli del sud del paese

Oltre a questi due mezzi di collegamento puoi naturalmente raggiungere la città anche in aereo, atterrando all’aeroporto cittadino che serve compagnie nazionali e internazionali.

 

Dove mangiare

Merita una visita anche il lungomare cittadino, noto come The Esplandade.

Qui si trovano alcuni tra i migliori alberghi e ristoranti della città; dall’ Esplandade si gode di una vista incomparabile su tutta la zona costiera.

Se hai voglia di un pasto veloce, ma caratteristico, recati allo Stokes Hill Wharf; sul molo si trovano molti locali all’aperto perfetti per pranzare durante una bella giornata di sole.

 

Ripercorrere la storia cittadina

Se sei un appassionato di musei militari, proverai una grande soddisfazione nel visitare l’Australian Aviation Heritage Centre; si tratta del museo dell’aviazione, qui sono esposti alcuni dei veicoli di maggiore importanza usati dall’aviazione australiana.

Da non perdere il famosissimo bombardiere B52, la vera attrazione principale del museo.

Infine, per avere un’idea della vita della città prima dei bombardamenti, recati nel piccolo villaggio del Myilly Point Heritage Precint. In questo villaggio le case posseggono ancora la struttura originaria datata intorno agli anni ’30 del ‘900.

 

Dieci cose da vedere a Darwin

Se dovessi avere poco tempo a disposizione per visitare la città di Darwin in Australia, ti suggerisco ora ben dieci cose che potrai scegliere di fare in sole 24 ore in città o nelle sue immediate vicinanze.

Darwin, cuore pulsante e capitale del Northern Territory, merita davvero un po’ del tuo tempo e della tua curiosità.

Non è semplicemente la porta verso il Kakadu National Park, ma è un luogo da non perdere per una vacanza da sogno. Cosa aspetti? Prendi carta e penna…

 

George Brown Darwin Botanic Gardens

Sebbene i George Brown Darwin Botanic Gardens siano stati rasi al suolo dal ciclone Stacy nel 1974 sono stati ricostruiti in tempi brevissimi, forse più belli di prima.

Senza dubbio, i giardini botanici affascinano chiunque per la loro unicità al mondo; pochi luoghi sul pianeta possono vantare una così grande varietà di piante dell’Australia settentrionale.

Qui non si trovano soltanto specie autoctone ma anche esemplari tropicali.

 

The Vic

Per conoscere a fondo Darwin, è necessario visitare The Vic.

Il pub è ancora oggi importante così come lo era nel tardo 19° secolo ed è in grado di soddisfare tutte le richieste degli amanti della vita notturna in città.

 

Museum and Art Gallery of the Northern Territory

L’area interna di Fannie Bay è il quartiere simbolo di Darwin.

Qui si trova il miglior museo in assoluto, senza ombra di dubbio, il Museum and Art Gallery of the Northern Territory, punto cardine della cultura locale.

 

Darwin Military Museum

La città di Darwin ha partecipato attivamente alla Seconda Guerra Mondiale e qui si è compiuto uno dei sacrifici storici più noti.

La città è stata teatro tragicamente del più cruento bombardamento da parte dei Giapponesi il 19 febbraio 1942.

Le perdite furono ingenti e la capitale del NT ha dovuto affrontare una “seconda ricostruzione”, dopo il ciclone Stacy. In questo museo potrai entrare in contatto con la “Pearl Harbor” australiana e non solo.

 

Litchfield National Park

Il Litchfield National Park ospita alcuni famosi animali selvatici come:

  • i Dingo
  • l’Opossum del Nord
  • l’Antechinus Bellus
  • le Volpi volanti nere e rosse
  • il Wallaroo orientale
  • il Wallaby Agile
  • il Petauro dello zucchero, noto come Scoiattolo volante

 

Darwin Crocodile Farm

Situato nel cuore della city, il Darwin Crocodile Farm ti permette di avvicinarti in modo impressionante, ma sicuro, ai coccodrilli.

Qui si possono trovare più di 15.000 coccodrilli di acqua salata, ma, nessuno potrebbe giustificare uno degli scopi della farm: lavorare le pelli e le carni dei coccodrilli per esportarle all’estero.

 

Charles Darwin National Park

Bunker risalenti alla Seconda Guerra Mondiale e scheletri degli antichi Aborigeni potrebbero mai convivere nello stesso posto?

Evidentemente la risposta è sì. Vedrai tutto ciò e molto altro ancora in quest’impressionante parco naturale di 13 km2.

 

Bicentennial Park

Non perdere la possibilità di visitare il Bicentennial Park che occupa il lungomare di Darwin.

Si tratta di un luogo che merita davvero di essere visto per la bellezza ed il relax che regala.

 

Mindil Beach Markets

Mindil Beach è il luogo ideale dove ammirare un tramonto mozzafiato.

Nel periodo che va da maggio a ottobre, poi, viene organizzato un ampio mercato; traboccante di prodotti tipici, quest’angolo di città diventa una meta imperdibile.

 

Kakadu National Park

Sito patrimonio UNESCO, luogo dall’ambientazione unica, paradiso per una flora e una fauna davvero uniche, e luogo importante per i resti della cultura Aborigena.

Il Kakadu National Park non delude mai le aspettative dei suoi visitatori.

 

Dintorni di Darwin

Nei dintorni della città di Darwin si trovano alcune località veramente suggestive per le quali vale la pena dedicare qualche giorno.

 

Tiwi Islands

A circa 90 chilometri a nord della città si trovano le Tiwi Islands; questo luogo prende il nome dalla popolazione aborigena che vi risiede.

Le due isole di Bathurst e Melville si possono visitare solamente tramite tour organizzati, il turismo sull’isola è tenuto sotto stretto controllo.

Se ne hai la possibilità, informati per tempo per visitarle perché; qui si respira un’aria e un’atmosfera dal sapore antico e incontaminato.

Le isole ospitano anche, nel mese di marzo, le finali del campionato di football australiano, sport amato dagli abitanti di queste isole.

 

La natura nei pressi della città

Da non perdere:

verso l’interno della regione, nelle pianure verdeggianti dell’entroterra dove sorge la Fogg Dam Conservation Reserve vi sono innumerevoli itinerari naturalistici, molto apprezzati per il bird-watching.

Tutta la zona limitrofa della città, che si snoda intorno all’Adelaide River e al Mary River è ricca di parchi nazionali: vale la pena ricordare il Mary River National Park e il Bird Billabong.

L’attrattiva più importante dei dintorni della città è costituita senza dubbio dal Litchfield National Park, uno tra i più apprezzati parchi nazionali della zona.

L’attrattiva principale del parco sono le cascate che creano affascinanti piscine naturali dove ti consiglio di fare un bagno rilassante.

Il parco è particolarmente apprezzato anche per il bushwalking.

Nota in particolare i termitai, la tana delle termiti: queste strutture sono molto rare e si trovano solo in poche parti del pianeta.

Altra attrazione della zona è il Territory Wildifire Park con il suo meraviglioso acquario che contiene le splendide razze e gli immancabili coccodrilli.

Un tuffo nel passato

Durante il tuo itinerario nella zona, approfitta anche per sostare in alcuni dei piccolissimi paesi che sono disseminati lungo tutta questa zona come; Adelaide River e Pine Creek ne sono due esempi.

 

Cosa fare a Darwin

Ammirare gli abitanti del mare

Visto che l’Australia è considerata da molti la “terra dei coccodrilli” non puoi rinunciare ad una visita alla Crocosaurus Cove; qui potrai ammirare diversi esemplari di questa specie.

Se sei dotato di grande coraggio prenota anche una visita alla Cage of Death, la grande piscina abitata dai coccodrilli.

Altro importante acquario della città è l’Indo-Pacific Marine Exhibition che racchiude nelle sue vasche alcune delle specie che popolano le acque del porto di Darwin.

Vicinissima a questa struttura si trova l’Australian Pearling Exhibition, dedicata all’approfondimento sulla raccolta delle ostriche da perla tipiche di questa zona.

 

I parchi cittadini

Le occasioni di vedere gli animali nella città di Darwin non si fermano qui; il Crocodylus Park, lo zoo cittadino, ti permetterà di ammirare da vicino animali provenienti da tutto il mondo assieme ad esemplari della fauna locale.

Se, invece, vuoi passeggiare nel verde fermati per qualche ora all’interno dei George Brown Botanic Garden. Il parco naturale copre un’area di più di 40 ettari di estensione ed ospita stupendi baobab.

Il parco prevede percorsi dedicati anche al bird-watching per gli appassionati del settore.

Altro punto verde molto importante è l’East Point Reserve dove potrai osservare le particolari mangrovie tropicali.

 

 Natura di Darwin

Per fare un bel bagno nell’oceano il mio consiglio è quello di spostarti appena fuori il centro cittadino e spingerti fino alla spaziosa Casuarina Beach.

Attenzione però alle temibili cubomeduse che da ottobre a marzo popolano queste acque in grande quantità.

Se dovessi essere aggredito da una medusa, recati immediatamente da un medico.

Se invece vuoi stare tranquillo, senza incorrere il alcun tipo di pericolo, puoi sempre fare un bagno nel Lago Alexander, si trova a pochi minuti di bicicletta dal centro cittadino.

Questo lago di acqua salata è davvero sfruttato dagli abitanti della città che ne approfittano per trascorrere i week-end nel verde senza dove uscire dal centro di Darwin.

Se hai bisogno di aiuto nell’organizzare il tuo viaggio in Australia, contattaci che possiamo aiutarti con:

  • Ostelli
  • Homestay
  • Shared Dorm
  • Noleggio Auto
  • Noleggio Furgoni
  • Appartamenti
  • Hotel
  • B&B
  • Noleggio 4×4
  • Noleggio Camper

Start typing and press Enter to search