Camerieri in Australia senza stress in 10 consigli

Servire ai tavoli di un locale in Australia può rivelarsi un’esperienza divertente e remunerativa, ma non per tutti, scopri perché nel blog  ‘Le mirabolanti avventure di una cameriera negata in Australia‘ infatti nonostante il ritmo frenetico di alcuni ristoranti possa apparire frenetico, le cose non devono per forza andare in questo modo.

È vero che, indipendentemente dal locale in cui fate servizio al tavolo, i clienti avranno un certo livello di aspettative tra le quali rientrano: un servizio complessivamente amichevole, ricevere le pietanze che hanno ordinato e che abbiamo un buon sapore, riceverle entro un lasso di tempo ragionevole. Dal momento che soddisfare queste attese in quanto cameriere cameriera è più facile a dirsi che a farsi, il lavoro potrebbe diventare molto stressante.

Fortunatamente se state facendo i camerieri in Australia possiamo darvi dieci suggerimenti da seguire, desunti dalle esperienze di numerosi amici, grazie ai quali in breve tempo riuscirete a svolgere questo lavoro con meno stress e più soldi in tasca.

Guida in dieci passi per servire ai tavoli senza stress

1. Salutate le persone che siedono ai vostri tavoli

Non metteteci più di due minuti per andare a salutare le persone che siedono ai tavoli di vostra competenza. Lo sappiamo che a volte può risultare difficile quando c’è tanta confusione ma è di vitale importanza riuscire a farlo. Anche se non potete fermarvi, dite semplicemente “Salve!” mentre passate. In questo modo il cliente capirà che vi siete accorti della sua presenza. Quando ne avete l’occasione presentatevi, create un contatto visivo e chiedete come se la passano in questa magnifica giornata. Se ci sono dei bimbi piccoli, chiedete se hanno bisogno di un seggiolone. La vostra gentilezza nei confronti del cliente inevitabilmente genererà la loro nei vostri confronti, molto spesso sotto forma di mancia.

2. Prendete l’ordine delle bevande

Ora che il cliente si è accomodato è pronto per ordinare da bere. Se il ristorante ha delle bevande speciali come vini, birre o altri alcolici, cominciate col proporre queste.  In genere costano più di un tè o di un’acqua tonica e questo vorrà dire un conto più alto alla fine e, potenzialmente, una mancia più lauta. Se ordinano un bicchiere di vino della casa, provate a suggerirne qualcuno più pregiato. Se invece vi chiedono una vodka tonica non dimenticate di proporre le qualità più pregiate (e che costano di più) del superalcolico. Questa pratica nell’ambito del marketing è detta upselling. Imparatela, è per il vostro bene. Se il tavolo ha bisogno di più tempo per decidere, anche a proposito delle bevande, proponetegli dell’acqua nel frattempo. Una volta che avrete preso l’ordine cercate di portare al tavolo tutto ciò che vi hanno chiesto il prima possibile.

3. Proponete degli antipasti

Ora che il cliente ha anche da bere è giunto il momento che voi gli proponiate degli antipasti. Spesso i clienti non hanno voglia di ordinare degli antipasti ma altrettanto spesso cambiano idea dopo aver ascoltato i vostri suggerimenti. Se li ordinano, portateglieli il prima possibile e assicuratevi che abbiano dei piatti e delle posate in più qualora si rendesse necessario. Adesso è tempo di ordinare i primi piatti.

4. Prendete l’ordine delle pietanze

Questa parte è cruciale, quindi non fate confusione. D’accordo, tutti vi dicono che avete una memoria infallibile e questo forse è anche vero. Magari vi ricordate ancora il numero di telefono di una compagna delle elementari o il modo in cui era vestito il vostro primo amore il primo giorno d’asilo. Fantastico ma irrilevante per il vostro lavoro. Quando prendete un ordine dovete scrivere ogni cosa. Assicuratevi di ciò che ciascun cliente ordina rileggendo dopo di lui o lei l’ordinazione. Se siete insicuri ricontrollate. Se qualcuno dei piatti ordinati prevede un condimento speciale, portatelo immediatamente al tavolo. Questo renderà il vostro lavoro più semplice nel momento in cui il cibo verrà portato al tavolo.

5. Portate il cibo

È importante adottare delle buone maniere, specialmente quando si ha a che fare con il cibo altrui. I clienti apprezzeranno accortezze come servire prima le donne e i più piccini e poi tutti gli altri. È necessario sviluppare delle buone pratiche. Quando sistemate i piatti sul tavolo assicuratevi che la portata principale si trovi davanti al cliente che l’ha ordinata. Assicuratevi che tutti siano soddisfatti e chiedete se potete portare qualcos’altro. Proponete dell’altro vino, birra o un altro giro dell’ultimo drink che hanno ordinato e poi lasciateli mangiare in santa pace.

6. Tornate a controllare

Aspettate qualche minuto dopo aver portato i piatti al tavolo e poi tornate a controllare se è tutto a posto. In quanto clienti, oltre che camerieri, saprete sicuramente che non c’è nulla di peggio che sbavare su un piatto che non è il vostro o notare quella goccia di burro di arachidi proprio nel vostro piatto quando siete allergici alle arachidi. Assicuratevi che non manchi nulla dell’ordine che hanno fatto, che ogni cosa sia di loro gradimento e che siano contenti. Generalmente dopo il controllo iniziale potete lasciare il tavolo in pace. Se c’ un bicchiere vuoto o un cliente scontento lo noterete indipendentemente dal punto del ristorante in cui vi trovate. Anticipate i desideri dei vostri clienti riempiendo sempre i loro bicchieri e portando dell’altro pane, prima che lo debbano chiedere loro.

7. Portate via i piatti

Se non siete sicuri al cento per cento che un cliente abbia terminato il proprio pasto, chiedete. Non appena però avranno terminato, portate via tutti i piatti, le posate, i tovaglioli e qualunque altro rifiuto ingombrante che si trovi sulla tavola. Di regola bisognerebbe togliere i piatti stando alla destra del cliente. Se ci sono degli avanzi che desiderano portate con sé, offrite loro una scatola a portar via.

8. Proponete dei dolci

Una volta che avete ripulito il tavolo, proponete i dolci, il caffè, il tè. Così come avete consigliato i clienti a proposito degli antipasti, fatelo per i dessert magari proponendo i vostri preferiti.

9. Portate il conto

Quando il pasto è terminato, portate il conto e lasciatelo nel centro del tavolo. Ringraziate i clienti con gentilezza e date un’occhiata per vedere se hanno lasciato una carta di credito che dovrete preoccuparvi di far passare nell’apposito marchingegno. Se invece lasciano i contanti, portate sempre il resto. Chiedere: “Le serve il resto?” potrebbe sembrare prepotente costandovi la mancia.

10. Ricominciate dal punto 1 con il prossimo tavolo

 

Post del forum consigliati

Recent Posts
Comments
  • Fabio91

    Complimenti per l’articolo veramente molto utile e per il sito in generale

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

capacita-interpersonaliTrovare lavoro in Australia