Le città più felici d’America dove lavorare

Sebbene l’inverno in Italia sembra stia tardando a farsi sentire del tutto, in varie zone del mondo, nell’emisfero boreale, il freddo è pungente, come nel caso degli Stati Uniti, dove le temperature nei giorni scorsi sono scese in picchiata e molti americani si sono ritrovati chiusi in casa o costretti ad andare a lavoro nonostante il freddo anomalo, pensando se fosse o meno il caso di spostarsi in qualche altra città, magari cercando un lavoro in qualche zona dal clima più mite e piacevole.

Da questa situazione è nata l’idea di scrivere quest’articolo dedicato ai luoghi più o meni felici dove lavorare, in base a otto fattori chiave che influenzerebbero il rendimento e la soddisfazione di un impiegato, tra cui il bilanciamento tra lavoro e qualità della vita, rapporti di un lavoratore con i propri datori di lavoro e con i colleghi, ambiente di lavoro in generale, paga, opportunità di carriera, visione generale dell’azienda e risorse.

Le città più felici sono anche le più soleggiate

Miami è in cima alla lista, in particolar modo per le sue giornate soleggiate per gran parte dell’anno. Conosciuta per la sua vita notturna e per la sabbia bianca, amate dai turisti che affollano la città, sta sviluppando notevolmente anche l’ambito tecnologico.

A  Miami infatti, sta sviluppando una serie di attività che hanno a che fare con le nuove tecnologie, e si pensa che sarà proprio in città che si svilupperà uno dei centri tecnologici maggiori al mondo, incastonato tra la sabbia e il mare. Grazie alla crescita di numerose startup in zona e a allo sviluppo di impieghi ben pagati, la cultura positiva e felice del lavoro si traduce in impiegati e lavoratori che amano quello che fanno.

Subito dopo troviamo Jersey City, in New Jersey, seguita da Mountain View in California, diventata famosa nel mondo per essere la patria di Google, Mozilla e Intuit. Brooklyn, New York e San Jose in California chiudono la lista delle migliori cinque.

Ho iniziato quest’articolo facendo riferimento al freddo, perché è curioso come molte delle città in America ritenute più adatte a lavorare felici si trovino tutte in zone dove fa più caldo. Tuttavia, lo stato di New York è l’unico ad avere nella lista delle top 20 ben tre città: Brooklyn, buffalo e New York City. Ciò significa che le persone si sentono più disposti a soffrire il freddo del nord, se le città dove si dovrebbero trasferire offrono comunque spunti interessanti per il weekend e ospitano aziende con una cultura del lavoro attiva e positiva.

Ecco la lista completa delle 20 città più felici degli Stati Uniti dove lavorare. C’è anche la tua meta ideale?

  1. Miami Florida

Salario medio; 63.825 USD

  1. Jersey City, New Jersey

Salario medio: 78.107 USD

  1. Mountain View, California

Salario medio: 91.733 USD

  1. Brooklyn, New York

Salario medio: 53.907 USD

  1. San jose, California

Salario medio: 96.209 USD

  1. Redmond, Washington

Salario medio; 104.199 USD

  1. Los Angeles, California

Salario medio: 75.005 USD

  1. Arlington, Virginia

Salario medio, 90.391 USD

  1. San Francisco, California

Salario medio: 71.138 USD

  1. Buffalo, New York

Salario medio; 48.457 USD

  1. Dallas, texas

Salario medio: 74.655 USD

  1. San Diego, California

Salario medio: 77.367 USD

  1. Baltimora, Maryland

Salario medio: 66.539 USD

  1. Washingotn, D.C.

Salario medio; 74.110 USD

  1. Philadelphia, Pennsylvania

Salario medio: 61.267

  1. Nashville, Tennessee

Salario medio: 63.420

  1. Boston, Massachussets

Salario medio: 74.910

  1. New York, New York

Salario medio; 75..484

  1. Kansas City, Missoury

Salario medio: 67.367 USD

  1. Ann Arbor, Michingan

Salario medio: 63.528

 

Recent Posts

Start typing and press Enter to search

Kansas City, MOTravel-Blogger