Medicare: il sistema sanitario in Australia

Si chiama Medicare: in Australia il sistema sanitario è universale e copre la maggior parte delle esigenze legate alla salute se sei un residente in via permanente oppure se, entrato con un un visto temporaneo, ti fermi per un periodo limitato.
Naturalmente spero non ti capiti mai, ma può succedere di aver bisogno del medico o di dover andare in ospedale per piccoli o grandi problemi. Accedendo al sistema Medicare non dovrai pagare per ogni visita o ogni trattamento, anche se è bene sapere che la copertura non è totale (sia a livello di costi sia per quanto riguarda le tipologie di interventi inclusi) e soprattutto ha una durata precisa (sei mesi dal tuo ingresso nel Paese).
Per questo ti consiglio di andare a fare richiesta della tessera Medicare appena arrivato in Australia, per non doverti trovare nella situazione di spendere cifre, spesso molto elevate, per un’improvvisa esigenza medica (anche se poi ti verrebbero rimborsate, del tutto o in buona parte).

medicare

Il logo Medicare

Cos’è il sistema Medicare e come funziona

Il Medicare è stato introdotto dal governo nel 1975 per assicurare ai cittadini australiani e ai residenti con visto permanente una buona, seppur non totale, copertura dei bisogni sanitari. È un sistema universale, cioè si applica a tutti senza discriminazioni, ed è finanziato pubblicamente dal prelievo di una certa percentuale di contributi dallo stipendio (che al momento ammonta al 2% delle entrate tassibili). Il cosiddetto Medical Levy (cioè tributo) prevede che alcune fasce di persone siano escluse se le loro entrate sono al di sotto di una certa soglia, che altre siano tassate solo parzialmente e che, invece, chi guadagna oltre un certo limite subisca un prelievo superiore fino all’1-1,5% (se non ha anche un’assicurazione privata). Questo vale per chiunque paghi le tasse in Australia, inclusi gli immigrati.

La copertura garantita dal Medicare è valida per le visite dal GP (il General Pratictioner, vale a dire il medico di base) al 100%, così come per la degenza e le terapie in ospedale, e dell’85% per le visite specialistiche (il paziente è quindi tenuto a coprire il restante 15% fino al raggiungimento di una soglia annuale di spesa, che per il 2016 è di A$ 447,40. Si tratta del programma Medicare Safety Net threshold). I trattamenti dentistici non sono generalmente coperti, anche se alcuni Stati provvedono a fornire cure gratis o a sostenere parte dei costi per certe categorie di persone o rilasciano dei voucher che garantiscono la gratuitità delle cure fino a un certo ammontare. Inoltre il sistema permette di acquistare a prezzo ridotto alcuni medicinali grazie al Pharmaceutical Benefits Scheme.

medicare

Un ufficio Medicare

Per gli immigrati

Tutti questi benefici valgono anche per gli immigrati i cui Paesi d’origine abbiano sottoscritto un accordo di reciproca assistenza in ambito sanitario. L’Italia rientra tra questi, per cui se ti trovi in Australia con un visto temporaneo hai diritto a sei mesi di copertura sanitaria identica a quella dei cittadini australiani. La copertura vale per chi ha visti quali il Working Holiday Visa e il visto turistico.

Il discorso è diverso per chi entra con uno Student Visa: qui scatta infatti l’obbligo di stipulare un’assicurazione privata. Si tratta della cosiddetta Overseas Student Health Cover, che contribuisce a sostenere i costi di procedure mediche, degenze e interventi in ospedale, trasporto in ambulanza e parzialmente anche dell’acquisto dei farmaci. Possedere questa assicurazione è una condizione necessaria per ottenere il visto e deve essere valida per tutto il periodo in cui dura il corso di studi. Di solito la copertura assicurativa esclude trattamenti iniziati o di cui c’era necessità prima di arrivare in Australia, mentre l’esatta definizione di cosa sia incluso dipende dalla polizza stipulata. Solo le compagnie australiane possono garantire la Overseas Student Health Cover (non quelle oltreoceano), per cui devi scegliere tra quelle citate nelle seguente lista:

  • Australian Health Management;
  • BUPA Australia;
  • Medibank Private;
  • Allianz Global Assistance;
  • Nib OSHC.

Il costo di questa assicurazione dipende dal tipo di copertura che offre, ma in linea generale si tratta di circa A$ 400 per un anno a studente. I prezzi crescono proporzionalmente se la copertura riguarda una coppia (oltre 1.200 A$), un genitore con figli a carico (A$ 1.750) o un’intera famiglia (più di 2.000 A$).

medicare

La tessera Medicare

Cosa fare se il tuo visto è scaduto

Nel caso del Working Holiday Visa, che ha la durata di un anno, dopo sei mesi la copertura sanitaria non ha più valore. Per poterla riattivare serve un nuovo visto di ingresso nel Paese, per cui è consigliato intraprendere un viaggio e tornare in Australia, così da far ripartire il programma Medicare. In alternativa puoi sottoscrivere un’assicurazione privata che ti copra dopo i primi 6 mesi, ma non c’è alcun obbligo in tal senso (vale a dire che non è un requisito per ottenere il visto).

Se hai un altro visto temporaneo (non turistico) di qualsiasi tipo devi sottoscrivere un’assicurazione privata per tutta la durata della permanenza e che valga non solo per te ma anche per tutti coloro che rientrano nel visto. Senza assicurazione il visto non viene rilasciato. La differenza è che per gli studenti non è obbligatorio stipulare una polizza con una compagnia australiana (le principali sono quelle citate sopra), ma conviene per velocizzare i tempi di verifica per il rilascio del visto stesso e in generale avere meno problemi. Vale la stessa cosa anche per chi ha un visto per una permanenza superiore, come l’Employer Sponsor Visa.

medicare

Cosa copre Medicare

  • il 100% delle visite al GP e ambulatoriali;
  • il 100% delle cure negli ospedali pubblici;
  • l’85% delle visite ai medici specialisti;
  • test ed esami richiesti dal medico o necessari per trattare una patologia diagnosticata;
  • visite oculistiche;
  • alcuni trattamenti specifici per malattie croniche/disabilità;
  • parte del costo di alcuni medicinali.

medicare

Cosa non copre Medicare

  • servizi ospedalieri non necessari;
  • trattamenti cosmetici;
  • traporto in ambulanza;
  • la maggior parte dei trattamenti dentistici;
  • la maggior parte dei trattamenti fisioterapici, chiropratici, logopedistici, psicologici;
  • agopuntura;
  • acquisto di occhiali/lenti a contatto/apparecchi acustici;
  • servizi infermieristi a domicilio.

medicare

L’assicurazione privata

Molti decidono di associare al Medicare anche un’assicurazione privata, che generalmente è di due tipi:

hospital cover: permette di coprire i costi di essere un paziente privato in un’ospedale. L’ospedale può essere privato o pubblico. Il sistema Medicare garantisce la copertura del 75% dei costi in un ospedale privato (contro il 100% in quello pubblico se scegli di essere un paziente pubblico), mentre l’assicurazione privata interviene sul restante 25%;

general treatment cover (o extras cover): a seconda della polizza scelta si otterrà copertura totale o parziale per tutti quei trattamenti che solitamente il sistema Medicare esclude (cure dentistiche, sedute di fisioterapia e psicologia, ausili per vista e udito, ecc.).

Per sostenere l’accesso alle assicurazioni private (e quindi alleggerire le spese per il sistema pubblico), il governo australiano rimborsa fino al 30% della maggior parte del primo tipo di polizze (quelle di copertura dei costi ospedalieri).

medicare

Come si accede al sistema Medicare

Per registrarsi è necessario recarsi in uno degli uffici territoriali Medicare Service Center con un documento di identità (quindi il passaporto), il visto e il tesserino sanitario italiano. Dovrai compilare un modulo (che si trova anche online) e otterrai un numero provvisorio. Dopo qualche  tempo riceverai via posta la tessera definitiva (circa dieci giorni). Se non hai fatto richiesta subito al tuo arrivo non è un problema: puoi farla in un secondo momento e chiedere indietro i rimborsi per quanto speso nel frattempo. In ogni caso la validità dei sei mesi inizia dal momento in cui sei entrato nel Paese, non da quando hai effettuato l’iscrizione.

medicare

A volte bisogna anticipare i soldi

Non è generalmente il caso dei trattamenti in ospedale, ma delle visite mediche in studio, ambulatorio o clinica, per cui si procede in due modi:

  • il medico richiede il pagamento direttamente a Medicare, per cui devi solo presentare la tessera e un documento di identità e non è necessario sborsare niente (nemmeno eventuali fee per la prenotazione, le spese di amministrazione o di registrazione, ma possono esserci costi aggiuntivi addebitati direttamente a te per alcuni vaccini). In questo caso devi compilare il modulo chiamato Medicare bulk bill;
  • il medico non ha adottato il sistema di richiesta diretta del pagamento. Dovrai quindi anticipare i soldi e poi fare richiesta di rimborso a Medicare o direttamente tramite la struttura medica in cui sei stato visitato (chiedi alla reception se c’è questa possibilità), oppure di persona o ancora via telefono (il numero è 132 011) o posta (spedendo tutto il necessario al Department of Human Services, GPO Box 9822, nella capitale dello Stato in cui risiedi) o online (tramite il servizio Self Service del Department of Human Services). Per farlo serviranno le copie della tessera e del documento di identità più la fattura pagata. È anche possibile non pagare la visita ma fare richiesta di rimborso via posta all’indirizzo sopra riportato: ti sarà consegnato un assegno da pagare direttamente al medico.

Dal 1 luglio 2016 il governo non fornirà più i voucher, ma accrediterà direttamente sul conto in banca (che quindi è da segnare nel modulo di iscrizione) le somme dovute.

Recommended Posts
Comments
  • Anna Gardenghi

    Ciao Antonino,
    sto per partire per l’Australia e sto per fare richiesta di un visto turistico, anche se andrò lì per studiare (un massimo di 8 settimane).
    Non so però come comportarmi per la copertura sanitaria. Devo o non devo pagare per un’assicurazione privata? Sono tenuta a presentarla alla scuola? O posso cavarmela con la tessera Medicare?
    Grazie

Start typing and press Enter to search