8 consigli per chi cerca lavoro

Di seguito troverete una serie di consigli se avete perso il Vostro lavoro e siete alla ricerca di uno nuovo, anche se è già più di un anno che siete fuori dal mercato. La ricerca de lavoro può diventare ad un certo punto estenuante, ed è proprio per questo che è importante trovare un giusto equilibrio, nell’affrontare questa fase di grande cambiamento nella propria vita.

Smettete di cercare un lavoro

Molte persone quando si ritrovano disoccupate non fanno altro che cercare annunci di lavoro, inviando curricula a raffica in risposta a qualsiasi tipo di offerta. Si deve inviare il curriculum solo dopo aver valutato attentamente l’offerta di lavoro e aver stabilito che sia ciò che fa per noi. È importante proporsi solo ad aziende dove veramente avete interesse a lavorare, e soprattutto assicuratevi che ci sia realmente la posizione aperta. Invece di presentarvi come una persona che cerca lavoro, perché fuori dai giochi da ormai troppo tempo, descrivetevi come una risorsa. Fate capire a colui che leggerà il vostro CV che siete persone che sanno risolvere i problemi. Inoltre, distribuite i vostri bigliettini da visita dove vi presentate come consulenti.

Smettete di lavorare sul Vostro curriculum

Avete bisogno di un curriculum stampato, ma sempre più datori di lavoro preferiscono dare un’occhiata al vostro profilo LinkedIn. Inoltre, molte aziende  vogliono conoscere solo i fatti basilari della vostra carriera, piuttosto che un percorso storico meticoloso sulla vostra vita sotto forma di C.V. i vostro CV dovrebbe essere pulito, chiaro e non più lungo di due pagine. Ha senso aggiornarlo quando raggiungerete obiettivi significativi. E comunque, dovrete essere bravi a creare un elaborato leggibile in un paio di minuti.

Salite sul vostro elevator speech.

“Dopo 20 secondi, nessuno ricorderà il vostro elevator speech”. Avete già sentito la formula dell’elevator speech? In pratica sarebbe la capacità di raccontare il vostro progetto in una maniera vincente, ma senza superare i 60 o 90 secondi. Le persone ricordano le storie, ma nessuno vuole ascoltare semplici fatti. È meglio raccontare pochi aneddoti interessanti.

Non andate agli eventi organizzati

Piuttosto provate ad ospitare voi stessi le persone. Organizzate gruppi per la colazione di otto o dieci persone. In altre parole, create la vostra rete personale con persone attentamente selezionate. Piuttosto che cedere alla tentazione di conoscere le persone online, preferite l’incontro faccia a faccia.

Fate delle pause

Il processo di ricerca del lavoro è molto faticoso e stancante, soprattutto quando vi ritrovate all’ennesimo colloquio e vi vedere sempre scavalcate dagli altri. Se avete una brutta giornata, fate ricerche e segnatevi le email, ma inviate il CV un altro giorno. Prendetevi una breve pausa, cambiate aria, uscite a fare una passeggiata, in altre parole, distraetevi. Un giorno di paura non vi farà perdere nulla.

Non dite di essere disoccupati

Invece di presentarvi come delle persone fuori dal mercato del lavoro da un po’,  usate il vostro biglietto da visita per presentarvi come consulente. Ricordate, non siete fuori dal mondo del lavoro, siete solo in un momento di mezzo tra due lavori.

Evitate i reclutatori

Solitamente i reclutatori gestiscono solo il 10 % dei lavori disponibili. Inoltre, lavorano per le aziende, non per voi. Dopo aver inserito il vostro curriculum nella loro banca dati, mettetevi in moto voi stessi.

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

Evitare-di-cambiare-lavorolasciare-il-lavoro