Le 22 chiavi per il successo lavorativo

Gene Del Vecchio, professore associato di marketing alla USC Marshall School of Business, ha avuto una carriera trentennale fatta di successi nell’ambito delle aziende private. Fortunatamente per noi ( e per voi), è ritornato a insegnare in quella che un tempo era stata la sua scuola e oggi, con grande generosità, tenta di insegnare ai suoi studenti come costruire dei brand di successo e, soprattutto, come trasformare sé stessi in un vero e proprio marchio di successo cosicché possano crescere e prosperare per un’intera carriera. Come ogni altra impresa importante, costruire una carriera di successo richiede una forte dose di pensiero critico per assicurarsi che le proprie strategie e tattiche siano create ed eseguite con grande attenzione. Così il professor Del Vecchio ha individuato ventidue punti che, se applicati propriamente, possono aiutare a lanciare, far crescere e sostenere il successo.

Perciò se vi siete appena laureati e state venendo a cercare lavoro in Australia, leggete con attenzione quali sono questi suggerimenti e magari imparateli a memoria perché potrebbero rivelarsi molto utili per la ricerca di lavoro nella terra dei canguri. Poi donateli ad altri neo-laureati bisognosi, proprio come noi stiamo facendo con voi e come il prof. Del Vecchio fa con i suoi studenti.

I primi passi

1. Scoprite la tripletta della carriera
Molte persone non sanno neanche cosa cercare in una carriera, di conseguenza non riescono a trovarlo. La carriera che scegliete per voi stessi dovrebbe essere una che amate, nella quale le vostre capacità vi aiuteranno ad eccellere mentre ricevete uno stipendio sufficiente a sostenere la vita che volete vivere. Sfortunatamente la maggior parte delle persone non ottiene niente di tutto ciò, alcuni magari arrivano a uno o due di queste risultati ma quando riuscite a raggiungerli tutti e tre, beh, allora è lì che scatta la magia!

2. Trovate un trampolino di lancio
Quando siete alla ricerca della vostra carriera con la sua tripletta, fate attenzione ai settori in maggiore crescita e, al loro interno, alle aziende in più forte espansione. Non trascurate di capire chi sono i capi di tali aziende e soprattutto quali sono i migliori che possono insegnarvi tante cose e sono destinati a crescere ulteriormente. Se riuscirete a trovare un posto che possiede tutt’e tre queste caratteristiche, aumenteranno in maniera esponenziale le possibilità che la vostra carriera decolli.
3. Impossessatevi di un’esperienza unica
Man mano che la vostra carriera prosegue, trovate un’importante nicchia nel vostro settore, all’interno della quale le conoscenze, le competenze, i servizi o i prodotti sono piuttosto carenti; diventate degli esperti in queste cose e poi elargite i vostri saperi. Continuate a imparare e ad avanzare nelle vostre conoscenze, diventerete indispensabili.
4. Imparate le discipline vicine alla vostra
Se siete uno specialista del marketing, imparate qualcosa sulla finanza, se siete un artista, imparate qualcosa sull’aspetto economico di questo mestiere. Questo vi consentirà di avere un quadro più generale, vi renderà più pregevoli e vi aiuterà a gestire l’aspetto materiale delle cose.

5. Diventate un leader prima che chiunque se lo aspetti
Molto presto nella vostra carriera cercate di focalizzarvi sulle questioni macroscopiche come la visione generale della compagnia, i suoi obiettivi, le sue strategie. Più il vostro lavoro aiuta l’azienda a raggiungere obiettivi importanti, più velocemente crescerete. Prendete l’iniziativa, accollatevi l’onere dei progetti, prendetevi delle responsabilità e abbiate un’attitudine fattiva e ottimista. Gli altri vi seguiranno.

L’importanza di puntare in alto…

6. Andate oltre le aspettative
Se il vostro capo si aspetta dei risultati per venerdì, fateglieli avere giovedì. Se vi chiede un paio di soluzioni per una questione importante, presentategliene almeno quattro. Dare più del richiesto è la chiave.
7. Usate entrambi gli emisferi del vostro cervello
Alcuni per prendere le decisioni usano un approccio razionale, altri ne usano più uno di tipo emotivo e creativo. Quelli che li usano entrambi sono i vincenti.

8. Fate in modo che il vostro contributo sia evidente
Se il vostro capo non sa quali sono i vostri sforzi, il lavoro che farete non conterà nulla. Ci dispiace ma le cose stanno così. Dovete trovare un modo per fargli (o farle) sapere quale sia il vostro contributo all’azienda. Potrebbe essere facile come compilare un report settimanale.

9. Comunicate le vostre idee al mondo intero
Dovete costruirvi una reputazione anche fuori dalle mura della vostra azienda. Senza di essa, siete invisibili per il mondo. Parlate alle conferenze, scrivete per giornali e blog. Più espanderete il vostro campo d’azione, più avrete grandi opportunità.

10. Correte dei rischi misurati
La paura è onnipresente. E vi preserva da molte cose come esprimere ad alta voce le vostre opinioni o chiedere una promozione. Sconfiggetela. La cosa peggiore che potrà capitarvi sarà perdere. Ma non è un grosso problema. I grandi sono ricordati per i loro successi, non per le loro sconfitte.

11. Createvi un network prima ancora di averne bisogno
Il successo è composto al 33 per cento da quello che conoscete e al 67 per cento da chi conoscete. Coltivate i contatti da subito. LinkedIn è un ottimo strumento per fare questo. Ricordatevi: quelli che hanno un piede già dentro vincono.

…senza esagerare

12. Siate consapevoli del vostro valore
Fate delle ricerche online sui salari corrisposti per lavori che potrebbero adattarsi alla vostra esperienza. Quando un potenziale datore di lavoro vi chiede quali sono le vostre richieste salariali, usate i dati che avete acquisito con la ricerca. Se siete sottopagati nella vostra attuale posizione, potete usare gli stessi dati per chiedere di più. La cosa peggiore che vi potrà capitare sarà sentirvi rispondere un “no”.

13. Non lasciate mai che il vostro ego sia più importante del vostro talento
Se il vostro ego si espande più del vostro talento, potreste essere licenziati. Se invece il vostro talento rimane alto al di sopra del vostro ego, sarete apprezzati e custoditi come cosa preziosa.

14. Evitate i conflitti all’interno dell’azienda e non schieratevi coi politicanti
Non parlate male degli altri impiegati, mai. Perché lo verranno a sapere. Non prendete posizione a favore di nessuno quando altri sono in conflitto. Siate cortesi con gli altri, fate un buon lavoro per tutti, e fate in modo che si sappia qual è il vostro contributo. Questo sarò il modo migliore per isolarvi dai politicanti.

15. Tenete sempre le orecchie aperte
Le compagnie apportano sempre dei cambiamenti ed è vantaggioso sapere in anticipo quali saranno. Cercate di farvi amico il direttore finanziario e il capo delle risorse umane. Sono quelli che sanno sempre tutto.

16. Non subite i capi cattivi
Se non riuscite a risolvere il problema da soli con la mediazione, rivolgetevi alle risorse umane o servitevi di risorse esterne. Quando tutte le strategie falliscono, andatevene. La vita è troppo breve ma ha sempre una strategia di fuga. Fate dei colloqui anche quando siete contenti del vostro lavoro, gli ambienti cambiano.

17. Assumete persone migliori di voi
Non lasciatevi intimidire dai nuovi assunti che potrebbero essere potenzialmente meglio di voi. Dei bravi sottoposti vi fanno fare bella figura e vi danno la libertà di dedicarvi a lavori più impegnativi. Quindi assumete le persone che hanno delle abilità di cui voi siete carenti. I bravi impiegati sanno che uno dei loro compiti è fare in modo che voi veniate promossi.

Insegnamenti da ricordare

18. Ricordate quello che diceva la mamma
Non mentite, non imbrogliate, non rubate, non infrangete le promesse e non intraprendete alcuna attività illegale. Il vostro comportamento non è invisibile e non viene trascurato nemmeno quando socializzate con i colleghi dopo l’orario di lavoro. La vostra reputazione non esce mai dall’orario di lavoro.

19. Sottolineate a voi stessi il momento in cui vi divertite
Tutti i lavori all’inizio sono entusiasmanti. Poi invecchiano e si opacizzano. Se l’ottanta per cento dei vostri compiti diventa noioso, focalizzatevi su quel venti per cento che ancora vi entusiasma. Sottolineate nella vostra mente questi aspetti.

20. Gestite le vostre aspettative
Nelle generazioni passate, l’obiettivo primario del lavoro era pagare le bollette. Molti dei giovani di oggi invece, si aspettano che il lavoro soddisfi il loro desiderio di vivere una vita in grande stile. Svegliatevi ragazzi. Dovete spaccarvi la schiena per pagare quello stile di vita. E comunque ci sono sempre delle cose di base che dovete pagare.

21. Non abbiate paura di cambiare lavoro
La maggior parte delle persone ce l’hanno. Quella che credevate la vostra tripletta quando avevate vent’anni, potrebbe non essere la stessa di quando ne avete trenta. In anni recenti, molte persone hanno trovato gratificante non tanto trovare un nuovo lavoro quanto crearlo. È immensamente gratificante.

22. Ricordate quello che conta veramente
Quando si è in trincea, è facile che gli impiegati soccombano all’isteria di massa perché le vendite sono calate dell’un per cento o perché i conti inviati al direttore finanziario presentano degli errori. Sistemate quello che potete ed andate avanti. Pensate a un’infermiera o a un medico e alle vite che salvano: nessuno dei problemi lavorativi che vi si presenterà durante la vostra vita in azienda è minimamente comparabile alle vite che costoro salvano. Quando il panico si diffonde in azienda, rimettete le cose nella giusta prospettiva.

Se seguirete tutti questi consigli accrescerete immensamente le vostre possibilità di avere una carriera di successo e gratificante. Ma soprattutto non smettete mai di lottare.

Post del forum consigliati

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

lasciare-il-lavorolavorare-a-londra