Cresce l’emigrazione degli italiani in Australia

Sono dati interessanti quelli che emergono dal Rapporto Italiani in Australia 2014 , un documento con interessanti dati statistici (prodotto da Michele Grigoletti e Silvia Panelli) sull’emigrazione italiana in Australia. I dati, aggiornati al 30 giugno 2014 ci danno un’idea precisa di quanto i giovani italiani siano attratti da questo paese.

Incremento del 62% in due anni

Al 30 giugno 2014 erano presenti in Australia ben 20.920 italiani con un visto di residenza temporaneo. Questa cifra, già di per sé impressionante, appare ancora più carica di significato se si pensa a due dati specifici: essa segna un incremento del 62% in due anni e di quasi il 20% in soli dodici mesi.

Confermato quindi il trend di crescita che continua a vedere un gran numero di ragazzi italiani arrivare in Australia. Negli ultimi nove anni i numeri sono sempre saliti e sono stati circa 67.000 i ragazzi italiani arrivati in Australia con i visti temporanei, tra cui il Working Holiday Visa riveste un ruolo primario.

Il Working Holiday Visa

L’Italia si è piazzata al sesto posto se si considera il totale di WHV concessi: al primo posto ci sono i giovani britannici, seguiti dai giovani orientali (Taiwanesi e Coreani), con tedeschi e francesi primi tra i giovani europei. Una vera e propria marea di giovani da tutto il mondo arrivano in Australia per una nuova avventura o per cambiare la propria vita. Sono molti infatti che decidono di rimanere in Australia un secondo anno, sfruttando la possibilità di rinnovare il WHV.

Di tutti gli italiani che arrivano in Australia il 22,2% decide di sfruttare questa possibilità: in questo i nostri compaesani superano di gran lunga i francesi (12.3%) e soprattutto i tedeschi di cui solo il 6.5% decide di rinnovare il visto vacanza-lavoro. Rispetto a due anni fa l’Italia ha quasi triplicato il numero di rinnovi richiesti simbolo del fatto che i giovani italiani sembrano trovarsi davvero a proprio agio in Australia (o con sempre meno voglia di tornare in Italia).

Lo Student Visa e lo Skilled Visa

In crescita anche la richiesta di visti studenti per l’Australia da parte di giovani (e meno giovani) italiani. Nell’anno 2013/2014 sono stati 4.508 gli student visa concessi dal governo australiano agli italiani. Il dato conferma un aumento del 36% rispetto ai dodici mesi precedenti. Gli italiani quindi arrivano in Australia anche per studiare.  Anche i lavoratori italiani si rivolgono all’Australia: l’Italia è al decimo posto tra le nazioni che forniscono professionalità a questo paese, con una maggiore preferenza per il Northern Territory dove l’Italia sale fino all’ottavo posto di questa particolare classifica.

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

attacco-sydney-lindtsqualo bianco