Escursioni in Australia

Attraverso la foresta pluviale, sopra le catene montuose, lungo le pianure sconfinate, a fianco di laghi e oceani: l’Australia ha molte cose da offrire all’escursionista pronto a infilarsi gli stivali e a partire. Di seguito vi elenchiamo quelli che secondo noi sono i dieci percorsi più belli d’Australia, tutti percorribili in tempi relativamente brevi ( da mezza giornata a una settimana) a partire dall’Overland Track in Tasmania che inizia il primo di Ottobre. Siete pronti a puntare il cursore sulla mappa?

Percorsi di più giorni

Overland Track, Tasmania

L’Overland Track copre sessantacinque chilometri in sei giorni passando attraverso Cradle Mountain-Lake St. Clair National Park, parte del sito patrimonio dell’umanità UNESCO. Gli escursionisti si possono avventurare autonomamente ma devono comunque prenotare presso il Parks & Wildlife Service, oppure servirsi di uno dei numersoi operatori che offrono una guida. È possibile fermarsi presso il Cradle Mountain Huts è celebre per i suoi alloggi eco-friendly, nascosti rispetto al percorso. Uno dei punti più notevoli del percorso è senz’altro il Marion’s Lookout che, se il tempo è buono, regala una vista straordinaria della Cradle Mountain e del Barn Bluff che troneggiano su un altopiano alpino oltre che sulle splendide D’Alton and Ferguson Falls. Vale la fatica, tempo permettendo, la gita di cinque ore per scalare il Mount Ossa. Ci sono due torrioni rocciosi che le guide hanno soprannominato “le porte di Mordor”, il terrificante luogo de “Il signore degli anelli”. E lì ci portano i turisti.

Larapinta Trail, Northern Territory

Il Larapinta Trail si snoda lungo un paesaggio antico e accidentato nel Northern Territory. Salutando Alice Springs da Euro Ridge, gli escursionisti si rivolgono a ovest e sperimentano la bellezza di Simpsons Gap, Standley, Chasm e Ormiston Gorge per poi ascendere infine al Mount Sonder. Poiché è piuttosto lontano dalla civiltà, questo percorso è meglio affrontarlo in gruppo. L’esperienza classica prevede sei giorni di cammino interrotti qua e là dall’uso di veicoli ma è disponibile anche l’opzione da quattordici giorni che copre l’intero percorso (233 chilometri). Michele Eckersley di Viaggi nel mondo (World Expeditions) dice che si tratta del più bel percorso di trekking che l’associazione ha sul pianeta.

Great Ocean Walk, Victoria

Dal 2006 la Great Ocean Walk consente agli escursionisti di arrivare laddove non potrebbe fare altrimenti la sua omonima strada. Spalmato su più di cento chilometri, questo percorso parte da Apollo Bay e si snoda attraverso foreste di alberi della gomma e di eucalipto, raggiunge Cape Otway Lightstation, attraversa le dune di sabbia, le spiagge e gli scogli. Ci sono dei relitti da ispezionare e una vista magnifica dei Dodici Apostoli, le più fotografate formazioni calcaree marine del pianeta. Se affrontate il percorso da soli, sappiate che c’è un servizio navetta adibito a portare le attrezzature da una stazione all’altra. Per saperne di più visitate il sito ufficiale dello stato del Victoria.

Six Foot Track, New South Wales

Tracciato nel 1884 e largo sei piedi (1,83 metri per l’esattezza, se ci tenete a saperlo), il percorso serviva per lo scambio dei cavalli carchi che viaggiavano da Katoomba a Jenolan Caves ed è oggi una vera e propria icona delle Blue Mountains. Per percorrerlo tutto occorrono tre giorni e due notti. L’escurione, lunga 44 chilometri, parte dall’Explorer’s Tree, si tuffa nella Megalong Valley e attraversa il Coxs River sul ponte sospeso si Bowtells Swing. Una difficile arrampicata conduce gli escursionisti sulla coma della Black Range prima di proseguire per le cave. I camminatori indipendenti possono acquisire più informazioni su www.wildwalks.com mentre chi preferisce optare per qualcosa di più rilassante può scegliere i tour guidati con Life’s an adventure. Si occuperanno di tutto, incluso piantare la vostra tenda e tutto ciò che dovrete fare sarà portarvi dietro il vostro pranzo al sacco.

Cape to Cape Walk, Western Australia

Collocato nell’angolo sud ovest dell’Australia, il Cape to Cape Track segue la linea costiera per 135 chilometri attraverso il Leeuwin Naturaliste National Park tra i fari di Cape Naturaliste e Cape Leeuwin. È un percorso di sette giorni che può essere affrontato indipendentemente o con un gruppo guidato con Insiration Outdoors. I partecipanti si portano il necessario giornaliero e l’alloggio e i trasporti sono inclusi. Il percorso per lo più segue la costa, a volte si inerpica tra gli scogli ed altre attraversa splendide spiagge. Nell’entroterra numerosi tratti tagliano le foreste di karri mentre i due straordinari fari guidano gli escursionisti da un capo all’altro del percorso.

Da fare in una giornata

Kosciuszko Walk, New South Wales

Partendo dalla seggiovia Kosciuszko Express a Thredbo in estate un percorso di 14 chilometri conduce fino alla sommità del monte Kosciuszko che, con i suoi 2228 metri, è il picco più alto d’Australia. Il paesaggio offre formazioni sporgenti di granito, flora selvatica e il lago Cootapatamba scavato dai ghiacci. Molti escursionisti sembrano ignorare il fiume che scorre a fianco al percorso tuttavia vale la pena di fermarsi nel punto in cui comincia un corso d’acqua reso leggenda dal poema di Banjo Paterson “The man from Snowy River”. Dopo aver oltrepassato il Rawson Pass, non manca molto al punto in cui l’atmosfera tra i partecipanti si fa festosa per aver raggiunto la vetta più alta d’Australia. Il percorso è facile da affrontare indipendentemente ma i tour guidati rimangono una valida opzione.

Kings Canyon Rim Walk, Northern Territory

Si tratta di una delle camminate brevi più belle del mondo. Basta non lasciarsi spaventare dalla scalinata di 500 gradini perché il resto del percorso è abbastanza piatto. Lungo sei chilometri per quattro ore di percorrenza, il percorso segue il margine del Kings Canyon con una forma a ferro di cavallo. Un senso diffuso di stupore pervade chi attraversa questa antica terra su cui si ergono lisce pareti rocciose e si stagliano strutture a cupola scavate dal tempo e denominate Lost City e Garden of Eden per via dei loro pozzi permanenti. È abbastanza per fare sentire chiunque piccolo piccolo. Fermatevi dalla notte prima così da partire presto per evitare di camminare nella calura di mezzogiorno. Il Kings Canyon Resort offre alloggi di vario tipo e livello e proporne tour guidati.

Dove Lake Circuit, Cradle Mountain National Park

Questa camminata, lunga sei chilometri come la precedente, guida gli escursionisti lungo le rive del Dove Lake nel Cradle Mountain Kake St. Clair National Park in circa due ore. Si tratta di un percorso semplice ed è uno dei più popolari in Tasmania. Alcuni punti notevoli sono il capanno delle barche, costruito nel 1940 da primo ranger di Cardle Mountain, Glacier Rock. Al di sopra di esso svetta Cardle Mountain. Osservatela a intervalli regolari per vedere come cambia dal brillante all’opaco in base al tempo.

Da Binna Burra ahng Green Mountains (O’Reilly’s), Queensland

Parte della Gold Coast Hinterland Great Walk, un percorso di più giorni, la camminata che va da Binna Binna alla O’Reilly Rainforets Retreat nella sezione delle Great Mountains nel Lamington National Park, è una splendida passeggiata di un’intera giornata. Il Border Track si avventura attraverso la foresta di Atlantic Beech, una foresta pluviale subtropicale, e lungo il bordo della Tweed Valley, una caldera dovuta all’erosione vulcanica. Dal punto panoramico di Wanungara la vista si estende su tutta la Limpwood Valley, sul Mount Warning e alle volte, tempo permettendo, ancora più a sud, fino a Byron Bay. Il percorso di ventitré chilometri richiede sei o sette ore per essere completato e può essere affrontato in entrambe le direzioni in maniera completamente indipendenti o con il trasporto di O’Reilly’s.

Manly per lo Spit Bridge

Escursioni nel bel mezzo della città? Certo. Camminare attraverso il Sydney Harbour Park offre una pacifica prospettiva. La scelta migliore è quella del percorso di dieci chilometri a senso unico che richiede tre ore per essere portato a termine. Non c’è bisogno di nessuna guida umana e su www.manlyguide.com dispone di una mappa eccellente. Prendete il traghetto da Circular Quay, scendete a Manly Wharf e proseguite a ovest lungo la battigia. Dopo aver attraverso la pittoresca spiaggia che porte il bizzarro nome di Forty Baskets, il percorso sale attraverso la riserva regalando viste spettacolari. Spiagge silenziose come quella di Castle Rock offrono agli escursionisti una buona ragione per fermarsi prima che arrivi la folla allo Spit Bridge che tutti vogliono guardare mentre si alza per lasciar passare il traghetto.

 

 

Post del forum consigliati

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

Kakadu-National-Park2