Fare il pizzaiolo in Australia : intervista a Sergio

Ho conosciuto Sergio sulla pagina Facebook “comunita italiana in Australia” qualche tempo fa, ne è nata una bella amicizia e scambi di opinioni poiché colleghi.

Ho chiesto a Sergio, pizzaiolo, di raccontarmi la sua avventura in Australia

Via dalla Sicilia

Ciao Antonino, saluto tutti i lettori di Portale Australia, mi chiamo Sergio e faccio il pizzaiolo da 12 anni.

La mia storia inizia quando nel 2011 stanco delle troppe tasse che pagavo in Sicilia avendo una pizzeria d’asporto, io con mia moglie, decidiamo di venire in Australia con un Working Holiday Visa .

Abbiamo chiuso la pizzeria, fatto i biglietti e senza pensare alle conseguenze siamo partiti.  Arrivati, siamo stati un paio di mesi ospiti dagli zii.

.

.

Alla ricerca di un lavoro

Antonino Loggia e Sergio

Vivendo in periferia di Sydney, a circa un’ora di macchina, ho dovuto cercare lavoro nei paesi limitrofi.

Dopo sette giorni giorni ho trovato lavoro presso una cioccolateria / pizzeria a Bankstown, a circa 15 km da casa. Entrato come pizzaiolo, dopo sette mesi mi ritrovo a dover fare anche il cuoco (due al prezzo di uno!!).

Stanco di essere sfruttato provo a cercare altrove e dopo qualche settimana trovo lavoro in un ristorante italiano a Ramsgate, stavolta a 40km da casa, dove il proprietario è di origini siciliane e la sua famiglia proviene da un paesino vicino al mio.

Inizio a sentirmi a casa, l’unico problema è che stando a contatto con italiani difficilmente imparerai l’inglese, infatti attualmente, dopo due anni, capisco ma non riesco ad esprimermi in inglese.

Arriva lo sponsor, ma…

Il proprietario decide di farmi lo sponsor lavorativo, fantastico? Non proprio, perché la paga si abbassa x le tasse, la super annuation la trattiene il ristorante, niente ferie, ne malattia..niente!! Che faccio allora?

Inizio a farmi due conti : affitto, auto da mantenere, bollette, assicurazione sanitaria : insomma, mi rimane ben poco!

Come esperienza personale posso solo dire che l’Australia non è la terra promessa che tutti credono sia, il livello di vita è più alto, più guadagni più spendi!  Tirando le somme, al mese ti rimane solo qualche spicciolo, tanto vale allora stare in Italia!

Amici? Parenti? Zero, siete lontani dal mondo, lontani dalle vostre abitudini e soprattutto lontani dalle vostre famiglie.

I soldi non fanno la felicità, non si vive di solo lavoro!!!

Un consiglio

Il consiglio che posso dare è quello di partire, provare, soprattutto ai giovani per via delle agevolazioni date dal Working Holiday Visa, per fare esperienze. Un anno, magari due e via, a casa, perché l’Australia è una terra incantevole da esplorare, ma a lungo andare si noterà che si è visti e trattati da immigrati.

QUALCHE DOMANDA A SERGIO

 

Mi spieghi cosa vuoi dire con “si è visti e trattati da immigrati” ?

Intendo che anche se impari l’inglese, non sarà mai la tua lingua e anche se riesci ad integrarti, non sarà mai la tua cultura.

Qual è la paga media di un pizzaiolo in Australia e quante ore di media si lavora?

Come mia esperienza posso dire che la paga si aggira intorno ai 22$ l’ora lordi, o comunque sui 900$ /1000$ a settimana lordi, togliendo le tasse siamo a 740$ per 40 ore lavorative settimanali. Dipende sempre dove vai a lavorare, perché se lavori in città fai più ore e più turni , se lavori in periferia dove il lavoro è minore, fai meno giorni e forse meno ore.

Quanta esperienza consigli di avere ai ragazzi per venire a fare il Pizzaiolo in Australia ?

Almeno cinque anni nel settore ristorante, perché qui come ben sai il pizzaiolo non esiste e ti devi arrangiare a fare un po’ di tutto in cucina.

Cinque anni mi sembrano eccessivi, io ho trovato con un solo anno di esperienza, cosa ne pensi?

Si lo so, anche senza esperienza, ma credo che si vede quando uno sa il mestiere e quando no. Non immagini quantio ragazzi venivano li (in pizzeria ndr.) a provare il lavoro e non sapevano fare nulla, nonostante nei curriculum scrivevano di avere molti anni di esperienza.

Hai trovato difficile fare le pizze in Australia? Ci sono prodotti diversi rispetto l’Italia?

No, ormai ci sono tutte le maggiori marche e prodotti presenti in Italia. Qui ne trovi di tutti i tipi, dalla napoletana, alla  Romana etc. , solo che qui c’è la concezione che riguardo ai condimenti, più metti e migliore e la pizza per gli australiani, perchè non hanno la vera e propria concezione di pizza.

 

Post del forum consigliati

Recommended Posts
Comments
  • Luigi

    Verrei anche io in Australia per lavorare,ho 12 anni d esperienza come pizzaiolo e sono stanco di pagare tasse e tasse e tasse e….cosa mi consigliate? Grazie

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

Stipendi-medi-in-Australia1Tasse-e-superannuation-in-Australia