I quesiti da porsi prima di presentare domanda di assunzione

Di recente una persona che cercava lavoro ha condiviso sul web il fatto che negli ultimi dodici mesi aveva presentato all’incirca millecinquecento domande di assunzione ed era rimasto molto sorpreso dal risultato di questa frenetica attività. Infatti non solo non aveva ricevuto nessuna proposta di lavoro ma neppure un invito a un colloquio. Come molte altre persone che cercano lavoro infatti, questo signore aveva scambiato l’abbondante messe di annunci che si trovano su Internet per una scorciatoia per trovare un nuovo impiego. Molto probabilmente il suo problema è stato il modo in cui ha agito: troppe domande presentate di fretta e senza attenzione.

Nel mercato del lavoro estremamente competitivo di oggi, le persone che cercano un impiego devono rimanere focalizzate sulle proprie carte vincenti per ogni opportunità che tentano di perseguire. Se rispondere a ogni annuncio vi prende poco più che una manciata di secondi, allora molto probabilmente non state agendo nella maniera più corretta e state dando a ogni opportunità non il peggio di voi ma quasi. Distaccatevi da questa abitudine dell’inviare domande a raffica perché la ricerca del lavoro non è un gioco coi numeri. Quindi, tanto per cominciare, prima di fare qualunque domanda di assunzione, conservate le vostre energie migliori per le opportunità più succulente che vi si presenteranno. Poi leggete attentamente la descrizione del lavoro e, subito dopo, ponetevi queste quattro domande.

1. Voglio davvero questo lavoro?

Si, d’accordo, la busta paga è una cosa molto importante. Per guadagnarvi quella cifra però, ricordatevi che dovrete fare un lavoro. Quindi, prima di inseguire (e magari ottenere) il lavoro sbagliato, leggete le sezioni “doveri” e “responsabilità” nella descrizione del lavoro con molta, molta attenzione. Forse avete fatto questo genere di lavoro prima, nel corso della vostra carriera e quindi, di sicuro, siete in grado di farlo, ma non volete davvero farlo. Magari il lavoro vi suona bene ma il luogo in cui si trova vi comporta un lungo e costoso viaggio. O forse, come da descrizione, si tratta del lavoro perfetto per voi e siete davvero entusiasti all’idea di questa opportunità. Il beneficio del fare domanda per un lavoro che volete veramente è che il vostro entusiasmo trasparirà nella vostra domanda e del vostro colloquio.

2. Sono qualificato per questo lavoro?

Esaminate le sezioni “requisiti” o “qualifiche” nella descrizione del lavoro. Anche se sapete di essere in grado di svolgere il lavoro descritto, fare domanda potrebbe essere una perdita del vostro tempo se non avete la maggior parte dei requisiti richiesti. Insomma anche cinque, sei, sette, otto o addirittura nove dei dieci requisiti richiesti potrebbero non essere sufficienti. Essendo un mercato del lavoro molto competitivo, i datori di lavoro hanno la possibilità di scegliere entro un vasto panorama di candidati. Quindi fare domanda per un lavoro per cui non avete la maggior parte dei requisiti, o tutti, potrebbe mettere in dubbio il fatto che verrete presi in considerazione per il lavoro. Il vantaggio, quando fate domanda per un lavoro stando bene attenti che si adatti alle vostre competenze, è che avete molte più opportunità di passare attraverso la scrematura sia computerizzata che umana e di essere invitati per un colloquio.

3. Voglio lavorare per questo datore di lavoro?

Speriamo che il datore di lavoro per cui fate domanda sia già sulla vostra lista di potenziali datori di impiego. Se non è così, fate qualche ricerca per assicurarvi che si tratti di un buon posto in cui lavorare. Mettete Google a lavoro per voi e controllate GlassDoor.com, un sito dove avete buone probabilità di trovare delle recensioni compilate dagli impiegati. Magari il datore di lavoro presso cui state inviando la vostra richiesta di assunzione ha una pessima reputazione, il luogo di lavoro non è salubre ed è stato coinvolto in controversie legali. O magari è un posto eccellente nel quale lavorare e tutti quelli impiegati lì lo adorano. Non lo saprete finché non controllerete.

Prendeteci in parola: non vorrete essere l’ultima persona assunta proprio prima che comincino i licenziamenti. Se vi informerete sul luogo in cui state inviando la vostra domanda, ne trarrete indubbi vantaggi: tanto per cominciare sarete pronti a fare della vostra domanda di assunzione un piccolo capolavoro e poi, dimostrando che conoscete il datore di lavoro, comunicherete l’interesse che nutrite per quel posto. La vostra ricerca potrebbe anche rivelarvi che mentre il lavoro sembra fantastico e siete qualificati per farlo, lavorare per quell’azienda è un incubo da evitare assolutamente.

4. Conosco qualcuno che già lavora lì?

Se avete risposto ai precedenti tre quesiti in maniera affermativa, potete immediatamente cominciare a compilare la vostra domanda di assunzione. Se però risponderete anche a quest’ultima domanda con un “si”, allora le vostre probabilità di ottenere un’offerta di lavoro aumenteranno ancora. Controllate il vostro network online (LinkedIn, Facebook) e offline (amici, famiglia, colleghi) per vedere se qualcuno dei vostri contatti lavora già per quel datore di lavoro e può portare il vostro curriculum nelle mani di un manager addetto alle assunzioni o all’interno del percorso formale di assunzione come raccomandazione da parte di un impiegato. Quando un contatto al”interno dell’azienda presenta il vostro curriculum e garantisce per voi, allora avete molte possibilità in più di essere presi in considerazione. Ed è molto meglio sfruttare il favore di far consegnare il curriculum per un lavoro che si adatta bene a voi piuttosto che perdere tempo e fatica con uno che non vi interessa fino in fondo

Per concludere vi diciamo che può anche verificarsi il caso in cui un lavoro si adatta perfettamente a voi, la domanda di assunzione è compilata con grande attenzione, avete un contatto interno eppure non arriva nessuna risposta. Il problema potrebbe essere nato dalle ricerche online fatte dal datore di lavoro sul conto del candidato. Ma questo è un altro argomento e riguarda la vostra reputazione online alla quale, lo abbiamo detto e ripetuto, dovete prestare molta attenzione nel mondo di oggi.

Post del forum consigliati

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

Trovare-lavoro-a-40-anniEvitare-di-cambiare-lavoro