Il colloquio vincente in 12 mosse

Il successo del vostro colloquio di lavoro in Australia dipende da una serie di fattori contingenti: l’impressione che fate al primo impatto, la vostra capacità di autocontrollo e di parlare delle vostre capacità e forze, quanto le vostre competenze e la vostra esperienza corrispondono ai requisiti generali della posizione offerta, la vostra personalità e la vostra professionalità complessiva. Questa conversazione, in cui tutto conta, è il vostro momento per risplendere, quindi preparatevi mentalmente all’idea che vincerete!

Dodici suggerimenti per un colloquio vincente

Il fattore prevalente che determina quanto bene farete risiede nella preparazione prima del colloquio. Di seguito vi diamo dodici suggerimenti per avere successo durante il vostro colloquio in terra australiana; assicuratevi perciò di rispettarli tutti quanti quando vi preparerete per la prossima intervista. Cominciamo.

1. Riguardate l’annuncio in ogni suo dettaglio così da essere ben preparati a dimostrare come la vostra esperienza si adatta a ogni richiesta avanzata per quella posizione.

2. Fate una ricerca sull’azienda e, se possibile, cercate di capire quali sono le necessità del manager addetto alle assunzioni in modo da poter parlare nello specifico dei problemi che lui o lei si trovano a dover fronteggiare.

3. Fate pratica rispondendo alle domande chieste più di frequente ai colloqui per la posizione cui aspirate. Dovrete presentarvi come un profondo conoscitore del ruolo, quindi ogni volta che potete dimostrate quanto ne sapete sul vostro settore di competenza.

4. Anticipate le obiezioni dell’intervistatore a proposito delle vostre qualifiche e state pronti a parlare di queste oltre che delle vostre forze.

Un asso nella manica

5. Siate capaci di evidenziare le vostre abilità in ciascuna di queste tre aree di competenza:
– Conoscenze di base, competenze tecniche: riguardano il modo in cui la vostra formazione e la vostra esperienza, oltre alle abilità tecniche specifiche, potranno apportare un bene alla società:
– Caratteristiche personali e insieme delle abilità: riguardano il modo in cui il vostro stile personale, la vostra etica lavorativa e la vostra abilità di rapportarvi con gli altri possono creare un valore aggiunto per l’azienda;
– Abilità trasferibili: sono le abilità che avete acquisito nei vostri precedenti impieghi e che possono aiutarvi ad avere successo e a raggiungere degli obiettivi nel vostro nuovo lavoro.

6. Nei limiti del possibile, create un piano per il modo in cui risolverete i problemi e agirete in quella posizione. Riferirsi a questo durante il colloquio vi farà apparire come delle persone intraprendenti che sanno bene quali sono le proprie competenze e sono preparate a dare il proprio contributo positivo.

7. Memorizzate un minimo di dieci esempi significativi che dimostrino in che modo avete ottenuto dei risultati durante i vostri precedenti lavori.

8. Se siete un po’ in là con gli anni, pensate a ulteriori esempi che sottolineino i punti di forza dell’essere un candidato maturo: come avete fatto da mentore a impiegati più giovani, la vostra comprovata abilità nel risolvere problemi e gestire le crisi, in che modo vi siete concentrati sulle competenze relazionali per aggirare una situazione difficile.

Preparatevi al meglio

9. Preparatevi facendo un giro a vuoto fino alla sede dell’azienda. Un paio di giorni prima del colloquio, all’incirca alla stessa ora in cui dovete sostenere il colloquio, recatevi presso la sede dell’azienda. Così saprete che strada prendere e riuscirete a dribblare il traffico che molto probabilmente potreste incontrare.

10. Non vergognatevi di chiedere alle persone che organizzano il vostro colloquio a proposito dei piani per il giorno. Farete una serie di colloqui? È previsto anche un colloquio davanti a una commissione? Quanto dovrete arrivare in anticipo? Più saprete, meglio vi preparerete. Un piccolo suggerimento: se hanno pianificato per voi una serie di interviste disseminate lungo l’arco di tutta una giornata, portate con voi un paio di snack e di bibite energetiche. Avrete bisogno di una carica in più, ve lo garantiamo.

11. Anche se enfatizzare i vostri punti di forza non vi viene naturale, è quello che ci si aspetta da voi durante un colloquio. Questo non è il momento di essere timidi, quello che dovete dimostrare piuttosto è la sicurezza nelle vostre competenze e abilità e il modo in cui siete capaci di far conoscere il vostro valore a un intervistatore. Quindi, se ne avvertite il bisogno, cercate di entrare in confidenza con questa idea raccontando la vostra “storia” durante un finto colloquio con un amico.

12. Potreste anche optare per la registrazione con videocamera del vostro colloquio, così da potervi osservare anche nel vostro linguaggio non verbale. Tutti quanti possiamo “macchiarci” dell’uso di una gestualità un poco isterica quando siamo sotto stress. Il semplice fatto di sapere che c’è una video camera accesa che sta lì a registrarvi, intensificherà la vostra esperienza e la renderà ancora più vicina al colloquio reale. Più tardi, mentre vi osservate, potete prendere i giusti provvedimenti per assicurarvi che affronterete il colloquio con la giusta postura e sfoderando l’adeguata sicurezza. Come quasi tutte le cose nella vita, più fate pratica, più bravi diventerete.

Post del forum consigliati

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

lasciare-il-lavorotrasferirsi-in-australia