Lavorare in Australia dopo i 50 anni

Continuare a lavorare in Australia anche quando non si è più proprio nel fiore degli anni sembra un’idea allettante: evita pensionamenti anticipati, mantiene fresche le nostre abilità fisiche e mentali e le aziende traggono vantaggio dalla saggezza e dall’esperienza di chi ha qualche anno in più sulle spalle. Tuttavia ci sono un paio di cose che potrebbero diventare un problema. Vediamo come.

Quando il lavoro non piace

Mentre alcune persone amano il proprio lavoro, per altri è solo un tormentone quotidiano. Queste persone ogni mattina trascinano le loro stanche ossa fuori dal letto e mugugnano: “No, non di nuovo questo”. Per loro lavorare è qualcosa che va contro altri desideri più intensi e sinceri come trascorrere del tempo coi nipoti, viaggiare intorno al mondo, dedicarsi a un’attività artistica o semplicemente dormire fino a tardi. E non importa quanto i loro capi tentino di rendergli il lavoro divertente e pieno di nuove sfide, sono stufi di tutte queste sciocchezze da lavoro e non se ne importano un fico secco.

Il lavoro per gli over 50 in Australia

Non sempre sono le persone a odiare il proprio lavoro, a volte è il mondo del lavoro a rifiutare gli individui che superano una certa età. È stato infatti dimostrato che molti reclutatori tendono ad assumere persone tra i venti e i trenta anni perché hanno un’età più vicina alla loro. Gli esperti di lavoro e di risorse umane invece, tendono a suggerire alle aziende di puntare sugli over cinquanta poiché rappresentano un valore aggiunto in quanto crollano difficilmente. Probabilmente i primi a dover insistere per assumere lavoratori con i capelli grigi sono i datori di lavoro, dal momento che fanno lo stesso a proposito delle donne per avere parità di genere nei propri uffici. Secondo le più recenti ricerche, per gli australiani, l’età ideale per andare in pensione sono i cinquantasette anni, mentre solo il ventotto per cento della popolazione sarebbe felice di continuare a lavorare dopo i sessantadue anni.

La questione a questo punto si fa scomoda per molte persone, dal momento che il governo sta aumentando l’età pensionabile a sessantasette anni. Questo vuol dire che molte persone, prive dei mezzi necessari per sostentarsi, si trascineranno sul posto di lavoro come corpi morti per circa dieci anni quando avrebbero preferito andare in pensione. Sempre secondo le ricerche statistiche, molti australiani credono che dovranno lavorare almeno fino ai sessantatré anni d’età. Secondo Steve Shepherd, direttore di una delle principali società che si occupano di ricerche, potrebbe essere una sfida essenziale per il paese quella di fare in modo che i lavoratori in là con gli anni siano soddisfatti, impegnati e produttivi.

La scarsità di competenze in molti settori in Australia combinata con l’invecchiamento complessivo della popolazione fanno supporre che l’Australia dovrà attrarre, assumere e mantenere dei lavoratori in là con gli anni all’interno delle proprie aziende. I datori di lavoro, dal canto loro, dovrebbero offrire la possibilità di orari più flessibili, di incarichi di maggiore responsabilità, o di fare da coach, da mentore e di portare avanti programmi di formazione e sviluppo. Gli impiegati sostengono che le motivazioni che potrebbero convincerli a non gettare la spugna sono: un tabella di lavoro meno serrata (44 per cento); orario di lavoro flessibile (38 per cento); un’atmosfera di lavoro più amichevole (33 per cento).

Post del forum consigliati

Recommended Posts
Showing 10 comments
  • Anita

    Ciao Antonino ho ascoltato la tua esperienza…e devo dirti che noi cioè io e la mia famiglia ci siamo trasferiti qui da circa 1 anno non cparlando inglese e soprattutto senza un dollaro ma piano piano e soprattutto con l’aiuto di persone che ci hanno voluto bene siamo riusciti a sistemarsi mia figlia frequenta la secondary school e mio figlio lavora mio marito ha lo sponsor e io lavoricchio non è stato facile e tuttora nn lo è ma come dicevi te se hai un’obbiettivo tutti gli ostacoli si superano.

    • Adriana Grado

      Ciao, mi chiamo Adriana, mi piacerebbe fare questa esperienza o per lo meno fare avere a mio figlio questa opportunità lui lo desidera, ma non abbiamo un appoggio, sarebbe bello cosa mi consigli?ciao spero che possa avere una risposta

    • Adriana Grado

      Sono sempre Adriana, e spero di trovare il mio amorea Sidney, sono divorziata, e quindi perché no???

  • Pietro

    Ciao Anita, scusa il disturbo. Mi sto guardando in giro per trasferirmi a Sydney, ho gia un figlio nella city australe, e visto l’andamento in Italia, stavo seriamente pensando di fare la cosidetta pazzia. Ho 50anni, ma la mia linfa è proprio il cercare nuovi sbocchi di vita. Ora con l’inglese sto come voi all’inizio. pensi che sia ancora in tempo a fare una cosetta del genere ?

    • Adriana Grado

      Anche a me piacerebbe Anita e mio figlio lo vuole anche lui, è proprio a Sidney, potresti darci delle dritte?

  • cristiano

    mi chiamo cristiano ho 45 anni compiuti sono un installatore ellettrico molto esperto e ormai la mia vita qui in italia non ha piu sbocchii,passo da un lavoro precario ad un altro quando va bene (sono mesi che non lavoro ….secondo voi esiste possibilità per uno come me’ io mi trasferirei subitoooooo.
    grazie cristiano

  • Francesco

    Lavorare in Australia, io e la mia famiglia ci siamo trasferiti da un mese per tentare di rimanervi, non un grisso problema. Il vero problema lo pongobo le srmpre più serrate leggi antimmigrazione. Il “Visa”, ad esempio. Io e mia moglie abbiamo appena suoerato i 52 anni. Non possiamo sperare di ottenere un permanet visa attravetso uno student visa, perchè pur autorizzando un orario limitato di lavoro a contratto non consente la nostra sponsorizzazione da parte degli eventuali datori che ci assumono. Non possiamo lacorare in miniere, poiché chiedono il permanent visa. In ptatica dovremmo rimanere nel limbo di turisti (max 9 mesi!), uscire dal territorio australiano (es: Figi, New Zealand) e tornare per ricominciare d’accapo, finché non si accorgeranno, incrociando i nostri dati, che stiamo aggirando le regole. Se volessimo ottenere tale visto dovremmo tentare un matrimonio di comodo con un residente? Non vogliamo cetto vivere aulle spalle loro. Noi ce lo vogliami guadagnare. Eppure, non vediamo altre vie, nemmeno entrando in società con aziende australiane…

    • Andrea Virgili

      Ciao, capisco perfettamente quello che scrivi, ma fate attenzione l’immigrazione australiana fa controlli molto ferrei e scopriranno molto velocemente questa cosa. Avete mai considerato di fare un colloquio con un Migration Agent, per sapere se ci sono delle possibilità per farvi rimanere nel paese?

  • Emanuele

    48 anni, conosco inglese e spagnolo, un brevetto da pilota americano( che al momento mi serve a poco senza la conversione ) e tanta esperienza nel settore dell`accoglienza turistica e gestione B&B ….eppure in Italia non riesco a reinserirmi. con il 40 per cento di ragazzi a spasso e` inevitabile che si scelgano loro, purtroppo anche con una riduzione drastica dei salari… Mi piacerebbe trasferirmi in Australia ma tutte le offerte, di qualsiasi tipo, sono under 30 per via del visto… Qualche dritta? Qualche reclutatore con maggiori info a cui inviare un curriculum? Grazie in anticipo

  • Monica elisa

    Buongiorno
    mi chiamo Monica e ho 50 anni ( italiana ) lavoro a Ginevra e mia figlia da quasi 5 anni a Melbourne … non pensavo ma dopo essere stata da lei in vacanza me ne sono innamorata … Melbourne è molto allegra giovane alternativa … la gente molto disponibile , purtroppo non conosco l’inglese … ma sto iniziando un corso , del resto come ho fatto per il francese… l’Italia è la mia terra, ma mi piacerebbe un esperienza in Australia … la svizzera , dove attualmente lavoro è molto fredda e la gente impazzisce per il denaro … io lavoro nel campo della moda , gestisco negozi prodotto italiano .. ( lavoro tra Italia e Svizzera )…. ecco volevo solo un informazione dei pregi e degli svantaggi .. grazie per l’attenzione

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

Trovare lavoro in Australiacercare-lavoro-australia