WWOOF per un Secondo Working Holiday Visa

ATTENZIONE : dal 31 agosto 2015 sono state introdotte delle modifiche che annullano l’elegibilità dei giorni di Woofing per il rinnovo del Working Holiday Visa, ti consiglio vivamente di leggerle nell’articolo –  Woofing e Farm, cosa cambia da 31 agosto

Ci sono diverse norme che regolano il WWOOFing e l’utilizzo di tale esperienza per il rinnovo del visto Working Holiday. È facile che alcune regole cambino repentinamente, pertanto è consigliabile tenersi sempre sempre aggiornati. Ma, cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sul WWOOFing e sulla possibilità di usare questa esperienza per ottenere il rinnovo del visto.

In Australia, l’Australian Department of Immigration and Citizenship, permette di praticare il WWOOFing a coloro che sono in possesso di vari tipo di visto: Student Visa, Visitor (formalmente il visto turistico) e il Working Holiday Visa

Le caratteristiche dell’impiego riconosciuto

Casa per le api che ho costruito durante il WWOOF

I WWOOFers con un Working Holiday Visa possono essere idonei per l’ottenimento del Second Working Holiday Visa, se trascorrono un totale di 88 giorni facendo WWOOFing o lavorando a tempo pieno nelle aree con il codice postale riconosciuto, e svolgendo un incarico elencato nella lista contenente gli Specified Work. È importante che l’incarico venga svolto a tempo pieno, ma può essere svolto in varie farm, sotto diversi padroni quindi. È inoltre permesso ai fini del rinnovo del visto svolgere una combinazione tra lavoro retribuito e volontario.

L’importante è che l’azienda agricola che vi ospita vi permetta di svolgere il tipo di lavoro riconosciuto per il rinnovo

Il lavori riconosciuti (specified works) e i codici di zona (postcodes) potrebbero cambiare, perciò è buona norma controllare  regolarmente per assicurarsi che il lavoro scelto o che si stia svolgendo sia del tipo corretto e la proprietà in cui lavorate si trovi in una zona con codice riconosciuto.

 

I padroni non devono necessariamente essere Primary Producers (PP), avere un ABN (l’Australian Business Number, una sorta di partita IVA) o essere  soggetti commerciali. L’importante è che l’azienda agricola che vi ospita vi permetta di svolgere il tipo di lavoro riconosciuto per il rinnovo.  Qui troverete la lista dei Specified Work, dove noterete che la maggior parte degli impieghi sia di natura commerciale, perciò potrebbe essere un po’ difficile trovare abbastanza lavoro a tempo pieno per WOOFers che corrispondano ai criteri della lista in una proprietà non dedita al commercio. Attenti a stampare questo modulo e farlo firmare al vostro WWOOF Host, ovvero la persona dove andate a fare woofing.

I controlli

L’Australian Department of Immigration and Citizenship (DIAC) vaglia minuziosamente le candidature e il lavoro specifico compiuto. Durante le ricerche spesso contattano i datori di lavoro e incrociano le informazioni inviate, per avere la sicurezza che le informazioni contenute nella richiesta di candidatura siano corrette. Alcuni padroni danno ai propri WWOOFers una lettera su carta intestata da allegare alla candidatura, mettendo in evidenza le date in cui si è svolto il lavoro, il numero di giorni in cui si è lavorato e il tipo di impiego che è stato portato avanti (ricordate, è importante che appartenga alla lista dei lavori riconosciuti). Questo rende il lavoro del DIAC molto più semplice e veloce, e dà un’ulteriore prova della veridicità delle dichiarazioni fornite nel modulo di richiesta del rinnovo del visto.

Il monte ore necessario

L’Australian Department of Immigration and Citizenship (DIAC) ha stabilito che i giorni di lavoro svolto debbano corrispondere agli standard del particolare settore industriale cui appartiene il lavoro. Per esempio in alcuni settori i lavoratori lavorano per 2 settimane, quindi hanno le restanti due settimane di riposo ogni mese. In questo caso 2 settimane di lavoro saranno equivalenti a 4 settimane nel loro modulo. Se un WWOOFer  si ferma in una farm per un mese, non possono essere richiesti 7 giorni di lavoro a settimana, devono avere dei giorni liberi, dal momento che è sottinteso che le persone che vivono nella farm e gli individui che ci lavorano, hanno necessariamente dei giorni liberi. I WOOFers che lavorano per più di una settimana possono contare 7 giorni per ogni settimana, anche se hanno il weekend di riposo, 3 mesi sono contati come 88 giorni includendo i weekend e anche la settimana  libera completa come nel primo esempio fatto.

Si noti che i tre mesi di cui si parla sono tre mesi del calendario o 88 giorni. Il tempo di lavoro effettivo preso dalla data di inizio alla data di fine. Per esempio, se una persona lavora per un datore per due settimane, i weekend non verranno depennati (si conteranno 14 giorni).

Quante ore si lavora

In genere le ore normali di lavoro per attività di WWOOFing sono 4-6 ore, 7 giorni a settimana, con un massimo di 42 ore in 7 giorni. Ciò è sempre stato flessibile, concordato tra i WWOOFers e i padroni, per far sì che i WOOFers avessero dei giorni liberi.

Al di là della richiesta del Secondo Working Holiday Visa comunque, l’Australian Department of Immigration and Citizenship (DIAC) richiede che le ore combacino con le normali linee guida del WWOOFing, assicurandosi che i WWOOFers abbiano due giorni liberi in ogni periodo di 7 giorni, e che la farm ospitante fornisca loro vitto e alloggio per la durata della loro permanenza.

Nel caso in cui si intenda utilizzare l’attività di WWOOFing per richiedere il Secondo Working Holiday Visa bisogna però, tenere a mente che:

È responsabilità del richiedente del visto (Il WOOFer) assicurarsi che stia svolgendo un lavoro riconosciuto come Specified Work nella zona con il giusto codice postale  per il corretto numero di ore quotidiane.

Dal testo ufficiale

Il DIAC ha specificato la lunghezza del giorno e della settimana per la richiesta del Secondo Working Holiday Visa come vedremo negli estratti che seguono – tradotti dal testo uffficiale:

“Ogni periodo di lavoro riconosciuto svolto con datori di lavoro registrati come enti ospitanti WWOOF dev’essere conforme alla settimana di lavoro australiana (35-40 ore, consistenti in 7 – 8 ore di lavoro effettuato quotidianamente) se un soggetto desidera contare l’esperienza in virtù del riconoscimento del secondo Working Holiday Visa. “

Il WWOOF dev’essere conforme alla settimana di lavoro australiana se si desidera il riconoscimento del secondo WHV.

“L’unico caso in cui potrebbe essere considerato accettabile un giorno lavorativo comprendente meno di 7-8 ore di attività è quando un singolo datore di lavoro sia capace di dimostrare che c’è una chiara riduzione del normale giorno di lavoro in quel determinato settore industriale.”

“Se sorgono dubbi su un particolare settore industriale nel quale è impiegato il WOOFer richiedente il rinnovo del visto, si farà fidamento sul tipo di lavoro svolto. Per esempio, se un soggetto svolge un lavoro di 10 giorni di raccolta e imballaggio delle banane, il Dipartimento stabilirà il valore reale di questi dieci giorni in base alle norme generali ed effettive che regolano il settore industriale dei coltivatori di banane.”

Prima di concludere

Attenzione, ricordate che Il DIAC avvisa che i WWOOFers che intendono rinnovare il visto devono lavorare per il monte di ore specificato prima (35 – 40 ore). Una settimana è contata come 7 giorni.

Dal momento che uno dei punti chiave del WWOOFING è la flessibilità, in tutti i casi è buona norma stabilire l‘orario con il proprio datore di lavoro nel momento in cui si stringono gli accordi di impiego.

 

 

Post del forum consigliati

 

Recommended Posts
Showing 3 comments
  • Linda94

    Ciao, volevo capire se per il secondo Whv esiste una proporzione fra il lavoro fatto come wwoofer e quello fatto a pagamento, nel senso che in questi 88 giorni c’e’ una parte precisa che deve essere fatta con un sistema piuttosto che con l’altro o e’ indifferente se si rispettano i codici postali e le caratteristiche di lavoro riconosciute? Grazie

  • guidom89

    Ciao Antonino! Ti volevo chiedere se i giorni in cui è impossibile lavorare, come per esempio i giorni di forte pioggia, il conteggio degli 88 giorni viene fatto comunque oppure viene bloccato come nelle farm a pagamento. Grazie!

  • Jessica

    Ciao,sto facendo woofing da un mess con il mio ragazzo,siamo iscritti al woofing,dobbiamo fare i documenti solo che non sono informata su come muovermi,ho capito sul tuo blog che devo stampare questo foglio e dopo dove lo devo inviare,?se puoi darmi qualche informazione su come muovermi grazie mille ciao

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

lasciare-il-lavoro