I dieci ragni più velenosi d’Australia

I ragni australiani in generale tendono a suscitare più timore che amore e, in alcuni casi, sono all’origine di vere e proprie fobie. Molti dei visitatori che arrivano in Australia poi, sono più che un poco preoccupati, vista la pessima reputazione degli amici a otto zampe che popolano il continente.

Speri di non incontrare questi ragni in Australia? Clicca +1, ti porterá fortuna

[plusone]

È vero, in Australia ci sono alcuni dei ragni più velenosi del mondo ma la loro reputazione non rende giustizia alla realtà: infatti non sono registrate morti causate dai ragni in Australia fin dal 1981. Il dottor Aaron Harmer, ricercatore della Macquarie University che si occupa di ragni, sostiene che in realtà i morsi di ragno non sono poi così pericolosi per gli esseri umani, per i quali in alcuni casi è molto peggio una puntura d’ape.

Le mie brutte esperienze con i ragni australiani

Nel poadcast qui sotto ti racconto le mie brutte esperienze avute con questi animaletti ad otto zampe, clicca play

 

I ragni australiani, meno pericolosi delle api

ragni-mortali-australiaI ragni australiani sono, tra le creature velenose, i più diffusi nella terra dei canguri. È stato stimato che circa diecimila specie popolano l’ecosistema del continente. Eppure, anche se i ragni vivono attorno a noi, sia nei centri urbani che in mezzo alla natura, i morsi non sono frequenti.

Queste creaturine in realtà rappresentano una minaccia per la vita umana inferiore a quella rappresentata dai serpenti, dagli squali e perfino dalle api. Geoff Isbister, dottore specializzato in avvelenamenti presso la University of Newcastle, sostiene che chi sono molte più morti causate da reazioni allergiche alle punture d’ape che non decessi dovuti ai morsi di ragni australiani. Egli afferma inoltre che la paura dei ragni è completamente irrazionale dal momento che tutti siamo ben lieti di entrare nelle nostre auto, e ogni anno migliaia di persone muoiono in incidenti automobilistici, ma ci terrorizziamo alla vista di un ragno. L’antidoto per due dei ragni più velenosi esistenti al mondo, il ragno dei cunicoli e la vedova nera, è disponibile rispettivamente dal 1950 e dal 1981.

Esso viene somministrato solo nei casi c’è un serio avvelenamento e questa evenienza è statisticamente molto rara. Il veleno dei ragni contiene una serie di sostanze chimiche, alcune delle quali potenzialmente dannose per l’essere umano, ma l’uomo non è certo tra le vittime designate di questi animali: esso infatti è progettato per uccidere piccole vittime e per essere somministrato in piccole quantità; perciò anche se spesso è letale per le piccole creature, può essere gestito con danni limitati dagli organismi di maggiori dimensioni. Quando iniettato in un cavallo per esempio, il veleno del ragno induce il sistema immunitario dell’animale a produrre degli anticorpi per combattere la tossina.

Nel video il ragno che mi sono trovato in casa, un Huntsman (formerly Heteropodidae) per fortuna non velenoso, ma gigantesco!

I dieci ragni più pericolosi d’Australia

Per provare a rassicurare un poco anche i più scettici e per farvi avere una confidenza maggiore (e speriamo anche una minore paura) con questi animaletti, facciamo ora una panoramica dei dieci ragni più pericolosi d’Australia.

1. Il ragno dei cunicoli di Sydney

(Atrax robustus)

Atrax robustus

Atrax robustus

Al ragno dei cunicoli abbiamo dedicato uno speciale approfondimento nell’articolo “ragni dalla ragnatela ad imbuto“Con il suo veleno tossico prodotto in grosse quantità e con i suoi grossi denti per iniettarlo, il ragno dei cunicoli di Sydney è senza dubbio il ragno più letale d’Australia e forse del mondo. Vive in New South Wales, tanto nelle aree urbane quanto nelle foreste e scava i suoi cunicoli nei luoghi umidi e protetto. A volte se ne vanno in giro per i giardini delle abitazioni e cadono nelle piscine dei privati e, anche se non li si incontra molto spesso, possono essere molto aggressivi se si sentono minacciati. Sebbene sia grande al più tre centimetri e mezzo, il ragno dei cunicoli di Sydney ha denti più grandi di alcuni serpenti, talmente potenti da poter forare le unghie di un essere umano a volte. Il veleno di questo ragno contiene un composto chimico in grado di attaccare il sistema nervoso dell’uomo e alterare le funzioni di tutti gli organi e, se proviene da un esemplare maschio, potrebbe anche essere letale. Un morso su sei causa una reazione grave ma da quando è stato reso disponibile un antidoto nel 1981, non sono più stati registrati decessi.

2. Altri ragni dei cunicoli

Hadronyche formidabilis

Hadronyche formidabilis

Esistono circa quaranta specie di ragni dei cunicoli in Australia ma solo sei sembrano in grado di causare serie forme di avvelenamento e le loro vittime generalmente sono state colpite nel sud del Queensland o nel nord del New South Wales. L’impressionante Hadronyche formidabilis, lungo dai quattro ai cinque centimetri e il suo più piccolo parente Hadronyche formidabilis,sono ritenuti gli esemplari più pericolosi della specie. Circa la metà dei morsi che infliggono infatti, risultano in un serio avvelenamento. Ogni anno trenta o quaranta persone vengono morse dai ragni dei cunicoli ma l’antidoto è disponibile e molto efficace. Questi animali si nutrono di prede che vanno dagli scarafaggi alle rane e in genere sembrano più attivi nei mesi caldi, tra Novembre e Marzo.

3. La vedova nera

(Latrodectus hasselti)

Latrodectus hasselti

Latrodectus hasselti

Le vedove nere vivono in tutta Australia, in molti habitat differenti, incluse le aree urbane. Spesso si nascondono in luoghi protetti e asciutti come i capanni nei giardini e le cassette postali e a volte anche sotto le tazze dei water. Il numero dei morsi delle vedove nere non è certo ma pare che ammontino circa a duemila ogni anno e che duecentocinquanta di queste persone ricevano l’antidoto. Da quando è stato scoperto l’antidoto nel 1950 non è stata registrata più alcuna morte attribuibile al morso di una vedova nera. I morsi più gravi sono quelli inflitti dalle femmine che misurano all’incirca un centimetro di lunghezza e sono riconoscibili per la celebre striscia rossa sul dorso (dalla quale traggono per altro il loro nome inglese redback spider). Il loro veleno colpisce il sistema nervoso ed è potenzialmente pericoloso per gli esseri umani ma i denti piccoli di questa specie rendono effettivamente i morsi inefficaci sugli esseri umani. L’avvelenamento può causare vari effetti ma il sintomo principale è un dolore forte e persistente che può durare ore o giorni, dipende dalla sensibilità individuale al veleno, a cui si possono aggiungere nausea, malessere generale e letargia. La steatoda grossa è spesso confusa con la vedova nera e il suo morso produce effettivamente sintomi molto simili, sebbene il suo veleno sia meno potente.

4. I mouse spiders

(Missulena sp.)

Missulena sp

Missulena sp

Esistono otto specie di mouse spiders (letteralmente ragni topo, nome dovuto alla diffusa credenza che questi animali scavino tane profonde come quelle dei topi) diffuse in tutta l’Australia e generalmente vivono nei cunicoli, spesso vicino ai fiumi o ai corsi d’acqua e, occasionalmente, nelle aree suburbane. Il loro veleno è simile a quello dei ragni dei cunicoli, sebbene ad essi non sia mai stato attribuito alcun decesso umano. Alcuni studi hanno dimostrato che l’antidoto usato per i morsi di ragni dei cunicoli funziona anche per quelli di mouse spiders e dal momento che spesso è difficile distinguere le due specie, i morsi dovrebbero ricevere lo stesso trattamento in via precauzionale. I mouse spiders sono in genere pigri e raramente aggressivi. Le femmine di solito rimangono nei loro cunicoli mentre i maschi escono fuori a cercarle tra la fine dell’estate e l’inizio dell’inverno. A differenza di molti altri ragni, i mouse spiders sono spesso attivi durante il giorno mentre altre specie della stesa famiglia preferiscono andarsene in giro di notte per evitare la calura e i predatori diurni.

5. Il ragno a porta-trappola

(Famiglia delle Idiopidae)

Idiopidae

Idiopidae

Il singolare nome di questi ragni deriva dalla loro abitudine di camuffare l’ingresso dei propri cunicoli così da indurre le prede a caderci dentro. Sono lunghi da 1,5 a 3 centimetri e spesso le femmine sono più gradi dei maschi che però sono più aggressivi quando si sentono minacciati. Diffuso in tutta Australia, sia in ambienti urbani che rurali, il ragno porta-trappola provoca con il suo morso solo sintomi lievi agli esseri umani come dolore localizzato e a volte nausea, letargia e malessere. Proprio come i mouse spiders, anche i ragni a porta -trappola sono spesso confusi coi ragni dei cunicoli, specialmente perché i sintomi iniziali dei morsi delle due specie sono analoghi; pertanto anche i morsi di questi ragni vanno trattati con tutte le cautele possibili. Mentre la maggior parte dei ragni ha una vita massima di un anno circa, i ragni porta-trappola possono arrivare a vivere fino a vent’anni.

6. I ragni dalla coda bianca

(Lampona cylindrata e Lampona murina)

Lampona cylindrata

Lampona cylindrata

La lampona cylindrata vive nelle aree urbane e rurali dell’Australia del sud, dalla zona meridionale del Queensland fino alla Tasmania e dalla costa est a quella ovest.

La lampona murina invece vive nell’Australia orientale.

Lampona cylindrata

Lampona cylindrata

Queste specie di ragni sono cacciatori girovaghi e vagano di notte a caccia di altri ragni. Sebbene i ragni dalla coda bianca abbiano al fama di rilasciare un veleno necrotizzante, le prove scientifiche non supportano questa credenza comunemente diffusa.

Molto più probabilmente questi ragni sono stati ingiustamente accusati quando risultava difficile diagnosticare la causa di ulcere della pelle.

Studi recenti hanno dimostrati che il veleno non causa danni rilevanti agli esseri umani e si limita a generare un blando dolore locale.

7. Le tarantole australiane

(Phlogius crassipes)

Phlogius crassipes

Phlogius crassipes

L’Australia ha le sue tarantole indigene, note anche come ragni che fischiano o che latrano per via dei suoni che alcune specie sono in grado di produrre sfregando le zampe anteriori contro le mascelle. Sono chiamati anche ragni mangiatori d’uccelli ma in realtà questa denominazione è raramente giustificata. In genere questi ragni si nutrono di insetti, lucertole e rane, solo raramente di uccelli. Ne esistono quattro generi: Selenocosmia, Selenotholus, Selenotypus e Phlogiellus e tutte sono diffuse per il continente. Solo sei specie sono state identificate anche se è probabile che ne esistano molte di più. Nonostante il loro aspetto intimidatorio e le zampe pelose, le tarantole non sono fatali per gli esseri umani e i morsi che infliggono sono dolorotsi soprattutto per via delle dimensioni dei loro denti lunghi un centimetro; nonostante ciò gli effetti seri come nausea, vomito e febbre sono rari. Tuttavia possono uccidere un cane. Le femmine vivono all’incirca dodici anni, i maschi cinque.

8. Il ragno eremita marrone

(Loxosceles reclusa)

Loxosceles reclusa

Loxosceles reclusa

Conosciuto anche come ragno violino, il ragno eremita marrone sintetizza un veleno potenzialmente dannoso che può essere ematotossico e danneggiare tanto il sangue quanto la pelle. Tempo fa circolarono delle mail allarmanti relative a questo ragno, descritto come capace di infliggere danni terribili ai tessuti umani ma si trattava di una bufala ordita per spaventare le persone. Nei venti anni da quando è stata scoperta l’esistenza dei ragni eremita in Australia, non è stato riportato sul continente alcun caso di avvelenamento. Quindi, a dispetto del mito, difficilmente questi ragni possono essere considerati tra le creature più velenose d’Australia. In Sudamerica invece sono responsabili di morsi più gravi. In più hanno dei denti molto piccoli.

9. I ragni cacciatori

(Famiglia degli Sparassidae)

Famiglia degli Sparassidae

Famiglia degli Sparassidae

I ragni cacciatori sono diffusi in tutta Australia e sono famosi per essere gli spaventosi (le loro zampe arrivano a essere lunghe anche quindici centimetri) e pelosi ragni neri che scappano dietro le tende. In realtà questa specie di ragni è riluttante a mordere e preferisce scappare via quando viene avvicinata.

Il suo veleno non è considerato pericoloso per gli esseri umani. Il loro pericolo deriva più dal fatto che causano incidenti spaventando gli automobilisti quando saltano improvvisamente sul lunotto posteriore o sul parabrezza delle macchine in movimento (ed io una sera tornando a casa me lo sono trovato a pochi centimetri dalla faccia, sul tettuccio lato interno, rischiando di ammazzarmi per la paura). Nonostante le loro dimensioni inquietanti, i ragni cacciatori possono essere anche tenuti in casa e aiutano a gestire l’ambiente mangiando gli insetti più piccoli.

10. I ragni tessitori a sfera dei giardini

(Specie Eriophora)

Specie Eriophora

Specie Eriophora

Come suggerisce il loro nome, i ragni tessitori a sfera dei giardini sono animali molto comuni in tutta Australia. I loro morsi hanno solo effetti lievi, come dolore locale, ma sono di carattere aggressivo. Arrivano a misurare fino a tre centimetri e vivono in tutti giardini, generalmente tessendo le loro tele tra gli alberi, siepi e corde per i panni, insomma posti in cui è possibile che altri insetti volino e vengano catturati dalle loro trappole. Attivi di notte, si nascondono durante il giorno e riposano con le zampe ritirate sotto al corpo appesi a un filo sotto a una foglia o nei panni stesi ad asciugare.

Post del forum

Recommended Posts
Showing 2 comments

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

wombatkoala-australia