Conosci le tue paure?

autostima-aumentare

Da dove nascono la paura e i pensieri negativi? Entrambi nascono da convinzioni e credenze limitanti. Queste ultime derivano dalle idee negative che ci siamo creati su noi stessi.

E’ normale avere paura

E’ bene precisare che la negatività influisce anche sulla creatività, limitandola. Capirai questa precisazione in seguito.

La paura è una sensazione normale. Tutti l’abbiamo provata in passato, ancora oggi ci sarà qualcosa che temiamo. Fermati un po’ a pensare. Qual è la tua paura? Sicuramente avrai qualcosa che ti intimorisce. Sai perché la paura ti pervade? Perché sei convinto che qualcosa di brutto potrebbe accaderti e questa convinzione ti blocca, impedendoti di fare nuove esperienze e quindi, di crescere.

Il fatto di non riuscire a portare a termine un obiettivo che ti sei prefissato potrebbe farti sentire inadeguato (ti consiglio la lettura dell’articolo Come Raggiungere un Obiettivo in 10 passi). Al contrario, nel momento in cui riuscirai a superare i tuoi timori potrai cimentarti in qualcosa che ti potrebbe piacere, e alla fine di tutto, la paura verrà soppiantata dalla soddisfazione di avercela fatta. Forse è proprio questa sensazione che ci spinge in qualche modo, ogni volta di più, a superare i propri timori.

Come allontanare le paure

Al solo pensiero di salire in aereo sudi freddo? Mentre progetti un viaggio in una località esotica, premonizioni catastrofiche pervadono la tua mente, spingendoti ad abbandonare ogni possibilità di trascorrere qualche giorno, rilassandoti in qualche sperduto paradiso terrestre? Idee e previsioni catastrofiche affollano la mente a causa della tua insicurezza, e a ciò si aggiunge il fatto che in alcuni periodi per coincidenza si susseguono le notizie al TG inerenti incidenti di aerei: tutto ciò contribuisce a percepire gli aerei come un mezzo poco sicuro. Un buon modo per iniziare a superare questa paura c’è. Anziché cercare su internet notizie che incutono spavento e contribuiscono ad alimentare l’ insicurezza, vai su Google e cerca le bellezze naturali che potrai visitare nel luogo che raggiungerai, una volta superata la paura dell’aereo (leggi anche Paura di volare: 10 trucchi per combatterla).

I media come la TV o internet influenzano non poco l’immaginario degli spettatori, riuscendo a colpire le menti soprattutto con le notizie  e le immagini spaventose. Per esempio, quando si parla di un serial killer al TG la sensazione di sentirsi poco protetti pervade l’animo della maggior parte degli spettatori. La stessa cosa accade con gli incidenti aerei. Perciò, una soluzione potrebbe essere quella di evitare di guardare i notiziari, perché alle notizie disastrose corrisponderanno i pensieri e le credenze negative del cervello.

Aumenta la fiducia in te stesso

Oppure, il tuo timore è quello di poter essere respinto, perché sei convinto erroneamente di non essere all’altezza della situazione e di non meritare una determinata vittoria? Questo lo pensi perché credi di non valere granché. In questo caso la paura non avrà molta difficoltà a prendersi gioco di te e, trincerandoti dietro il timore che ti possa accadere qualcosa, resterai fermo nella tua posizione, senza fare alcun passo verso un nuovo gradino nella scalata alla felicità. Anzi, è probabile che possa fare anche qualche passo indietro.

Una persona potrebbe avere qualunque tipo di paura, e a volte potrebbe risultare molto difficile liberarsi di determinati timori. Nonostante diversi sforzi, molti individui non riescono a fare passi avanti nel loro processo di crescita, non a causa delle proprie paure, ma a causa delle convinzioni limitanti che affollano i loro pensieri.

Il primo passo da compiere per riuscire a superare i propri limiti, che in questo caso costituiscono appunto la paura, è quello di mutare le proprie convinzioni. Solo nel momento in cui la certezza di non essere all’altezza degli altri o di non essere in grado di fare qualcosa sarà soppiantata dalla sicurezza in se stessi, ogni paura scomparirà come d’incanto, perchè anche tu vali.

Non pensare alle catastrofi possibili e non fare improponibili previsioni disastrose, perché altrimenti avrai forti possibilità di andare  incontro ad un futuro disastrosamente catastrofico.

Fuggi i pensieri negativi

Butta via i pensieri negativi

Abbiamo parlato abbastanza dei pensieri negativi, ma che cosa sono di preciso? Sono convinzioni autonome e involontarie che nascono da credenze pessimistiche, di cui non ne siamo consapevoli.

Questa potrebbe essere una buona notizia, perché a questo punto significa che delle credenze negative potremo liberarci, se daremo origine ad un valido processo per comprendere quale sia la convinzione limitante da cui esse prendono vita.

Immaginiamo che i pensieri negativi siano simili a dei funghi velenosi. Saremmo portati a pensare che i funghi non commestibili nascano spontaneamente ai piedi degli arbusti, quando in realtà non è così, come non sono spontanei i nostri pensieri pessimisti. I funghi velenosi infatti nascono dalle spore. Se nel terreno sono presenti tali spore i funghi velenosi si rigenereranno, altrimenti il prato resterà intatto nella sua genuinità. Allo stesso modo delle spore, anche i pensieri negativi nasceranno solo se nella nostra mente troveranno terreno fertile per maturare. Le spore dei pensieri negativi sono le nostre convinzioni errate, createsi dentro di noi, attraverso un processo lento, che affonda le radici nella nostra infanzia. Se non ci fossero queste convinzioni negative, quindi, non potrebbero neanche esistere le paure e i nostri conflitti interiori.

Pertanto, anche se le nostre paure sembrano incontrollabili e fuori dalla nostra volontà, esse nascono comunque dentro di noi. Il pessimismo di fondo che percepiamo nel nostro essere farà sì che nascano convinzioni limitanti. Per superare i propri limiti ciò che serve è la fiducia di crescere e una solida motivazione, in modo che ci dia la spinta necessaria a perseguire i nostri obiettivi nel tempo.

Post del forum consigliati

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

autostima-aumentarecredere-in-me-stesso