Port Stephens : la capitale dei delfini

Le acque di Port Stephens, nel New South Wales, sono benedette da una grande varietà di fauna marina. Particolarmente florida è la colonia di delfini: si calcola infatti che circa duecento di questi mammiferi marini abbiano scelto come casa la baia di Port Stephens, caratteristica che è valsa al luogo il nome di “capitale dei delfini d’Australia”.

Nelle acque della baia e negli estuari di Port Stephens è comunque possibile incontrare anche grossi banchi di pesci, piccoli pinguini, aquile di mare, tartarughe, foche e altri animali marini ancora. In aggiunta la baia è provvista di splendide spiagge sabbiose e vaste porzioni di bush e heathland popolate da canguri, koala e tante altre specie originarie della fauna e della flora australiane. Ma la parte migliore deve ancora arrivare: Port Stephens infatti offre una vasta gamma di opportunità per le vostre vacanze, tutta quante studiate affinché possiate godere al meglio di tutte le meraviglie naturali offerte dall’area.

Ammirare delfini e cetacei nell’oceano aperto tutto l’anno

Distante appena due ore e mezzo di macchina da Sydney, la più popolosa città d’Australia, Port Stephens offre molte possibilità per l’alloggio e grazie ai suoi inverni miti è possibile usufruire delle attività all’aperto per tutto l’anno. Le crociere turistiche per ammirare i delfini sono molte famose e vengono organizzate dodici mesi su dodici. Inoltre i turisti che visitano la zona da Giugno all’inizio di Novembre hanno la fortuna di essere testimoni della migrazione annuale delle megattere che nuotano nelle acque di Port Stephens mentre si dirigono a nord, verso le più calde acque del Queensland. I cetacei non entrano nella baia, tuttavia grazie alle crociere turistiche che partono dalla marina di Nelson Bay, la principale città di Port Stephens, i visitatori possono ammirare da vicino le megattere che nuotano nell’oceano aperto.

Sia queste crociere che quelle per ammirare i delfini possono essere prenotate a Nelson Bay presso il Visitor Information Center o direttamente presso i vari tour operator. Il porto da cui salpano le imbarcazioni turistiche è facilmente raggiungibile a piedi dai negozi e dalle vie commericali di Nelson Bay e la zona è attrezzata per le famiglie con un parco giochi, spiagge sabbiose e negozi di gelato nelle vicinanze. Sono molti gli operatori che offrono i servizi di crociera per ammirare delfini e balene ma a quanto pare la Moonshadow Cruise sarebbe la più antica e quella con più esperienza tra le aziende locali.

Effettivamente lo staff è molto amichevole oltre che particolarmente accomodante coi bambini che, tra le altre cose, vengono spesso invitati a visitare la cabina di comando. L’azienda offre anche la possibilità di prenotare delle crociere che includono pranzi a buffet o cene al tramonto. In ogni caso per correttezza bisogna ricordare che esistono molti altri tour operator validi tra i quali potete scegliere optando per crociere di varia durata e prezzi. Presso i tour operator o il centro di informazioni turistiche potete anche prenotarvi per fare dello snorkelling, del parasailing, per andare sul kayak, sul surf e per pescare.

Tomaree Headland e Fingal Spit

Anche da Tomaree Headland, un punto panoramico da cui si gode di viste ampie e spettacolari tanto della baia quando dell’offshore, è possibile ammirare le megattere. Un sentiero lastricato e una serie di scalinate salgono dalla spiaggia culminando prima nel parcheggio di Tomaree Head e poi sulla sommità di Tomaree Headland. La camminata è irta e dura approssimativamente una mezz’ora ma lo spettacolare panorama di Port Stephens e dell’oceano aperto che potrete ammirare a centosessanta metri sotto di voi quando raggiungerete la cima val bene la fatica. La vista da lassù include anche due fari, diverse isole, Nelson Bay e il famigerato Fingal Spit. Fingal Spit e una splendida ma stretta striscia di spiaggia che si connette a Fingal Head un piccolo fazzoletto di terra che ospita il faro esterno.

Fate attenzione se avete intenzione di attraversare lo Spit poiché è notoriamente pericoloso farlo con l’alta marea. L’attraversamento dovrebbe essere tentato solamente con le basse maree. Oltre a tutte queste cose, l’osservatorio panoramico di Tomaree Headland ospita i resti storici dei canali per i siluri e una stazione radar costruita durante la Seconda Guerra Mondiale. Il Tomaree Headland è collocato all’interno del Tomaree National Park che ricopre un’area di oltre duemila ettari di bush costiero e offre un’ampia varietà di sentieri. Un altro panorama emozionate può essere gustato dal Gan Gan lookout, appena fuori da Nelson Bay: è possibile raggiungerlo in macchina e da lì ammirare un panorama a trecentosessanta gradi di port Stephens. Un valore aggiuntivo è dato dalla boscaglia naturale che circonda il punto panoramico, costituita dalle gigantesche Gymea lilies e da orchidee selvatiche. Nell’area di Port Stephens ci sono ventisei spiagge e la maggior parte di esse sono molto belle e adatte alle vacanze con la famiglia: le coste sono ampie e orlate di sabbia scintillante. Queste spiagge sono perfette per le attività con la famiglia come il kyte flying e la costruzione di castelli di sabbia. Per garantire la sicurezza di tutti molte delle spiagge sono pattugliate da bagnini surfisti durante tutti i mesi estivi. Il Toursit Information Center di Port Stephens potrà fornirvi tutte le altre informazioni di cui avete bisogno.

Dune di sabbia giganti

La scintillante sabbia bianca delle Stockton Bight Sand Dunes ondeggia per oltre trentadue chilometri: si tratta del più ampio complesso di dune in Australia con le cime più alte che toccano i quaranta metri. Gli operatori turistici offrono la possibilità di fare dei tour tra le dune con i quattroruote, il quad o il sandboard. Tra queste dune sono stati girati innumerevoli film e generalmente i tour operator forniscono informazioni in proposito durante il percorso. Ovviamente potete esplorare le dune anche per conto vostro con un quattroruote; è sconsigliabile invece esplorare le dune a piedi poiché è difficile coprire una così ampia area.

Le isole di Port Stephens

A Port Stephens ci sono diverse isole che potrete apprezzare: le due principali sono Cabbage Tree Island e Broughton Island. Sulla prima c’è una colonia locale di foche mentre Broughton Island è circondata dalla barriera corallina ed è nota per la ricca varietà della sua fauna marina. Con una simile fauna marina, Port Stephens non poteva fare a meno di accogliere molti punti strategici fantastici per la pesca: le spiagge più famose per la pesca sono Stockton e Fingal. Potete anche affittare un’imbarcazione per andare a pesca lungo l’estuario o una barca per la pesca in alto mare. Sono necessarie le licenze per la pesca che non possono essere ottenute nei negozi dedicati alla pesca presenti nell’area.

Post del forum consigliati

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

Griffithbarooga