Viaggiare da soli

Viaggiare da soli

Dando per scontato che tutti quanti abbiate il buon senso di partire essendo coperti da una Medicare e che per questo non dovrete preoccuparvi degli eventuali problemi di salute che vi potrebbero capitare in viaggio, ci sono comunque ancora delle ottime ragioni per acquistare un’assicurazione di viaggio quando vi allontanate dai confine nazionali; in particolare se avete deciso di viaggiare da soli.

Bagagli smarriti, danni a un’auto in affitto, ritardi e cancellazioni dei voli sono tra quelle situazioni che più potrebbero danneggiare il vostro portafogli mentre ve ne andate in giro per l’Australia. Immaginate di essere in viaggio con la vostra famiglia, uno dei bambini si ammala e voi dovete prenotare di nuovo il vostro volo verso casa. Potrebbe esserci una spesa maggiore? Anche una semplice fuga di un week end potrebbe comportare spese impreviste che reclamano un’assicurazione di viaggio. Se lo paragonate con un imprevisto serio, il costo annuale di un’assicurazione di viaggio è l’affare del secolo.

Immaginate invece di viaggiare da soli. Siete elettrizzati ovviamente. State per fare il vostro primo viaggio oltreoceano e l’emozione è straordinaria. Fa anche paura però: cosa troverete fuori dai confini del vostro paese? In che modo il mondo vi metterà alla prova? Ce la farete a superare tutto? Quanti soldi spenderete tentando di farcela? La prima volta che si fa un viaggio molto lontano da casa è inevitabile fare degli errori, proprio come avverrebbe in qualunque altra situazione della vita. Esistono degli errori tipici che i viaggiatori alle prime armi commettono di frequente, noi di seguito ve li diciamo tutti sperando che vi aiutino a organizzarvi meglio.

Viaggiare da soli: errori da evitare

Troppe prenotazioni

La tentazione è forte durante il primo viaggio da soli lungo lontano da casa e vi ritrovate a prenotare tutto prima di partire: ostelli, trasferimenti, pranzi, colazioni, cene e via dicendo. Così non ve ne dovrete preoccupare quando sarete sul posto, giusto? Presto però vi renderete conto che a volte è utile godere di un poco di flessibilità. Prenotate le cose più importanti, ovviamente. Lasciatevi però anche un margine di spazio per cambiare il vostro itinerario e prendere le opportunità che si presenteranno da sé.

Usare un agente di viaggio… per tutto

Non è certo facile prenotare l’intero viaggio su Internet perciò è assolutamente comprensibile il desiderio di sicurezza che può dare l’affidarsi a un agente di viaggio. Questo però non vuol dire che dobbiate usarli per qualunque cosa. Potreste prenotare con loro un pacchetto inclusivo di volo e alloggio, ma vi garantiamo che risparmierete se cercherete ogni cosa per conto vostro.

La paura dei locali

I novellini del viaggio (lo diciamo con affetto) si riconoscono sempre: inconsciamente sempre rivolti con gli occhi al luogo dove tengono il portafogli, con le facce sospettose, intenti in ogni istante ad immaginarsi quale tipo di bidone stiano tentando di tirare loro gli abitanti del posto o a capire chi stia provando a fregarli. Quando viaggiate per la prima volta, è difficile riconoscere gli imbroglioni, quindi a scanso di equivoci, la maggior parte delle persone finiscono con il negare la loro  fiducia a chiunque. Questo è un grave errore. La maggior parte degli abitanti di un luogo infatti, non vivono per fregarvi. Potrebbe rivelarsi una buona mossa fidarsi di tanto in tanto, vi farete molti nuovi amici.

Essere imbrogliati

Fiducia o no, gli imbroglioni sono là fuori e l’ingenuità dei viaggiatori inesperti li rende delle prede particolarmente appetibili. È facile che vi freghino la prima volta che viaggiate. Anche la seconda. E anche la terza. Non c’è niente da fare per questo, c’è gente che non ha fatto altro per tutta la vita. State in guardia e non portatevi troppo denaro contante appresso. Rilassatevi, e ricordate che viaggiare, soprattutto viaggiare da soli, è una delle’esperienze più belle.

Cercare di vedere tutto

Ecco perché i viaggi di gruppo sono così popolari, perché la gente vuole vedere sette nazioni in dodici giorni e crede che questa sia una buona cosa. Ovviamente è il vostro grande viaggio oltreoceano e voi volete vedere quante più cose possibile, insomma timbrare fisicamente quanti più cartellini potete. Si tratta di un errore però. Dovete avere fiducia nel fatto che viaggerete ancora. Invece di cercare di vedere tutto in una volta, rallentate, cercate di conoscere bene un paese, magari due e il vostro appetito sarà stuzzicato a realizzare un’intera vita di avventure simili e il viaggiare da soli o in compagnia diverrà un’abitudine.

Evitare gli eccessi quando si viaggia

Sottostimare i costi

Ecco come stanno le cose: tutto costerà più di quanto voi crediate. Dal volo che avete visto pubblicizzato per seicento euro andata e ritorno, alle birre che acquisterete una sera folle in un bar, tutto costerà di più. Spenderete il doppio di quello che avete pianificato. E questa è una stima ottimistica. Prima di viaggiare, risparmiate dei soldi. Questo è uno dei consigli di viaggio principali che possiamo darvi.

Portare troppe cose

Non portatevi un sacco a pelo se non siete sicuri che andrete in campeggio. Sarebbe inutile. Alcuni ostelli non vi lasceranno nemmeno usarli. Non portatevi troppi vestiti, ricordate che comprerete degli abiti mentre siete in viaggi. Non portate un’enorme valigetta per il pronto soccorso. Le vostre necessità saranno probabilmente molto inferiori a quello che immaginate. Non portatevi più di tre paia di scarpe e due paia di jeans. Portatevi il sapone però, molti ostelli non lo forniscono.

Comprare troppe cose

È una forte tentazione entrare in un negozio per viaggiatori e comprare un sacco di sciocchezze. Potreste spendere un mucchio di soldi in un luogo del genere acquistando una speciale maglietta da viaggio in tessuto traspirante, sacchetti per conservare gli oggetti compressi, maglie di fil di ferro da avvolgere intorno al vostro zaino, tasche per i soldi, scarpe per camminare. Non avete bisogno di niente di tutto ciò. Indossate gli abiti che vi fanno sentire bene. E ricordatevi che indossare una tasca per i soldi equivale ad andare in giro con un cartello con su scritto: “derubatemi”.

Calma e sangue freddo

Entrare nel panico

Le cose vanno male. E non perché siete dei principianti. Le cose vanno sempre male. Questo fa parte del viaggio. L’errore che i viaggiatori di primo pelo fanno è lasciarsi andare. Il vostro treno non è passato o il vostro hotel ha perduto la prenotazione o non trovate i cinquanta euro che avevate messo nel portafogli. Ce la farete a uscirne fuori comunque. Lasciarsi scombussolare da queste cose o cominciare a dare i numeri è il modo migliore per fare andare le cose ancora peggio.

Non fare l’assicurazione

Avete sempre bisogno di un’assicurazione quando viaggiate. Anche se state solamente pianificando un week end di relax in un resort. Se rimanete coinvolti in un incidente o se vi ammalate o se il vostro bagaglio viene disperso o un altro dei milioni di sé possibili durante un viaggio, sarete estremamente contenti di aver speso quella piccola cifra per una polizza assicurativa. Questo vi servirà soprattutto se avrete deciso di viaggiare da soli.

Trattare la guida come la Bibbia

È una gran cosa avere una guida, qualcosa che vi indichi la giusta direzione e vi dia delle informazioni sui posti che state visitando. L’errore che i viaggiatori inesperti commettono però, è quello di fare le cose elencate nelle guide: mangiano nei ristoranti, stanno negli ostelli e visitano le attrazioni  esclusivamente se hanno ricevuto l’approvazione della loro guida. C’è molto di più nel mondo degli assaggi elencati in quelle pagine.

E voi cosa ne pensate? Quali errori avete fatto quando avete viaggiato per la prima volta oltreoceano? Ci sono consigli di viaggio che vi andrebbe di condividere?

POST DEL FORUM CONSIGLIATI

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

Viaggio fotograficoViaggiare all’estero per la prima volta