Victoria

Se atterrate a Melbourne cogliete l’occasione per un viaggio all’interno degli splendidi paesaggi dello stato del Victoria. Scegliete l’itinerario costiero oppure addentratevi nell’entroterra: ovunque troverete meraviglie tali da togliere il fiato.

Victoria è probabilmente lo stato Australiano con un’infinita varietà di ambienti e paesaggi. A solo mezz’ora di macchina da Melbourne vi potrete trovare immersi nella nebbia tra i campi o in gole piene di felci. Se guidaste per un’ora invece, vi potreste trovare in qualche spiaggia dalla sabbia finissima in una baia da sogno, oppure potreste fare del surf tra le imponenti onde dell’Oceano del Sud. In circa quattro ore di viaggio vi potreste trovare ai margini del deserto immenso che va a finire nelle zone interne dell’Australia. In un paese dove le distanze sono davvero incredibili, niente sembra lontano a Victoria.

Storia

Tutta la storia del Victoria ebbe inizio a Sorrento, una piccola cittadina sull’estremità della penisola che chiude la Port Philippe Bay. Nel Paese vivono più di cinque milioni di persone, e di questi quattro milioni vivono a Melbourne.

Qui approdarono, infatti, nel 1803 un folto gruppo di coloni europei con prigionieri al seguito. Questa prima spedizione però non portò i frutti sperati e l’opera di colonizzazione venne interrotta per essere ripresa più di trent’anni più tardi, nel 1834. La città venne fondata solo nel 1835, ed era ritenuta alla stregua di Sydney e Hobart. Una valanga di persone da ogni angolo del mondo si sono riversate in questa zona, quando si è diffusa la notizia della corsa all’oro. Ciò ha indubbiamente portato ricchezza allo stato di Victoria , ma ha contribuito anche a portare qualche disordine ben noto nella storia del paese – rivolte come l’Eureka Rebellion e ribelli passati alla storia come Ned Kelly. Qui comincia la storia di questo stato che, fino al 1851, era però unito al vicino New South Wales. Il vero e proprio sviluppo cominciò solo dopo la separazione con l’incremento dell’economia mineraria e con la leggendaria corsa all’oro.

Due secoli dopo, Victoria ha anche saputo riconoscere la bellezza e l’unicità dei suoi paesaggi naturali. Furono tantissimi gli europei che scelsero Melbourne, la capitale dello stato, come loro destinazione: tutt’oggi essa è probabilmente la città dove il melting pot culturale si sente in maniera più rilevante. Ad ovest di Melbourne, oltre Geelong, un tratto di foresta pluviale fresca e temperata si rivela in tutta la sua bellezza e naturalezza fino a Cape Otway, dove un faro si staglia imponente in cima ad una scogliera. La Great Ocean Road, un vero e proprio simbolo del Paese, porta fino ad un altro posto molto conosciuto i Dodici Apostoli.

Quando andare

Potremmo dire, in via approssimativa, che ogni periodo è abbastanza buono per visitare lo stato del Victoria. I medi da Dicembre a Marzo sono i più caldi mentre Giugno, Luglio e Agosto sono quelli dove le temperature registrano i loro picchi più bassi. L’umidità è sempre entro livelli assolutamente tollerabili. Evitate le vacanze di Natale: anche se perfette per il clima sono il periodo in cui alberghi, parchi, musei e spiagge registrano sempre il tutto esaurito (e i prezzi salgono!)

Cosa troverete

Nel cercare di sintetizzare le attrattive più belle di questo stato c’è il rischio di dimenticare qualcosa. Partite, senza dubbio, dalla città di Melbourne e dalla costa circostante con una visita a Phillip Island. Da qui raggiungete il Wilson Promontory National Park. Nell’entroterra fate un salto sulle montagne del High Country o verso i paesaggi mozzafiato del Grampians National Park, considerato tra i più bei parchi nazionali australiani. Qui avrete anche la possibilità di scoprire la vita e la cultura delle antiche popolazioni aborigene.

Dall’altro lato di Melbourne, la costa si snoda tra una serie di penisole, isole ed istmi. Uno tra tutti è il Wilsons Promontory, uno spazio incontaminato di colline ricoperte di foreste, fiumi e spiagge con enormi scogliere.

L’ambrata terra della Yarra Valley produce alcuni dei vini più gustosi e delicati del paese, e da qui il panorama si apre fino all’High Country, che in inverno si trasforma in bellissimi campi innevati.

Forse il luogo più prezioso di Victoria è la zona dei Grampians, un ramo del Great Dividing Range. Con un quarto della flora dello stato e l’80% delle pitture rupestri della cultura aborigena, i Grampians sono una galleria vivente e un luogo unico per chi ama campeggiare e trascorrere le proprie giornate passeggiando tra il verde australiano.

Trasporti

La città di Melbourne serve lo stato con ben due aeroporti: il più importante è quello di Tullamarine ma esiste anche l’aeroporto di Avalon che è usato soprattutto per le tratte nazionali. Tutto lo stato è percorso da molte tratte di autobus a lunga percorrenza che collegano i principali centri sparsi nel territorio del Victoria. Un’altra alternativa è utilizzare il treno, il cui capolinea è, solitamente, la stazione centrale di Melbourne (Southern Cross Station). Per spostarsi verso le isole partono dai moli numerosi traghetti: il più famoso è lo Spirit of Tasmania che, in undici ore, collega Melbourne con la città di Devonport.

Popolazione 5.354.040
Superficie totale 227.010 kmq
Persone per kmq 22,1
Gregge per kmq 94
Estensione della costa 1868 km
Numero di isole 184
Fiume più lungo Goulburn River (566 km)
Lago più esteso Lake Corangamite (209 kmq)
Montagna più alta Mount Bogong (1986 m), Alpine National Park
Luogo più caldo Mildura (77 giorni all’anno intorno ai 30°C)
Luogo più umido Weeaproinah (1900 mm di pioggia all’anno), Otway Ranges
Più antico insediamento permanente Portland (1834)
Spiaggia più famosa Bells Beach Torquay
Tonnellate di oro estratto 2500 (2% di totale mondiale)
Litri di latte prodotto nelle fattorie del Victoria all’anno 7 miliardi
Festival più strano Great Vanilla Slice Triunph, Ouyen
Gente del posto famosa Germaine Greer, Barry Humphries, Kylie Minogue
Nome originale dei Dodici Apostoli The Sow and Piglets
Miglior invenzione Orecchio bionico
Primo film di Ned Kelly pubblicato The Story of the Kelly Gang, 1906 (anche conosciuto per essere stato il primo lungometraggio  al mondo)
Birra locale Victoria Bitter

Post del forum consigliati

.

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search