Quando partire per l’Australia?

Quando partire per l’Australia? Se anche tu te lo stai chiedendo, eccoti mille consigli e avvertimenti sul periodo migliore in cui partire per la terra dei canguri.

Sogni l’Australia? Clicca sul G+1 ti porterá fortuna

[plusone]

Supponiamo che hai giá acquistato il tuo zainone, tipo lOsprey Atmos [qui disponibilitá e prezzo], scegliere il periodo giusto per partire per l’Australia è una delle preoccupazioni più frequenti, che ci poniamo tutti, prima di intraprendere quest’avventura. Al fine di prendere questa decisione al meglio, dovrai considerare che in Australia le stagioni sono invertite rispetto al nostro continente: l’estate australiana, infatti, inizia a dicembre quando in Italia, cominciano ad arrivare i primi freddi.

Qui di seguito troverai gli aspetti negativi e quelli positivi di ogni periodo, specie se vorrai anche lavorare, e conoscerai cosa ti aspetta mese per mese in Australia, sia in fatto di eventi e festival, sia per quanto riguarda le condizioni meteorologiche.


 Australia mese per mese


 

  Andare in  Australia a gennaio

australia-a-gennaioL’arrivo del mese di gennaio in Australia è sinonimo di incredibili e spettacolari fuochi d’artificio, specialmente a Sydney; le celebrazioni per la fine dell’anno sono uno dei momenti più emozionanti di tutto l’anno australiano.

Capodanno, inoltre, è anche una festa nazionale in Australia ed è il primo di una serie di eventi dedicati all’arte e allo sport, che rendono per questo motivo il mese di gennaio, un mese speciale.

Il tempo a gennaio

Il mese di gennaio in Australia si colloca nel bel mezzo dell’estate con temperature che vanno dai 36 gradi Celsius di Alice Springs ai 22, di Hobart, mentre a Darwin le temperature possono arrivare ai 25 gradi e a Sydney possono oscillare tra i 18 e i 26 gradi. Ovviamente si tratta di temperature di massima che possono variare in determinati momenti della giornata o cambiare a seconda delle regioni in cui ci si trova. Fatta eccezione per Darwin, che registra anche dodici pollici di precipitazioni, a gennaio nella maggior parte delle città australiane le precipitazioni sono scarse e raggiungono al massimo i due pollici.

Eventi principali

Sono numerosi gli eventi importanti che si snodano lungo il mese di gennaio; ecco per te un elenco di quelli principali che non dovrai perderti; si parte con il Sydney festival e si prosegue con l’Australian Tennis Open a Melbourne, mentre a Tamworth, nel New South Wales, si tiene l’Australia’s Country Music Festival. Per quanto riguarda le feste pubbliche celebrate nel mese di gennaio sono da annoverare, oltre al già citato Capodanno, anche l‘Australia Day, il 26 Gennaio, che commemora il primo insediamento di navi inglesi in Australia nel lontano 1788.

  • Sydney Festival

Il Sydney Festival è una celebrazione dedicata all’arte, in particolar modo a quelle che prevedono una performance; include, infatti, musica, teatro, danza, arti visive e cinema e prevede una ricco programma di eventi all’aperto. Le sedi delle performance sono generalmente Sydney Opera House, Capitol Theatre, Sydney Theatre e poi ancora Theatre Royal, Riverside Theatre a Parramatta, e Parade Theatre presso la University of New South Wales a Kensington. Tutti i dettagli degli eventi e le informazioni per le prenotazioni puoi trovarli su www.sydneyfestival.org.au.

  • Australian Open

Gli Australian Open sono il primo dei quattro tornei di tennis Grand Slam che si tengono durante l’anno a Melbourne (seguiti dai French Open, Wimbledon e US Open). Gli Australian Open si tengono al Melbourne Park, mentre gli eventi complementari hanno luogo nella Rod Laver Arena. Per informazioni più dettagliate puoi visitare il sito www.australianopen.com. o leggere questo articolo dedicato all’Australian Open.

  • Australia Day

L’Australia Day, come accennato prima, commemora l’arrivo nel 1788 del capitano Arthur Phillips, il quale fondò il primo insediamento europeo nell’area di Sydney, oggi nota come The Rocks. Una lunga serie di cerimonie celebrate per l’occasione sottolineano l’importanza di questo giorno per l’intera Australia. La maggior parte degli eventi, ad esempio la regata dei traghetti nel Sydney Harbour, sono inclusi nell’Australia Day a Sydney.

Tempo da spiaggia

Poiché cade nel bel mezzo dell’estate, gennaio è uno dei momenti più adatti per andare in spiaggia in Australia. Dai un’occhiata alle spiagge di Sydney e Melbourne, magari ti andrà di visitare Jervis Bay, eletta lo scorso 30 ottobre, la spiaggia più bianca del mondo dal Guinness dei primati. Però ricordati di fare sempre attenzione sulla spiaggia australiana. Ci sono molti pericoli da cui dovrai guardarti oltre al sole bruciante. Lungo la costa nord del Queensland, ad esempio, oltre la Great Keppel Island, fai attenzione alle temibili cubomeduse, tra le quali si annovera la letale Irukandji. Gennaio, infatti, è proprio nel bel mezzo della stagione delle meduse che va da ottobre-novembre fino ad aprile-maggio.


 

Andare in  Australia a febbraio

australia-a-febbraioFebbraio è l’ultimo mese dell’estate australiana; un mese ricco di appuntamenti quali il Mardi Gras e il Chinese New Year festival, ma anche l’ultima occasione per godersi la spiaggia e il mare, grazie alle temperature ancora gradevoli.

Il tempo a febbraio

A febbraio puoi aspettarti delle temperature elevate nella maggior parte del continente, che tuttavia si avviano verso gradazioni più basse man mano che l’autunno si avvicina. In fin dei conti febbraio si colloca nel bel mezzo della stagione delle piogge, quindi le precipitazioni sono frequenti e potrebbe verificarsi anche qualche alluvione nel Northern Territory, in modo particolare nel Kakadu National Park dove alcune strade diventano dei veri e propri fiumi. Recentemente a Sydney, proprio durante la prima settimana di febbraio, le temperature hanno raggiunto dei picchi molto alti, proprio mentre il Queensland, molto più a nord, veniva colpito da un ciclone di categoria cinque, battezzato col nome di “Yasi”, che ha causato una violenta devastazione a Mission Beach, Cardwell, Tully e Innisfail. Anche nel Victoria sono state segnalate delle alluvioni, mentre alcune aree vicino Perth, nel Western Australia, sono state colpite da incendi nel bush.

Tempo da spiaggia

A febbraio in Australia il tempo è ancora favorevole per frequentare la spiaggia. Come al solito la scelta è ampia e non è necessario allontanarsi troppo da Sydney o Melbourne per trovare incantevoli tratti di costa in cui passare una piacevole e rilassante giornata. Ricordiamo la già menzionata Jervis Bay, che può essere ancora frequentata nel mese di febbraio, celebre per le sue sabbie candide. Non smetterò mai di ripetere che sulle spiagge australiane è bene applicare alcune accortezze, oltre al sole, devi fare attenzione alle meduse, numerose (e alcune molto pericolose!) in Australia proprio nel periodo che va da ottobre-novembre fino ad aprile-maggio.

Eventi principali

Il principale evento australiano che in genere occupa quasi tutto il mese di febbraio è il Sydney Gay and Lesbian Mardi Gras, uno scintillante evento notturno con tanto di parata il giorno del Martedì grasso a partire da Hyde Park e giù fino a Moore Park passando per Oxford street. Nel 2013 il festival è durato dal’8 febbraio al 3 marzo, mentre la sfilata del Martedì grasso ha avuto luogo il 2 marzo seguita dal tradizionale party post-parade. Cadendo a febbraio il Capodanno cinese, la città di Sydney organizza ogni anno anche un Chinese New Year Festival. Le celebrazioni si tengono anche in altre importanti città d’Australia, dove non mancano sfilate corredate di molteplici lanterne. Le gare delle imbarcazioni a forma di dragone (Dragon boat) si tengono nel Sydney’s Darling Harbour e in alcune altre città. Il nuovo anno cinese nel 2013, anno del serpente, è stato festeggiato dal Sydney Chinese New Year Festival dall’8 al 24 febbraio. A febbraio non ci sono vacanze nazionali in Australia. Sì, certo, il 14 è san Valentino anche in Australia, ma, ahimè, non è una festa nazionale.


 

Andare in  Australia a marzo

australia-a-marzoMarzo è il primo mese dell’autunno australiano, ma, in compenso, è un mese fitto di appuntamenti da non perdere, dopo la Pasqua e il Labor day, potrai, infatti, divertiti al Moomba festival o al St Patrick’s day.

Il tempo a marzo

Nel mese di marzo nelle ragioni di New South Wales, Victoria, South Australia, Tasmania e nella parte più a sud del Western Australia si verifica un graduale abbassamento delle temperature elevate, mentre nell’Australia tropicale, le temperature rimangono piuttosto alte, anche se le precipitazioni sono abbondanti ed esiste la possibilità di cicloni, fintanto che la stagione delle piogge continua.

Eventi principali

  • Sydney Mardi Gras

Il Sydney Gay and Lesbian Mardi Gras comincia a febbraio e in genere termina a marzo con la tradizionale scintillante parata notturna.

  • Pasqua

La Pasqua è una festa che non cade mai nello stesso periodo (varia a seconda dell’inizio della Quaresima), motivo per cui la “stagione di Pasqua” (Easter season) insieme al Sydney Royal Easter Show potrebbero avere luogo sia a marzo, che ad aprile (come è accaduto nel 2012). Nel 2013 il festival si è aperto il 21 marzo al Sydney Showground e si è concluso il 3 aprile. Sostenuto dalla  Royal Agricultural Society of New South Wales, il festival è molto di più di una semplice fiera per le fattorie, ma accanto alla pur vasta esposizione di prodotti agroalimentari (che, sia ben chiaro, meritano un’occhiata) si collocano eventi di ogni tipo: sfilate in stile carnevalesco, rodeo, esibizioni di stuntmen in motocicletta e skateboard, corse di bestiame, competizioni di taglialegna e chi più ne ha più ne metta, ma naturalmente i prodotti alimentari sono messi in prima linea per accattivare i clienti. Il festival generalmente si tiene dal giovedì prima di Pasqua e va avanti per due intere settimane. Gli eventi cominciano la mattina presto, proseguono fino a tarda notte e si concludono con un’esibizione di fuochi d’artificio. Il festival si tiene al Sydney Showground presso il Sydney Olimpic Park a Homebush Bay e i biglietti per lo show includono anche il costo del trasporto pubblico.

  • Labor Day

Il Labor Day (Giorno del lavoro) coincide con il primo lunedì del mese di marzo nel Western Australia e con il secondo lunedì di marzo in Victoria. L’equivalente festa nazionale in Tasmania è l’Eight Hours Day (il giorno di otto ore) che si tiene il secondo lunedì di marzo, mentre nell’Australian Capital Territory, nel New South Wales, in Queensland e in South Australia il Labor’s day cade di ottobre e nel Northern Territory a maggio ed è chiamato May day.

  • Moomba Festival

A Melbourne il Moomba Festival si tiene durante il weekend che precede il Labor Day in Victoria. Nel 2013 il festival è cominciato il 9 marzo e si è concluso il 12 dello stesso mese con la consueta parata finale, coloratissima e con molti partecipanti in costume, e con i fuochi d’artificio. Il festival, che si svolge interamente all’aperto, è stato celebrato per la prima volta nel 1954. La tradizione vuole che Moomba sia una parola aborigena che significa: “Stiamo insieme e divertiamoci”. Molti eventi sono gratuiti e il programma, piuttosto vasto, ogni anno attrae migliaia di visitatori: musica, danza, attività sportive, fuochi d’artificio, teatro per i ragazzi, cinema all’aperto, spettacoli di danza, giocoleria, sci d’acqua e molto altro si susseguono tra le strade e i corsi d’acqua di Melbourne. Ce n’è davvero per tutti i gusti! La parata finale comincia di solito alle 11 del mattino durante il Labor Day in Victoria, si snoda lungo Swanston Street a partire da Little Bourke street fino a Princes Bridge, per poi arrivare a St. Kilda Rd Service Lane di fronte all’Arts Centre. Dopo la parata i festeggiamenti continuano per tutta la giornata a Yarra e in altri luoghi della città.

  • St Patrick’s Day

Il giorno di san Patrizio (St. Patrick’s Day) non è una festa pubblica e cade il 17  marzo e viene festeggiato con una sfilata che ha luogo nel weekend più vicino al giorno del Santo. A Sydney la parata si tiene il 17 ed è seguita dall’Irish Family Day ad Hyde Park. Si tratta di una festa tipicamente irlandese, ma la cosa non deve stupire se si pensa che ben il 10% della popolazione australiana è di origine irlandese e che, in passato, la percentuale era anche più elevata, ma le migrazioni da tutto il mondo hanno contribuito ad accentuare l’aspetto multiculturale dell’Australia. Comunque l’influenza irlandese rimane molto forte nel paese tant’è che esiste un quotidiano irlandese (The Irish Echo), club e pub irlandesi, fiumi di birra Guinness e, ovviamente, la parata del St. Patrick’s Day con tanta gente completamente vestita di verde. La parata a Sydney segue un percorso che va da Liverpool street fino a George street, così da passare davanti al Municipio. La particolarità di questa festa è, senza dubbio, il fatto che molti si vestono completamente di verde o comunque indossano qualcosa di verde. Non è insolito vedere acqua verde sgorgare dalle fontane della città. Ovviamente non mancano nemmeno la Guinness, la birra verde, dolci verdi e concerti di musica irlandese.

  • Canberra Day

Nell’Australian Capital Territory ogni anno, a marzo, c’è una festa pubblica, il Canberra Day. Il giorno esatto è il secondo lunedì di marzo e celebra la commemorazione del battesimo ufficiale della città avvenuto il 12 Marzo 1913 ad opera di Lady Denham, moglie dell’allora governatore d’Australia generale Lord Denham (il barone Thomas Denham III). Il sito su cui sorge Canberra fu selezionato nel 1908 come quello idoneo per far sorgere la capitale d’Australia e la costruzione iniziò nel 1913 su progetto dell’architetto americano Walter Burley che aveva vinto l’appalto per la progettazione nel 1910. La tradizione vuole che il nome della città derivi da una parola della lingua aborigena locale (l’antico Ngunnawal), “Kanberra” la quale vuol dire “punto di incontro”. Il Canberra Day cade nel bel mezzo del periodo del Canberra Festival, durante il quale prendono il volo numerose mongolfiere, si tengono concerti, esibizioni di danza e mostre speciali nelle gallerie e nei musei di Canberra.


 

Andare in  Australia ad aprile

australia-a-aprileIl mese di aprile in Australia corrisponde a circa metà autunno; tra le ricorrenze più importanti c’è l’Anzac day insieme alle festività della Pasqua, ma sono molti anche gli anniversari storici.

Il tempo ad aprile

Ad aprile le temperature cominciano a scivolare verso quelle che poi saranno le gradazioni invernali. Nella maggior parte del continente le temperature oscillano ancora tra i 20 e i 30 gradi Celsius. Una delle aree più fredde è, senza dubbio, la Tasmania, specie nella zona sud, nei dintorni di Hobart, dove le temperature sfiorano i 15 gradi centigradi. La zona più calda, invece, è quella tropicale a nord del paese dove le temperature rimangono intorno ai 30 gradi centigradi. Ovviamente non si tratta di dati fissi, ma di medie stagionali, quindi aspettati delle temperature più alte nel primo pomeriggio e più basse attorno alla mezzanotte. Nota bene che le temperature australiane sono molto fluttuanti e che il tempo può giocare brutti scherzi, in parte anche come conseguenza del surriscaldamento globale, in parte come caratteristica intrinseca del clima. Precipitazioni sparse possono verificarsi nel mese di aprile, in particolare nella zona di Alice Springs, Adelaide, Canberra, Hobart, Melbourne e Perth, mentre le piogge sono abbondanti a Cairns.

Eventi principali

  • Anzac Day

L’evento più importante del mese di aprile è l’Anzac Day, festeggiato in tutto il paese con celebrazioni dall’alba al tramonto e parate; esso ricorda l’anniversario della prima azione militare di Australia e Nuova Zelanda durante la prima guerra mondiale. Il punto focale delle commemorazioni dell’Anzac Day è l’Australian War Memorial a Canberra. Le celebrazioni hanno luogo in tutte le più importanti città. A Sydney fin dall’alba le famiglie vanno a commemorare i caduti presso il cenotafio di Martin Place, mentre una parata passa attraverso George street per poi girare verso Hyde Park, dove si trova l’Anzac Memorial.

  • Eventi di Pasqua

La Pasqua è una festività che cade in settimane diverse ogni anno;  la Settimana Santa in genere cade tra marzo e aprile. Oltre alle vacanze di Pasqua però c’è anche il Royal Easter Show, in prima istanza una fiera agricola, ma, in realtà, un evento molto più articolato. Durante il weekend di Pasqua a Byron Bay si tiene l‘Eastern Roots & Blues Festival al Red Devil Park. Qui blues, reggae e roots pop si fondono con alternative country, hip hop, soul, e ogni genere di rock proveniente da tutto il mondo.

  • Aprile nella storia

Aprile è un mese ricco di anniversari storici; ne riporto due tra i tanti che si sono verificati proprio nel mese di aprile.

  • La regina Elisabetta II, Regina di Australia, è nata il 21 Aprile 1926. Sebbene il suo compleanno ufficiale sia dunque il 21 Aprile, le Queen’s Birthday holiday vengono celebrate a giugno in Australia, fatta eccezione per il Western Australia dove vengono festeggiate a settembre avanzato o all’inizio di ottobre. La regina è nata col nome di Elizabeth Alexandra Mary d’Inghilterra della casa dei Windsor ed è diventata regina d’Inghilterra nel 1952, alla morte del padre, re Giorgio IV. Un referendum nel 1999 ha sancito la volontà del popolo australiano di configurarsi come una monarchia costituzionale, perciò ancora oggi la regina Elisabetta è, a tutti gli effetti, la regina d’Australia.
  • Il 28 Aprile 1770, l’esploratore inglese capitano James Cook arrivò a bordo dell’Endeavour a Botany Bay, in Australia. Questo primo approdo sul suolo australiano da parte del capitano inglese, lo indusse a dichiarare l’Australia territorio di proprietà della corona britannica, nonostante il primo insediamento inglese a Sydney Cove sarebbe stato fondato soltanto diciotto anni dopo. Il luogo in cui approdò il capitano Cook fa ora parte del Botany Bay National Park, che non è soltanto un sito storico, ma è anche uno splendido luogo per picnic in riva al mare con la famiglia, per una passeggiata o un pomeriggio di relax o intrattenimento.

Ora legale

L’ora legale termina alle tre del mattino della prima domenica di aprile nell’Australian Capital Territory, nel New South Wales, in South Australia, Tasmania e Victoria. L’Australian Northern Territory e gli stati del Queensland e del Western Australia non osservano, invece, l’ora legale.


 

Andare in  Australia a maggio

australia-a-maggioIl mese di maggio in Australia è il primo mese dell’inverno, ma è anche il mese del May Day nel Northern Territory e del Labor day nel Queensland.

Il tempo a maggio

Nella maggior parte del continente le temperature si assestano intorno ai 20 gradi centigradi. Ovviamente in Tasmania le temperature potrebbero precipitare ben più in basso raggiungendo i 17 gradi mentre, al contrario, nel Queensland, la media si aggira intorno ai 27 gradi centigradi. Le precipitazioni in genere sono scarse su tutto il continente durante questo mese (si calcolano in media 50 mm al massimo di precipitazioni) fatta eccezione per Perth, Cairns e Sydney dove l’ammontare delle precipitazioni ha registrato picchi che superavano anche i 100 mm.

Eventi principali

  • May Day e Captain Cook 1770 festival

Le uniche festività pubbliche nel mese di maggio sono quelle del Labor Day nel Queensland e del May Day nel Northern Territory. Entrambi ricorrono il primo lunedì del mese. Nel Queensland, a maggio, si tiene anche il Captain Cook 1770 Festival. L’evento ha luogo nella città di 1770, probabilmente l’unica città al mondo chiamata con dei numerali e si tiene ogni anno nel weekend più vicino alla data del primo sbarco del capitano James Cook in Australia, o meglio nel Queensland. Dopo l’approdo a Botany Bay, nel New South Wales, il capitano risalì la costa fino al Queensland fermandosi nel sito su cui poi sarebbe stata fondata 1770. La città è stata chiamata così proprio in onore del capitano inglese. Durante il festival di solito si tiene una parata e viene realizzata una vera e propria ricostruzione dell’arrivo del capitano Cook, sono organizzate attività per bambini e giovani, allestiti stand carichi di cibo e vengono svolte anche rappresentazioni teatrali e intrattenimento dal vivo. L’anno scorso il festival ha ospitato anche alcuni danzatori indigeni locali della tribù dei Gooreng Gooreng e si è concluso nel giorno di sabato con un’eccezionale esibizione di fuochi d’artificio sopra la baia.

La domenica il festival prosegue con le attività dedicate alle famiglie. La città di 1770 si trova sulla costa est al centro del Queensland tra le città di Gladstone e Bundaberg e può essere raggiunta sia tramite la rete autostradale, sia tramite aereo, atterrando agli aeroporti di Gladstone o Bundaberg.

  • Whaleshark festival

Nel Western Australia, invece, si tiene il Whaleshark festival, a Exmouth, proprio nel momento in cui gli squali balena ritornano alla Ningaloo Reef. La barriera corallina di Ningaloo tra Coral Bay ed Exmouth, in Western Australia, è un meraviglioso parco acquatico che ospita oltre duecento specie di coralli e cinquecento specie di pesci oltre ad altri animali marini come le megattere, i dugonghi, le mante e le testuggini.

È inoltre uno dei pochi posti in Australia in cui puoi nuotare fianco a fianco con gli squali balena, i giganti del mare, presenti dall’autunno fino all’inizio dell’inverno. La loro migrazione in queste acque è celebre e regolare e va da aprile a giugno quando questo tratto della barriera corallina si riempie di pesci di ogni genere. Il Ningaloo Whaleshark Festival, che in passato è sempre stato un evento annuale, è ora diventato biennale e si tiene quando questi gentili giganti del mare, gli squali balena (whaleshark) appunto, una specie peraltro a rischio, ritornano nelle acque di Exmouth in Western Australia. Questi immensi cetacei si nutrono di plancton, possono arrivare ad essere lunghi fino a 18 metri e a pesare fino a 40.000 chilogrammi. A differenza del temibile grande squalo bianco, lo squalo balena è un animale placido e tranquillo. Per il festival sono previsti workshop, lezioni interattive, show di barche e macchine, esibizioni, mostre fotografiche e competizioni artistiche che hanno come oggetto lo squalo balena. È inoltre possibile praticare innumerevoli sport acquatici, specialmente nel weekend. Purtroppo in passato il festival è stato più volte cancellato, ma si è tenuto regolarmente nel 2011 e lo scorso maggio. Il festival coinvolge tutti i dipartimenti del governo, le industrie e i membri della comunità, con lo scopo di proteggere lo squalo balena e il suo ambiente, incoraggiando la partecipazione pubblica ai molti eventi previsti dal festival. Anche fare snorkeling in compagnia degli squali balena è un’attività che rientra nella variegata offerta di attività del festival.

Gite fuori porta

Essendo il tempo mite in questa fase dell’anno e non piovendo molto, questo è un buon mese per fare delle gite fuori città. Ma attento, se intendi guidare un’auto, avrai bisogno della patente di guida internazionale o della traduzione della tua patente, senza dimenticarti nemmeno che in Australia si guida a sinistra e quindi il volante è a destra.


 

Andare in  Australia a giugno

australia-a-giugnoLa bassa stagione australiana è quella che va da giugno ad agosto, ovvero l’inverno australiano. In questi mesi a nord troverai ancora giornate calde e assolate, mentre verso sud incontrerai temperature più rigide e cieli grigi, con qualche probabilità in più di precipitazioni (spesso si verificano le cosiddette “shower”, letteralmente “doccia”, in realtà si tratta di brevi momenti di pioggia seguiti da cielo sereno). Questo è in assoluto il periodo che accoglie il minor numero di turisti australiani: potrebbe essere la scelta vincente, ma ricordati che molti negozi, ristoranti e musei esercitano in questo periodo dell’anno un orario ridotto, data la scarsa affluenza di clientela. Se sei appassionati di sci è questo il momento perfetto per trascorrere qualche giornata nelle principali località sciistiche del Victoria e del New South Wales.

 

Giugno in Australia è il primo mese effettivo di inverno, ma si tratta quasi ovunque di un un inverno non rigido come quelli a cui siamo abituati in Italia. Il mese di giugno segna anche l’inizio della stagione sciistica.

Il tempo a giugno

Nei luoghi ad elevata altitudine, sono possibili nevicate, ma in generale le temperature non sono così rigide, come potresti immaginare. Se poi temi per il nord dell’Australia, sappi che le temperature a Darwin, città del Northern Territory, oscillano tra i 20 e i 30 gradi centigradi mentre a Cairns, nel Queensland, vanno da 17 a 20 gradi centigradi. In sostanza in queste aree il clima rimane tropicale e sì, potrai ancora tuffarti nella grande barriera corallina e fare un sacco di attività all’aperto.

  • Tra caldo e freddo

Ad Alice Springs, nel cuore dell’Australia, fa caldo durante il giorno con temperature medie poco al di sotto dei 20 gradi Celsius, mentre di notte le temperature medie precipitano fino ai 5 gradi Celsius. A Sydney le temperature vanno dagli 8 ai 16 gradi centigradi mentre a Melbourne calcolate qualche grado in meno. Ricordo sempre che le temperature citate sono stimate, ovvero basate sulle rilevazioni effettuate l’anno precedente e quindi potrebbero subire variazioni verso l’alto o verso il basso (basti pensare che quest’inverno 2015 appena concluso è stato uno dei più rigidi degli ultimi vent’anni).

  • Un po’ di pioggia

A Darwin e Alice Springs nel mese di giugno devi aspettarti un po’ di pioggia, forse qualche goccia in più a Melbourne, Canberra e Hobart. Ma le precipitazioni non sono mai tali da creare un problema. I rovesci più abbondanti di solito si riversano su Perth mentre poche sono le piogge che cadono su Sydney e Brisbane.

Eventi principali

  • Queen’s Birthday holiday

In tutti gli stati, fatta eccezione per il Western Australia, nel mese di giugno si celebrano le feste nazionali delle Queen’s Birthday Holiday, per l’esattezza il secondo lunedì di giugno. Il Western Australia nello stesso giorno celebra ufficialmente l’anniversario della sua fondazione.

  • L’inizio della stagione dello sci

Il weekend che precede le Queen’s Birthday Holiday è considerato l’inizio ufficiale della stagione dello sci. I resort più importanti si trovano sulle Snowy Mountains nel New South Wales e nella parte alta del Victoria. Non escludere come meta sciistica nemmeno la Tasmania, anche lì, infatti,  ci sono impianti dove è possibile sciare e godersi le montagne.

  • Blue Mountains festival

Per quelli a cui manca il Natale invernale nell’emisfero nord (il Natale australiano, infatti, si celebra durante l’estate, poiché siamo nell’emisfero sud) c’è lo Yulefest sulle Blue Mountains. Questo festival ripropone la classica atmosfera natalizia sulle montagne nei mesi freddi (in Australia) di giugno, luglio e agosto. Non manca proprio nulla, incluso Santa Claus e, perché no, una bella nevicata.


 

Andare in  Australia a luglio

australia-a-luglioCon l’arrivo del mese di luglio, in Australia siamo in pieno inverno anche se le temperature si rivelano variabili a seconda della regione in cui ci si trova, ma mai troppo rigide; molti gli eventi da non perdere tra cui la Darwin can Regatta.

Il tempo a luglio

  • La pioggia invernale

La città più “bagnata” a Luglio è Perth dove le precipitazioni arrivano a quota 183 mm, seguita a ruota da Sydney con 100 mm. Al contrario la città più “asciutta” è Darwin, dove le precipitazioni raggiungono il misero livello di 1 mm.

  • Il nord tropicale

Per quelli che vogliono sfuggire al gelo dell’inverno, l’Australia tropicale è la destinazione ideale. Questa regione comprende un’area che va dalla zona del Queensland intorno al Tropico del Capricorno fino a Cairns e poi più a nord nel Northern Territory, dalle parti di Darwin e dintorni. Verso l’interno, nel Red Heart d’Australia le temperature potrebbero essere calde di giorno ma fredde, se non addirittura gelide, di notte.

Eventi principali

  • La stagione sciistica

Il mese di Luglio in Australia è uno dei periodi dell’anno più adatti per chi ha voglia di dedicarsi allo sci o ad altre attività connesse alla neve. Se sei nel New South Wales puoi cimentarti sulle piste delle Snowy Mountains, in Victoria su quelle delle regioni Alpine e in Tasmania puoi scoprire uno o più fra i tanti parchi nazionali ad alta quota. La stagione sciistica australiana per tradizione ha inizio nel weekend delle Queen’s Birthday Holiday a giugno e termina con il fine settimana del Labor Day ad ottobre. Le attività sciistiche e l’apertura dei resort però possono variare di qualche giorno, a seconda delle condizioni atmosferiche e dalla presenza o meno di neve (scopri dove sciare in Australia).

  • Natale a luglio

In Australia il Natale cade d’estate ma, per chi avesse voglia di celebrarlo al freddo e al gelo le Snowy Mountains offrono una splendida occasione con lo Yulefest, una vera e propria celebrazione del Natale a luglio e, soprattutto, al freddo e al gelo come vuole la tradizione e come siamo abituati noi Italiani.

  • La Darwin Regatta

A luglio, nella Top End d’Australia (la regione geografica che comprende la maggior parte del nord del Northern Territory) si tiene la Darwin Beer Can Regatta, una divertente competizione durante la quale delle imbarcazioni costruite con le lattine di birra (ce n’è per tutti i gusti: canoe, imbarcazioni vichinghe, imbarcazioni super veloci e via dicendo, tutte rigorosamente costruite con lattine di birra vuote) si sfidano in velocità nelle acque di Mindil Beach.  Anche i più giovani possono unirsi alla regata, ma per le loro imbarcazioni possono usare solo lattine vuote di soft drinks. Nel 2013 la regata ha avuto luogo il 7 luglio, ma generalmente il periodo in cui si tiene questo evento oscilla tra il mese di luglio e quello di agosto. La regata fu organizzata per la prima volta nel 1974 a opera del Combined Lions Club of Darwin e ha come scopo principale raccogliere fondi per beneficienza. Dal momento che siamo nel bel mezzo dell’inverno, non aspettarti temperature troppo miti, soprattutto mentre procedi verso sud. Hobart e Canberra sono le città più fredde (le temperature possono arrivare anche a zero gradi), ma anche ad Alice Springs, che trovandosi nel nord dovrebbe godere di temperature un po’ più miti, fa sorprendentemente freddo. Le cose vanno meglio a Darwin e Cairns dove il termometro oscilla tra i 17 e i 30 gradi centigradi. Nulla vieta che in alcuni giorni le temperature possano scendere anche sotto lo zero, o essere, al contrario, anche più calde di quello che ci si aspetta per la stagione.


 

Andare in  Australia ad agosto

australia-a-agostoMentre nell’emisfero nord ad agosto la gente sospira per la fine della tanto amata estate (e delle relative vacanze), nell’emisfero sud c’è chi tira un sospiro di sollievo per la fine dell’inverno. Eh già, perché agosto in Australia è l’ultimo mese della stagione fredda.

Il tempo ad agosto

Agosto è l’ultimo mese dell’inverno australiano, anche se in posti come le Snowy Mountains e le Victorian Alps, difficilmente potrai accorgerti che la primavera è proprio dietro l’angolo. La stagione sciistica termina a ottobre, durante la primavera australe, con il weekend del Labor Day, anche se i centri sciistici cominciano a diminuire le proprie attività in base all’andamento della neve.

Nella Top End d’Australia, in particolare modo nelle città maggiori (Darwin nel Northern Territory e Cairns nel Queensland), le temperature si aggirano attorno ai 30 gradi centigradi. Insomma, non avrai modo di accorgerti che è inverno. Man mano che scendi a sud, però, il tempo si fa sempre più freddo fino a Sydney dove si raggiungono i 17 gradi centigradi, a Melbourne 15 e a Hobart anche i 13 gradi. L’inverno è più freddo a Canberra con temperature che arrivano a 13 gradi, anche se sulle montagne può fare molto più freddo. Naturalmente ci possono essere variazioni anche significative rispetto alle temperature che qui vi riporto esclusivamente come linea guida.

Eventi principali

  • Dove andare a sciare

Nel New South Wales la destinazione più celebre è verso le Snowy Mountains, che distano circa quattro ore da Canberra. Per raggiungerle devi prendere la Monaro Highway verso sud, fino a Cooma e poi dirigerti verso ovest per la salita sulle montagne. Se le tue destinazioni sono Thredbo o la Perisher Valley, segui la segnaletica stradale, oltrepassa la città di Berridale e arriva a Jindabyne. Ti consiglio di fermarti lì, intanto, perché è a metà strada tra Thredbo e la Perisher Valley, perché i prezzi per gli alloggi sono un poco più contenuti e, infine, perché, se non hai voglia di guidare, hai a disposizione lo Skitube che parte dal Bullocks Flat, appena fuori da Jindabyne, e che ti porta direttamente sui circuiti sciistici della Perisher Valley. Se poi hai voglia di uscire e trovarti immediatamente sugli impianti e, soprattutto, non hai un budget da tenere sotto controllo, puoi prenotare in uno dei tanti resort a disposizione a Thredbo, Perisher Valley, a Charlotte Pass, Guthega o Smiggin Holes. Tra la periferia di Cooma e la città di Tumut si trova inoltre Selwyn Snowfields, raggiungibile attraverso la Snowy Mountains Highway, celebre per le sue attività e strutture adatte alle famiglie. A Selwyn la stagione sciistica potrebbe essere più breve e chiudere prima del weekend del Labor Day.

Le piste da sci in Victoria sono meno concentrate rispetto a quelle nelle Snowy Mountains, quindi devi sapere più specificamente dove ti interessa andare e come arrivarci. Le informazioni che ti servono puoi raccoglierle con il passaparola, attraverso gli opuscoli nei resort, o grazie ai visitor centres dello stato del Victoria. La Tasmania possiede meno piste da sci che hanno però il vantaggio di essere anche meno affollate.

  • Vacanze pubbliche

Ad agosto non ci sono festività pubbliche nazionali. Nel New South Wales, in Queensland e nell’Australian Capitol Territory c’è una sola vacanza ufficiale chiamata Bank Holiday (che vale però solo per i dipendenti delle banche), cosicché alcuni istituti di credito potrebbero offrire dei servizi ridotti in questa giornata che cade il primo lunedì del mese. In Victoria e Tasmania il Bank Holiday  è ad aprile. A Brisbane il Royal Queensland Show, meglio noto come Ekka, si tiene ad agosto e dura dieci giorni, all’interno dei quali viene celebrata una vera e propria festa pubblica, il People’s day. Altri posti nel Queensland possono avere dei giorni di festa pubblici durante l’Ekka. L’Ekka è il più grande evento annuale del Queensland e, insieme ai festival di Sydney e Melbourne, è uno dei tre più importanti eventi dedicati al mondo agricolo in Australia tant’è che attrae ogni anno circa seicentomila visitatori. Se ti stai chiedendo cosa significhi questa parola, sappi che Ekka sta per “exhibition”: scoprirai presto quanto gli australiani amano le contrazioni! L’esibizione, che è un vero e proprio punto di incontro tra la città e la campagna, è sostenuta dalla Royal National Agricultural and Industrial Association of Queensland (RNA). Proprio come l’analogo festival nel New South Wales, il Sydney Royal easter Show, l’Ekka è un evento articolato, non mancano mostre, sfilate, stand espositivi e di vendita, spettacoli, conferenze e mostre d’arte.

  • Festival country

Nel mese di agosto si tengono molti festival country: a Gympie, nel Queensland, viene organizzato il National Country Music Muster, mentre a Balingup in Western Australia c’è il Balingup Medieval Carnival, durante il quale i partecipanti indossano abiti medievali immersi in uno scenario fiabesco. A Yackandandah in Victoria invece, alla fine di agosto, quando l’inverno sta per cedere il passo alla primavera, si tiene la Spring migration, l’unico festival gay e lesbian nello stato del Victoria.


 

Andare in  Australia a settembre

australia-a-settembreSettembre inaugura la primavera, stagione di rinascita e di crescita, in Australia come in tutto l’emisfero sud del pianeta. Non solo il primo giorno di settembre è stato ufficialmente proclamato Wattle Day, dal momento che il golden wattle, ovvero la nostra mimosa, è il fiore nazionale d’Australia, ma ci sono anche tutta una serie di festival dedicati ai fiori disseminati lungo l’arco del mese.

Qualora decidessi di partire a settembre, verso la fine dell’estate europea, avrai la possibilità di goderti una doppia estate. Dopo aver trascorso una calda estate in Italia, potrai approdare in Australia alla fine dell’inverno e, di lì a poco, goderti l’inizio di una nuova stagione estiva. I mesi considerati di media stagione sono, invece, quelli che vanno da settembre a novembre. Il clima è sempre mite, ma si trova molta meno gente. Gli albergatori e i negozianti saranno meno stressati e anche i prezzi, tenderanno ad essere leggermente più bassi, prima dell’arrivo del boom estivo.

Il tempo a settembre

È primavera e quindi, fatta eccezione per il nord tropicale dove il clima è caldo e per le montagne dove c’è ancora la neve e le temperature rimangono più rigide, l’Australia ha un clima tutto sommato mite, né troppo caldo, né troppo freddo, ma perfetto per andare in spiaggia specialmente negli stati del sud. Nella maggior parte degli stati, fatta eccezione per il Queensland e il Northern Territory, le temperature massime raggiungono nelle città principali i 20 gradi. Le precipitazioni sono scarse e poco frequenti mentre il clima è adatto per le passeggiate o per qualsiasi attività all’aperto.

Eventi principali

  • I festival dei fiori

Uno dei più celebri eventi che si verificano a settembre è, senz’altro, il Floriade di Canberra, la capitale d’Australia, che dura tutto il mese. Il festival è una vera e propria sagra di profumi, suoni e immagini della primavera di Canberra. Floriade celebra ogni anno un tema diverso e l’argomento prescelto viene immancabilmente tradotto nell’esposizione floreale. Fai attenzione se vuoi visitarlo: in alcuni periodi è così affollato che è molto difficile trovare un parcheggio vicino alle esposizioni di fiori, perciò cerca un luogo più appartato per lasciare la tua auto e poi prosegui a piedi; l’entrata al festival è gratuita.

Dall’altra parte del continente, a Perth, si tiene, allo stesso tempo, il Wildflower Festival nel Kings Park and Botanic Garden. Il festival, dal 2007 diventato mensile, è stato nuovamente ridotto nel 2012 e, attualmente dura una settimana circa. Durante il Wildflower festival si può assistere a eventi interattivi e a esposizioni spettacolari della flora selvatica del Western Australia.

Vicino a Sydney, nelle Southern Highlands del New South Wales, si celebra l’avvento della primavera con il Bowral Tulip Time Festival, durante l’ultima settimana di settembre. Il festival dura una decina di giorni e, come rivela il nome, ha come fiore prediletto proprio il tulipano di cui vengono piantati fino a centomila bulbi durante l’evento. Molti giardini, infine, vengono aperti al pubblico per l’occasione. Insieme ai fiori non mancano nemmeno spettacoli, performance di strada e intrattenimento dal vivo, senza dimenticare gli stand dove spiccano i piatti preparati dai produttori locali e le esibizioni di specialisti di giardinaggio e floricoltura. Per molti arrivare alle Southern Highlands è un piacere di per sé: i fiori sono solo qualcosa che rende tutto l’evento ancora più incantevole. In Victoria la primavera è la stagione della flora selvatica celebrata in tutto il suo splendore ai Royal Botanic Gardens Cranbourne. Si tratta di un programma ben organizzato che prevede camminate, dibattiti ed eventi di natura varia e che serve a rendere omaggio alla diversità e alla bellezza della flora dei giardini australiani e di quella del bush.

Nel Queensland, nei Darling Downs, per l’esattezza, è, invece, il festival di Toowoomba a celebrare nel mese di settembre il carnevale dei fiori. La città si trova a circa centotrenta chilometri da Brisbane ed è la seconda città non costiera più grande d’Australia dopo Canberra. Toowoomba è anche la città principale della regione delle fattorie ed è soprannominata la “città giardino”. Celebrazioni, competizioni ed eventi collettivi hanno luogo durante il carnevale dei fiori di Toowoomba.

  • Vacanze pubbliche e le finali di football

Non ci sono vacanze pubbliche in Australia nel mese di settembre.

Se siete interessati a vedere una o due partite di football australiano, invece, che si tratti della National Rugby League o dell’Australian Football League, le rispettive partite di fine campionato si tengono proprio intorno al mese di settembre.


 

Andare in  Australia a ottobre

australia-a-ottobreOttobre è proprio il cuore della primavera in Australia: la natura è in fiore, il clima è caldo e la sabbia e i surfisti sentono il richiamo delle spiagge d’Australia. Nell’Australian Capital Territory, in New South Wales e South Australia, il mese comincia con una festa pubblica: il Labor Day che è sempre il primo lunedì del mese. In Western Australia invece, la festività che dà l’avvio al mese di ottobre è la Queen’s Birthday holiday.

Il tempo a ottobre

Dal momento che siamo nel bel mezzo della primavera, le temperature nel mese di ottobre sono miti al punto giusto prima della grande calura dell’estate. Nella Top End dell’Australia, a Darwin, il clima di ottobre è tropicale, al punto che le temperature quotidiane possono raggiungere anche i 33 gradi centigradi. Anche ad Alice Springs e Cairns le temperature si aggirano intorno ai 30 gradi. Nelle altre città capitali le temperature si attestano sui 20 gradi centigradi, mentre a Hobart le massime non superano i 18 e a Sydney i 22.

La combinazione di vento e temperature elevate spesso è pericolosa e provoca numerosi incendi nel bush. La devastazione degli incendi è stata particolarmente grave nel 2009 nello stato del Victoria quando sono state distrutte due città, incendiate numerose aree popolate ed ettari di bush e morte circa duecento persone (quella giornata è stata battezzata come Black Saturday). Se ti dovesse capitare di visitare una zona a rischio di incendi nei mesi caldi, segui con attenzione gli avvertimenti ufficiali. Stai in guardia ma non preoccuparti troppo, generalmente gli alloggi per i turisti sono in zone non a rischio. Le piogge sono scarse nel mese di ottobre, sia nelle città capitali che sul continente in generale.

  • Ora legale

Dal 2008 l’ora legale, nota in Australia anche con il nome di summer time, scatta la prima domenica di ottobre e termina la prima domenica di aprile nell’Australian Capital Territory e negli stati del New South Wales, South Australia, Tasmania e Victoria. Il Western Australia ha optato per un periodo di prova dell’ora legale per tre anni a partire dal 2008, ma ha scelto poi di non adottarla definitivamente. Il Northern Territory e il Queensland non osservano l’ora legale.

Eventi principali

  • Festival dei fiori e del cibo

Floriade, il celebre festival dei fiori di Canberra, inizia attorno alla metà di settembre e termina a metà ottobre. Ad Adelaide, in South Australia, il Tasting Australia festival, durante il quale è possibile degustare cibi e vini tipici della terra dei canguri, si tiene nel mese di ottobre e dura circa una settimana.

  • Tempo di sport e gite fuori porta

Il clima tiepido dell’ottobre australiano induce facilmente a trascorrere pigri pomeriggi sulla spiaggia, a fare gite fuori porta, a visitare le numerose cantine d’Australia e a prendere parte a sport e attività avventurose in genere. Per quelli che sono interessati alle corse di cavalli, ottobre è il mese durante il quale si prepara la Melbourne Cup, che si gareggia il primo martedì di novembre.


 

Andare in  Australia a novembre

australia-a-novembreIl mese di novembre in Australia è meglio noto come il mese della Melbourne Cup, ma è anche l’ultimo mese della primavera australe, mentre i giorni dello sci e della neve sono ormai conclusi.

Il tempo a novembre

In questo periodo il tempo è bello in tutta l’Australia, un po’ più caldo al nord e poi man mano più temperato mentre si scende verso sud. Tra le città capitali, solo ad Hobart sono attese temperature quotidiane al di sotto dei 20 gradi centigradi. Le precipitazioni non sono abbondanti nel mese di novembre, fatta eccezione per Darwin e Brisbane dove possono raggiungere anche i 100 mm.

  • Attività all’aperto

Dal momento che il clima è in linea di massima buono in tutta l’Australia, durante il mese di novembre, ti suggerisco di dedicare il tuo tempo libero alle attività all’aperto. Fai delle escursioni, delle crociere, delle passeggiate nel bush, dei tour delle cantine per degustare il vino, delle rilassanti passeggiate nei parchi, vai in barca, col surf, nuota, tuffati nel mare e goditi la spiaggia.

Eventi principali

  • Melbourne Cup Day

Il primo giovedì di novembre è festa ufficiale a Melbourne e tutti gli occhi sono puntati sull’ippodromo di Flemington, dove ha luogo la più celebre corsa di cavalli d’Australia. Tutti quanti si fermano per potervi assistere. Si tratta anche della gara col più ricco premio d’Australia, pari a sei milioni di dollari anche se l’evento si conclude nel giro di pochi minuti, ma le televisioni provvedono a prolungarlo con cronaca e dibattiti. I cavalli selezionati per partecipare ogni anno sono ventiquattro. La prima Melbourne Cup venne disputata nel 1861 e il premio allora era di centosettanta pound. La gara però è anche un’occasione eccezionale per le agenzie di scommesse che aprono di buon mattino il primo giovedì di novembre. L’eccitazione in ogni caso è generale ed è un’ottima occasione per fare festa.

  • Quattro giorni di corse

Il Melbourne Cup Carnival attualmente comprende quattro giorni di corse di cavalli che si susseguono nella città: il Derby Day, il sabato prima della Melbourne Cup, il Melbourne Cup Day, l’Oaks Day il giovedì dopo la Mebourne Cup e lo Stakes Day il sabato successivo alla Melbourne Cup. Si tratta di eventi tutti di prim’ordine nel mondo delle corse, ma è solo per la disputa della Melbourne Cup che l’Australia si ferma e resta immobile con il fiato sospeso.

  • Remembrance Day

L’Australia festeggia il Remembrance Day l’11 di novembre e le commemorazioni hanno luogo ogni anno nell’undicesima ora dell’undicesimo giorno dell’undicesimo mese presso i monumenti che commemorano la guerra in tutto il paese. Il Remembrance Day ha, infatti, lo scopo di ricordare la fine della Prima Guerra Mondiale sancita l’11 novembre 1918. Anche se si tratta di una commemorazione che riguarda l’intero paese, il Remembrance Day non è una festività pubblica ufficiale.


 

Andare in  Australia a dicembre

australia-a-dicembreDicembre in Australia è il mese per eccellenza delle vacanze. Non solo ci sono due festività pubbliche (Natale e il Boxing Day), ma tutta una serie di aziende e attività chiudono per il periodo natalizio e quindi per i lavoratori è tempo di ferie. Le scuole sono chiuse poiché in Australia l’anno scolastico termina circa due settimane prima di Natale e quindi anche i giovani studenti respirano aria di vacanze.

In Australia i mesi che vanno da dicembre a febbraio, ovvero la piena estate australiana, sono considerati di alta stagione. Considera che questo è anche il periodo in cui la maggior parte dei cittadini australiani prende ferie dal lavoro: troverai quindi spiagge e alberghi molto affollati. Questo incide anche sui prezzi che possono arrivare ad aumentare più del 30% soprattutto nelle grandi città e nelle principali mete turistiche.

Il tempo a dicembre

Poiché dicembre è all’inizio dell’estate australiana, il clima è abbastanza caldo e la temperatura raggiunge i 20 gradi centigradi nelle città principali, fatta eccezione per il nord, ovvero a Cairns, Darwin, Alice Springs nel Red Centre, dove il termometro arriva anche a toccare e superare i 30 gradi centigradi. Le precipitazioni non sono significative in molte zone d’Australia, ma esiste la possibilità di tempeste e giornate umide. Nella Top End australiana è, infatti, la stagione dei monsoni e dicembre nel Northern Territory è preludio di quello che sarà il mese più umido dell’anno: gennaio.

Eventi principali

  •  Un mese di festa

Dicembre è un mese di vacanza e, quando il sole picchia, è il momento adatto per andare in spiaggia, fare surf, uscire in barca o semplicemente stendersi al sole (dopo aver applicato la crema solare), sorseggiando un drink fresco. Una tradizione tipicamente australiana prevede lunghi barbecue sulla spiaggia con birre gelate in mano a ogni partecipante, musica e buon cibo.

  • Sydney Hobart Yacht Race

Il Boxing Day da l’avvio all’annuale Sydney Hobart Yacht Race, una competizione nautica di 630 miglia in rettilinea, cosa che ovviamente non può essere fatta alla lettera dal momento che le imbarcazioni hanno bisogno di catturare i venti più forti per sfrecciare più velocemente sull’acqua. Nonostante i pericoli connessi alla navigazione, che hanno causato nel 1998 la morte di sei marinai quando gli yacht sono incappati in una violenta tempesta, più di cento natanti di diversa categoria e specie partecipano ogni anno alla competizione.


POST DEL FORUM CONSIGLIATI

Recommended Posts
Showing 2 comments
  • Luigi

    Caspita Antonino che guida, grande!!! Grazie a nome di tutti noi che sognamo di vivere in Australia

  • Simone

    Ciao…..sono Simone ed avendo un bambino di 5 anni sono costretto a fare questo viaggio di 45 giorni tra l’inizio di dicembre e metà gennaio……possibilmente in camper o almeno questa sarebbe l’idea…..non sono sicuro se fare costa est o ovest tanto per cominciare…..e vorrei anche sapere gentilmente se le immersioni sono proprio sconsigliate in questo periodo causa monsoni…..ho lavorato 10 anni come istruttore tra Egitto e Maldive…..mi rendo conto che sono domande un po generalizzate ma questo è l’inizio della programmazione…..grazie in anticipo…..s

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

valigia-australia