Great Ocean Road: con lo zaino sulle spalle

backpacker-in-australia

Una delle strade costiere più spettacolari al mondo. Foreste pluviali immacolate. Tutti questi tesori vi aspettano sulla Great Ocean Road australiana, a breve distanza a sud della capitale dello stato del Victoria, Melbourne.

Se avete intenzione di visitare Melbourne, perché non passare qualche tempo in più esplorando il Victoria, lo stato più meridionale dell’Australia.

Una delle gite più conosciute è la Great Ocean Road e per scoprire tutta la sua naturale bellezza avrete bisogno di viaggiare da soli.

I tesori nascosti possono essere scoperti al meglio con un’auto affittata e lunghe chiacchierate con le persone del posto.

Sono disponibili diversi servizi di noleggio auto, molto competitivi tra loro. Sarebbe il caso di scegliere un’auto adatta a mantenere il controllo della strada, nonostante le numerosissime curve presenti sulla strada.

Per scoprirla al meglio potreste preventivare un viaggio dai 3 ai 5 giorni.

La Great Ocean Road in 5 Giorni

Da Melbourne ad Apollo Bay. Il viaggio potrebbe iniziare imboccando l’autostrada direzione Gellong, la seconda città più grande del Victoria. Il limite di velocità su questa strada, così come su molte altre strade nelle zone rurale nello stato del Victoria è di 100 kmh (o 62 mph). Se avrete abbastanza tempo, potreste visitare questa citta molto bella. Un buon posto dove fermarsi è Torquay, la citta del surf australiana.

Il tratto di costa vicino Torquay è noto per avere le migliore onde al mondo oltre alle Hawaii ed ogni anno ad aprile. Bells Beach ospita due prestigiosi eventi sportivi mondiali, il Rip Curl Pro e il Sun Smart Classic.

Avvicinandosi a Lorne, la strada si affaccia su enormi scogliere scoscese e offre panorami maestosi sull’oceano dietro ogni curva. Se sarete al posto di guida, prestate molta attenzione, non fatevi distrarre dalla bellezza dei posti, ma piuttosto, usufruite delle numerosissime aree di sosta per godere al meglio di queste viste paradisiache e fare delle foto.

Non è solo l’oceano che attirerà la vostra attenzione: in questa zona infatti potrete ammirare anche i koala nel loro ambiente naturale.

Il posto migliore per osservarli è il Sausage Gully, vicino al miglio 168, ma lungo la strada tenete gli occhi bene aperti, altrimenti potreste non vedere il segnale. Qui vi troverete così vicini ai koala che quasi vi sembrerà di poterli toccare. Gli animali infatti in questa zona scorazzano liberi tra gli alberi di eucalipto.

Un buon posto dove passare la prima notte sulla Great Ocean Road è Apollo Bay, dove potrete gustare del buon vino e degli ottimi piatti a base di pesce.

Da Apollo Bay a Port Fairy. Il viaggio potrebbe poi proseguire verso Port Fairy. Subito dopo aver lasciato Apollo Bay, potreste imbattervi nell’Otway Range National Park. Fermandovi presso il Mait’s Rest potreste concedervi una passeggiata nella bellissima foresta pluviale attraversando rigogliosi alberi di felci e calpestando il muschio che ricopre persino i tronchi dei faggi giganti.

Uno scenario degno della migliore foresta pluviale vi attenderà all’Otway Fly, dove potrete cimentarvi in una passeggiata sulla cima degli alberi attraverso una vera e propria cupola nella foresta. I panorami da questa struttura gigantesca sono mozzafiato e sebbene dovrete pagare il biglietto di ingresso, ne varrà sicuramente la pena.

Nelle vicinanze, potrete ammirare le Triplet Falls, che cadono nei fiumi cristallini sotto ad una cupola formata da alberi giganti e felci. Potrebbe essere una passeggiata stancante dal parcheggio delle auto fino alle cascate, ma lungo il vostro cammino incontrerete persone molto gentili e cordiali e vi imbatterete in panorami davvero affascinanti sulla rigogliosa foresta pluviale, che vi ripagheranno di tutti gli sforzi fatti.

Molti viaggiatori sulla Great Ocean Road arrivano fin qui per ammirare le incredibili strutture calcaree che emergono dalle acque dell’oceano. I monoliti più famosi di questo genere sono i Dodici Apostoli, ma oltre a questi potrete ammirare anche il Loch Ard Gorge, il London Bridge (che però è crollato qualche tempo fa) e la Bay of Islands, che sono incredibili allo stesso modo. Prendetevi tutto il tempo che volete di fronte a questi angoli di mondo incredibili, parcheggiate l’auto, fate foto  e godetevi  uno degli angoli di costa più affascinanti che si possono trovare in Australia.

Vicino al parcheggio per le auto dei Dodici apostoli, c’è un eliporto, da dove i turisti possono decollare per ammirare dal mare queste fantastiche formazioni rocciose, ma si tratta di un’esperienza un po’ costosa. Ovviamente, starà a voi scegliere.

Port Fairy segna il confine estremo occidentale della Great Ocean Road, e qui vi potrete fermare per la notte. Originariamente questa città storica era chiamata Belfast, ed era la base di una prosperosa pesca delle balene e della lavorazione delle loro carni nel diciannovesimo secolo. Dal momento che i pescatori di balene erano Irlandesi, i palazzi e i nomi delle strade ricalcano quindi questo tesoro passato.

 

Da Port Fairy ad Hall’s Gap. La tappa successiva del Vostro viaggio itinerante si allontanerà dalla costa e proseguirà verso nord, in direzione delle incredibili Grampian Mountains. La rigogliosa vegetazione costiera, che si alterna a fattorie e ad una serie di fabbriche per la produzione di formaggio e burro, lascia il posto a una bassa boscaglia. Le minori precipitazioni sono più adatte per le fattorie dove si lavora il grano o si allevano le pecore.

Meno pioggia e vegetazione più secca creano le condizioni ideali per pericolosi incendi della boscaglia,  un pericolo perenne nella secca estate australiana, in particolare negli stati meridionali.

Molti di questi vengono causati dai riflessi del sole, ma tristemente, molti altri nascono per mano dell’uomo.

Guidando attraverso le Grampians in direzione di Hall’s Gap, troverete fitte vegetazioni di alberi di eucalipto incendiati e rimpiazzati da una bassa boscaglia e erba che cresce fitta alla base dei tronchi. Nonostante i numerosi danni dovuti agli incendi, resterete comunque impressionati dalle Grampians. Le loro cime sono uno degli angoli più incredibili nello stato del Victoria, e tutto  ad una breve distanza di auto da Hall’s Gap. I posti dove ammirare al meglio la natura so trovano sul belvedere Baroka, sul Reed e a pochi passi di distanza, il belvedere Banlconies.

Il belvedere MacKenzie Falls è raggiungibile ad una piccola distanza di auto verso la parte occidentale delle montagne.

Da Hall’s Gap a Ballarat. Lasciando la graziosa cittadina di Hall’s Gap, guidare in direzione di Ballarat, attraversando la campagna delicata dove si alternano fattorie ed allevamenti, tipici dell’Australia più rurale, impiegherà meno di due ore. Ballarat era il centro delle corse all’oro vittoriane nella metà dell’Ottocento e si tratta anche della più grande città nelle zone interne del Victoria.

Per immergersi al meglio nello spirito della vita dei giorni delle corse all’oro, non dovrete rinunciare ad una visita a Sovereign Hill. È un vero e proprio villaggio che ricostruisce la vita nella metà del 19° secolo. Potrete guidare una carrozza, visitare un miniera, comprare qualche regalino e provare un pranzo in uno dei tanti ristoranti tipici.

Da Ballarat a Melbourne. E così, proseguendo in direzione Melbourne completerete il vostro tour. Potreste anche lasciare l’auto a Ballarat e proseguire per Melbourne in treno, per risparmiare qualcosina e per provare l’ebrezza di salire a bordo di un treno australiano. I treni partono ogni ora da Ballarat verso Melbourne e non dovete necessariamente prenotare. La stazione di Melbourne, la Southern Cross Station, si trova comodamente nel cuore della città.

Non c’è abbastanza tempo?

Un viaggio di tre giorno potrebbe essere una corsa contro il tempo, ma è comunque possibile visitare la zona in così poco. Di seguito alcuni consigli al volo.

Giorno 1. Da Melbourne ad Apollo Bay. Un buon posto per la sosta notturna.

Giorno 2. Da Apollo Bay ad Hall0s Gap passando per Port Fairy.

Sia Apollo Bay, sia Hall’s Gap vi offriranno alcuni scorci della campagna australiana. La prima è ideale per il panorama costiero, mentre la seconda, nel cuore delle montagne, è il punto di partenza per delle passeggiate piacevoli e scenari fantastici.

Giorno 3. Da Hall’s Gap a Melbourne passando per Ballarat. Visitate Sovereign Hill e prendete il treno nel tardo pomeriggio per Melbourne, arrivando in tempo per la sera. Link utili potrebbero essere www.greatoceanrd.org.au e www.visitvictoria.com

Post del forum consigliati

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

backpackers-queenslandnuotare-con-gli-squali