Visto turistico Australia

Visto turistico Australia

L’Australia prevede diversi tipi di visto turistico a seconda delle esigenze. Ognuno si richiede con una procedura diversa e possiede caratteristiche proprie. Scopriamo qual è il visto turistico più adatto alle vostre esigenze.

Visto che l’Australia si trova fuori dall’Unione Europea per visitarla, anche solo da turisti, avrete bisogno di un visto. Non allarmatevi: le procedure per richiedere il visto sono molto semplici e, se vi rivolgerete ad un agenzia o comprerete un biglietto tramite una compagnia area che serve in territorio australiano, il visto (elettronico) verrà emesso insieme al vostro biglietto e non avrete alcun tipo di problema. 

E-visitor

Per i cittadini italiani che vogliono recarsi in vacanza in Australia (e avere anche la possibilità di studiare) il visto turistico più adatto e più facile da ottenere è l’E-visitor. Questo tipo di visto può essere richiesto da tutti i cittadini degli stati membri dell’Unione Europea direttamente dal sito dell’immigrazione australiana. Vi sarà richiesto il numero di passaporto e le date di viaggio. Il visto è nominale quindi se viaggiate in famiglia ogni componente dovrà fare richiesta personalmente per il proprio visto.

Cosa vi permette di fare? Con il visto E-visitor potrete stare in Australia per periodi massimi di 3 mesi ed ha validità totale di 1 anno. Questo vi permetterà di uscire e rientrare in Australia (sempre per massimo 3 mesi) all’interno dei 12 totali. Durante la vostra permanenza non potrete lavorare in nessun modo: non fatelo, l’immigrazione australiana è particolarmente severa in questo senso e non vi conviene, in alcun modo, rischiare! Potrete invece frequentare un qualsiasi corso purché naturalmente esso non superi la durata massima di 12 settimane.

ETA

La seconda opportunità di visto turistico è rappresentata dall’ETA. Questo visto è uguale in tutto e per tutto all’E-visitor, cambiano soltanto le modalità di richiesta. Anch’esso gratuito potrà essere richiesto solo tramite compagnie aree e agenzie di viaggi che vi faranno compilare un modulo con i vostri dati per la richiesta del visto.

Visitor Visa

Se il vostro viaggio turistico in Australia è superiore ai 3 mesi avete bisogno del Tourist Visa che vi permetterà di restare in Australia per massimo 12 mesi. Alla richiesta del visto vi verrà chiesto di spiegare le circostanze e le motivazioni del vostro viaggio e di conseguenza vi verrà concessa una determinata durata. Avrete inoltre la possibilità di chiederne il rinnovo, direttamente dal territorio australiano: se concesso, si applicherà nel giro di un paio di mesi, quindi ricordatevi di richiederlo con largo anticipo per non rischiare di restare senza visto. Il Tourist Visa, a differenza degli altri visti, non è gratuito ma costa 115 dollari.

Per chiedere il rinnovo del vostro visto dovete rivolgervi al Dipartimento dell’immigrazione. La richiesta ha un costo di 260 AUD e deve essere richiesta almeno 2/3 settimane prima della scadenza del visto in vostro possesso. Qualora la richiesta non venisse accettata la somma che avrete versato non vi sarà rimborsata.

Questa è la situazione dei visti turistici al momento attuale. Ricordatevi che le procedure e le tipologie possono sempre subire modifiche. Se avete intenzione di partire controllate sempre il sito dell’immigrazione australiana all’indirizzo www.immi.gov.au. Qui troverete tutte le informazioni aggiornate e le procedure di richiesta dei visti che sono estremamente semplici e intuitive. Cliccando qui, sarete reindirizzati alla pagina del sito ufficiale del Governo dedicato esclusivamente a questo tipo di visti.

Ricordate che i giovani, fino al compimento del trentunesimo anno, hanno la possibilità di richiedere il Working Holiday Visa, in alternativa tutti possono fare richiesta per il visto studenti.

Le spiagge e il surf in Australia

L’Australia è considerata da molti il paradiso per gli amanti delle spiagge e dell’oceano. Viste le imponenti dimensioni dell’isola  avrete solo l’imbarazzo della scelta tra un tranquillo bagno nell’Oceano e una faticosa giornata in mezzo alle onde con la vostra tavola da surf.

Bondi beach

La maggior parte delle città australiane sorgono molto vicine alla costa e contengono al loro interno ampia scelta in fatto di spiagge. La spiaggia cittadina più famosa è probabilmente Bondi Beach a Sydney. Se siete amanti delle passeggiate potete percorrere la Bondi to Coogee Clifftop Walk, un percorso di circa 5 chilometri che collega Bondi Beach a Coogee snodandosi lungo la scogliera. Se volete fare un bagno nella Baia di Bondi prestate attenzione: è particolarmente famosa per le sue pericolose correnti.

Whitehaven Beach

Immerse nel mare della Barriera Corallina si trovano le Whitsundays Island. Qui non potete perdere una visita a Whitehaven Beach: 7 chilometri di spiaggia bianca finissima e mare cristallino. In particolare arrivate fino a Hill Inlet, sul lato settentrionale dell’isola, dove la sabbia crea un particolare disegno sotto il livello del mare che in questo punto riflette dei colori stupendi sulle sfumature dell’azzurro.  In molti considerano Whitehaven Beach una delle località più belle di tutto il continente australiano.

Helfire Bay

Nel territorio dell’Australia Occidentale, nei pressi della città di Esperance, si trova Cape Le Grand National Park che indubbiamente merita una visita (i prezzi di ingresso sono 11 AUD in macchina e 5 AUD in moto). Il parco è attrezzatissimo e comprende una delle spiagge meglio attrezzate del paese: stiamo parlando di Hellfire Bay caratterizzata da una finissima distesa di sabbia.

Carrickarlinga Beach

Se vi trovate nei pressi di Adelaide, nel South Australia, spingetevi fino a Carrickalinga Beach dove scoprirete una bellissima spiaggia ad arco caratterizzata da sabbia bianchissima e finissima. Questa zona è praticamente deserta: troverete pochissimi negozi e insediamenti umani. Il centro abitato più vicino è Normanville dove troverete tutto quello di cui avrete bisogno.

Ningaloo Beach

Se siete amanti del surf l’Australia è decisamente il posto che fa per voi. Le onde più difficili da domare sono considerate quelle di Margaret River e di Ningaloo Beach nell’Australia Occidentale. Se invece siete ancora poco esperti iniziate la vostra avventura nella famosissima Ocean Beach, a pochi chilometri da Denmark. 

Gold Coast

Il vero paradiso dei surfisti è però da sempre considerato la Gold Coast dove potrete fare pratica nelle bellissime spiagge di Noosa. Se volete osservare i professionisti in azione dovete spostarvi nello stato del Victoria dove ogni anno le spiagge di Bells Beach ospitano la Rip Curl Pro Surf, uno dei più importanti eventi internazionali del settore. 

Marrawah

Nell’Australia meridionale invece, è da provare la leggendaria spiaggia di Marrawah frequentata da moltissimi appassionati e professionisti. Se non siete particolarmente esperti, fate molta attenzione: le onde spesso in questo punto raggiungono altezze veramente spaventose.

Le spiagge australiane sono tra le più belle e attraenti al mondo: miglia e miglia di costa fatta di sabbie dorate, incorniciate da acque color zaffiro. Purtroppo però c’è da tenere in considerazione una cosa: alcune persone sono morte sulle spiagge australiane e una parte erano turisti avventuratisi senza troppe precauzioni. Ricordate infatti che la sicurezza in spiaggia dovrebbe essere una preoccupazione primaria e seguire alcune semplici regole precauzionali vuol dire godersi il soggiorno sulle coste dell’Australia liberi da ogni preoccupazione.

La sicurezza in spiaggia

La prima fondamentale regola per vivere in sicurezza la spiaggia è: nuotare tra le bandierine. Sulle spiagge più celebri d’Australia troverete bandiere gialle e rosse che indicano non solo la porzione di acque nelle quali nuotare è considerato sicuro ma anche quella su cui i bagnini in tavola da surf mantengono un occhio vigile. Dovete poi tenere presente che anche nelle aree contrassegnate dalle bandierine potreste incorrere in alcuni pericoli: scogli parzialmente sommersi, profondità irregolari delle acque, correnti sottomarine. Vi diamo un altro semplice consiglio: se venite catturati in una corrente non cercate di contrastarla ma provate piuttosto a nuotare a favore di essa. 

Aree pattugliate

Ricordatevi di nuotare, o fare surf, sempre in aree pattugliate da bagnini professionisti (che in Australia si dividono in lifesavers e lifeguards).Certo ci sono aree non sorvegliate dai bagnini le cui acque potrebbero essere troppo invitanti e farvi venire la voglia d fare un tuffo. Controllate se c’è qualche cartello sulla spiaggia che magari vi avvisa di pericoli nascosti come la presenza di meduse velenose, presenti soprattutto nelle acque dell’Australia del nord. Se non ci sono segnali che indicano pericoli e volete comunque avventurarvi a nuotare in acque non sorvegliate, prendete la precauzione di nuotare in compagnia e di evitare sempre le zone troppo vicine agli scogli. Se vi trovate nei guai in acque non sorvegliate non perdete la calma e non fatevi prendere dal panico. Alzate un braccio per indicare che siete in pericolo, galleggiate e aspettate che arrivi un aiuto. 

Altri suggerimenti

Ovviamente la cosa migliore è che nuotiate sempre in acque che sono controllate. Se siete insicuri sulle condizioni della spiaggia o sulla possibilità di fare surf, chiedete ai bagnini con tavola da surf. Loro sono lì apposta per aiutarvi. Evitate sempre di nuotare se avete bevuto o avete assunto qualsiasi sostanza che possa avervi alterato. Non nuotate mai dopo aver mangiato. Un’ultima, importantissima. Precauzione: la  di sviluppare un cancro alla pelle è un rischio reale perciò usate una crema protettiva con il giusto filtro solare e, se state sotto il sole nelle ore più calde o per lunghe porzioni di tempo durante la giornata, indossate una t-shirt, un cappello e degli occhiali da sole

.

Post del forum consigliati

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

Working-Holiday-Visaassicurazione-sanitaria-australia